Seguici sui Social

Politica

Nuovo piano di mobilità. Ecco K-City, l’app per gestire i parcheggi

Pubblicato

il

nuovo piano di mobilità. ecco k-city

E’ pronta l’app per smartphone per la gestione della Ztl del centro cittadino. E’ stata presentata nel corso dell’ultimo incontro di maggioranza tenuto a Palazzo Farnese. Successivamente, a quanto si apprende, sarà presentato alla città e alle associazioni.

StabiaNews.it è in grado di mostrare in anteprima l’app utilizzata per la gestione del nuovo piano di mobilità cittadino, che prevede una maxi zona a traffico limitato per quasi tutto il centro cittadino. Un’app che sarà gestita dalla Tmp, società che si occupa delle strisce blu. Dalle prime informazioni emerse dall’ultimo incontro di maggioranza sul Pum, sarà possibile superare i varchi della Ztl solo ed esclusivamente per parcheggiare sugli stalli a pagamento contrassegnati dalle strisce blu. L’applicazione aiuterà i cittadini proprio a verificare la disponibilità di parcheggio in queste aree. Nel frattempo l’amministrazione è in procinto di definire anche nuove aree di parcheggio, verificando le varie pertinenze di proprietà comunale.

L’applicazione in questione si chiama K-City ed è già attiva in altre città della Campania, ad esempio Portici. E’ già possibile scaricarla su play store per Android, ma chiaramente i servizi non sono ancora attivi per la città di Castellammare.

dadimar


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com