Seguici sui Social

Politica

Campetto al CMI, l’assessore Calì assicura l’opera. La risposta di Scala e Iovino

Pubblicato

il

Cantieri-campetto

Castellammare di Stabia. E’ stato perso, o meglio non finanziato, il finanziamento previsto per il campetto di calcio al rione Cantieri Metallurgici nell’ambito del progetto “Sport e Periferie” Tuttavia l’assessore all’urbanistica Fulvio Calì ha cercato di rassicurare la cittadinanza dicendo che il progetto andrà avanti con un altro metodo di finanziamento. “Il centro sportivo Giancarlo Siani nel rione Cmi sarà un punto di riferimento per la periferia nord di Castellammare e sarà realizzato anche in assenza di fondi ministeriali, perché c’è la copertura finanziaria da parte dell’ente comunale – dice l’assessore in una nota – “Siamo riusciti a strappare una proroga – prosegue l’assessore Calì – per ambire all’accesso al finanziamento previsto dal ‘Piano di Azione Giovani Sicurezza e Legalità’, nel quadro dell’iniziativa denominata ‘Io Gioco Legale’ del Ministero dell’Interno, e per potenzialmente beneficiare del contributo massimo previsto pari a 500mila euro. I criteri di assegnazione, troppo restrittivi, del finanziamento previsto dal bando ‘Sport e Periferie 2018’, invece, non ci hanno consentito di rientrare tra i beneficiari, appena 241 a livello nazionale, ma questi fondi non sarebbero stati cumulabili ai precedenti. E soltanto grazie all’attività posta in essere dall’amministrazione – conclude l’assessore Calì – siamo riusciti a recuperare un procedimento di partecipazione al bando ministeriale, praticamente perso a causa dei ritardi e degli errori commessi dai vecchi amministratori dell’ente, che hanno perso solo tempo. Invitiamo i consiglieri di opposizione ad evitare strumentalizzazioni e ad informarsi meglio: il centro sportivo Siani è parte integrante del piano triennale delle opere pubbliche e rappresenterà il principale luogo di aggregazione sociale all’interno del rione Cmi, valorizzando di fatto un intero quartiere che attraverso lo sport può acquisire un ruolo di primo piano in un contesto che per troppi anni è stato abbandonato all’incuria”.  Non si è fatta attendere la risposta delle opposizioni. “Campetto al rione CMI? Ci tenete? Bene, siam contenti. Vi aiuteremo presentando una variazione di bilancio – dicono in una nota Scala (LeU) e Iovino (PD). Nel piano opere pubbliche, un vero e proprio libro dei sogni come abbiamo già detto in aula all’atto dell’approvazione, mancano coperture finanziarie. Il sindaco e l’assessore dicono che è prioritario? Scusate ma che senso dire che è prioritario e che non essere stati ammessi è ugual cosa rispetto all’ammissione perché tanto i soldi ci sono. Ed allora perché avete partecipato? Parla di criteri restrittivi ma lo erano per tutti – affermano – Se siete arrivati nelle retrovie della graduatoria era perché siete la retrovia delle amministrazioni. E poi parlano delle passate amministrazioni, ad ogni piè sospinto parlano sempre delle passate amministrazione alle quali in modo diverso hanno partecipato. E’ un modo per non voler guardare avanti, un modo per nascondersi dietro paraventi di verginità che chi ha fatto il consigliere per più di venti anni e chi ha diretto uffici delicati può anche fare, ma chi ci crede? Nessuno più! Ma va bene così, siamo pronti a presentare da subito una variazione di bilancio di 500 mila euro, la ostacoleranno così come hanno fatto con una semplice passerella per consentire ai disabili di poter fare il bagno sui lidi pubblici? Vedremo, ma accettiamo la sfida, poche ore e avrete proposta di variazione. Avrete un altro motivo per dare la colpa a quelli di prima”. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com