Seguici sui Social

Cronaca

Tenta di sedare una lite, carabiniere pestato a sangue in pieno centro

Pubblicato

in



Carabiniere fuori servizio pestato selvaggiamente dopo aver tentato di sedare una lite. Notte di follia a Castellammare, in pieno centro, nella centralissima piazza Umberto I (piazza Monumento). Pochi minuti fa un militare dell’arma in borghese, proveniente dalla Sicilia e in vacanza, nel tentativo di evitare una rissa tra ragazzi, è finito per avere la peggio. Contro di lui due o tre persone, dileguatesi dopo la violenta aggressione. L’hanno colpito con caschi e sedie, tutto quello che potevano per lasciare l’uomo a terra in una pozza di sangue, nel pieno della movida stabiese e nel traffico infernale di un venerdì sera quanto mai affollato.

Il centro cittadino si è bloccato completamente e anche l’ambulanza del 118 ha impiegato oltre mezz’ora per soccorrere il militare dell’Arma, rimasto gravemente ferito, successivamente trasportato d’urgenza all’ospedale San Leonardo. Non è escluso il trasferimento in un altro ospedale della regione.

Alcuni locali del posto hanno deciso di chiudere le attività dopo la folle aggressione: “Questa sera chiudiamo prima dell’orario solito di chiusura la nostra attività – scrivono sui social i proprietari di Mafalda Meikhane – in segno di solidarietà ad un militare dell’arma dei Carabinieri, che per impedire una lite è stato selvaggiamente picchiato. Così non si può fare turismo, questa onda di violenza vanifica i nostri sforzi di operatori per elevare la vivibilità della nostra città. Al militare dell’arma va tutta la nostra gratitudine e gli auguriamo di guarire rapidamente. Per gli aggressori auspichiamo la doverosa e giusta punizione».

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Castellammare. Docente positiva al Coronavirus

Pubblicato

in

Una docente dell’istituto Alberghiero risultata positiva al tampone

Castellammare di Stabia. Potrebbe essere a rischio l’apertura dell’anno scolastico per l’istituto Raffaele Viviani (Alberghiero ndr) di Castellammare di Stabia per una docente che sarebbe risultata positiva al Coronavirus. La notizia si apprende da fonti scolastiche. I sindacati già avrebbero richiesto una riunione urgente per cercare di capire come gestire l’apertura della scuola agli alunni giovedì. Intanto la questione si sposta sulla rete dei contatti della donna.

A contatto con la docente risultata positiva oltre ai colleghi e alla dirigenza ci sarebbe stato tutto il personale ATA nel corso di una riunione tenutasi 4 giorni fa. Nessuna delle persone venute a contatto con la donna sarebbero state avvisate delle misure di contenimento e precauzione da mettere in atto così come previste dai protocolli. La docente ha scoperto di essere positiva dopo aver accusato sintomi riconducibili al Coronavirus e si è sottoposta a test che ne ha confermato la positività.

 

Continua a leggere

Trending