Seguici sui Social

Cronaca

Tunnel Varano, la grotta ritrovata non è archeologica. Stamattina carabinieri sul cantiere

Pubblicato

in



Nuovo sopralluogo dei carabinieri sul cantiere a via grotta San Biagio dove sorgerà il tunnel di Varano

Castellammare di Stabia. “La cavità ritrovata nella montagna non è un ritrovamento archeologico ma una grotta di origine recente utilizzata dai contadini per posare gli attrezzi”. Lo dice il presidente dell’EAV Umberto De Gregorio che chiarisce la vicenda relativa alla grotta ritrovata all’interno della montagna durante i lavori di disboscamento. Intanto questa mattina un’altro sopralluogo dei carabinieri forestali sull’area di cantiere. ‘Stamane – afferma De Gregorio – è stato verificato che la cavità in questione non è un ritrovamento archeologico finora sconosciuto ma una grotta di origine recente utilizzata da contadini o operai del luogo per il ricovero di attrezzi. Null’altro è emerso dal sopralluogo che ha definitivamente assicurato la regolarità delle attività e la professionalità dei comportamenti”. Nei prossimi giorni è attesa una relazione da parte degli uffici del parco archeologico di Pompei che ufficializzerà quanto constatato. ”E’ stato infine concordato, sia pure verbalmente – conclude – che le residue operazioni preliminari proseguiranno fino alla conclusione delle stesse e sempre in accordo con i competenti uffici della Soprintendenza. Dai sopralluoghi è emerso anche che le attività eseguite hanno consentito di ripristinare lo stato di sicurezza per rischio frana sulla sottostante linea ferroviaria di Eav. Si attende, infine, in giornata il verbale che emetteranno i carabinieri forestali”.

Cronaca

Castellammare. Task force contro i furbetti della mascherina: controlli in centro

Pubblicato

in

Coronavirus-Mascherina-Donna-Lungomare

Controlli delle forze dell’ordine per le strade del centro

Castellammare di Stabia. Controlli delle forze dell’ordine contro i furbetti della mascherina per le strade del centro. Nel tardo pomeriggio di oggi i militari della Guardia di Finanza sono stati impegnati in una serie di verifiche sull’applicazione dell’ordinanza regionale che prevede l’obbligo di indossare la mascherina e la misurazione della temperatura corporea per tutti i cittadini che entrano nelle attività commerciali che hanno l’obbligo di far rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro ed evitare assembramenti all’intero dei locali. I controlli in strada già in atto da diversi giorni da parte di tutte le forze dell’ordine sollecitate dallo stesso Governatore De Luca che ha chiesto al Prefetto e al Ministero dell’Interno maggiori controlli su tutto il territorio regionale.

Continua a leggere

Trending