Seguici sui Social



Politica

Giallo sulle dimissioni del comandante Mercurio, il caso finisce in Procura

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Prima le dimissioni del comandante della polizia municipale, poi la revoca dell’incarico. Il tutto intervallato da una lettera al veleno, in cui Alfonso Mercurio – il comandante defenestrato – spiega i veri motivi del suo addio. Una missiva finita già all’attenzione degli investigatori, che però dovranno acquisirla ufficialmente prima di iniziare una eventuale attività d’indagine. La volontà sembra quella di capire cosa possa nascondersi dietro il caso dell’addio di Mercurio.
Al momento c’è già chi invoca l’intervento degli investigatori per far luce sulla vicenda. E’ stato l’ex sindaco Toni Pannullo a prendere le difese di Mercurio e invocare chiarezza: “Ho aspettato che qualcuno in questa città difendesse un uomo perbene, un uomo della Istituzioni, un uomo che ama la sua città, il suo lavoro e lo svolge con professionalità, competenza e dedizione. Niente! Silenzio assoluto. La mia #solidarietà al Comandante Mercurio. Che le Sue parole non passino inosservate come troppe cose negli ultimi tempi”.
Come non è passata inosservata la richiesta dell’ex assessore Francesco Balestrieri: “Credo che la Procura debba ascoltare l’ormai ex comandante della polizia municipale di Castellammare. Vorrei che qualcuno facesse luce sui controlli anti abusivismo ed assegnazione dei parcheggi”.

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Politica

Parco Lattari, il Pd stabiese in missione da Mastursi per “tagliare” il pupillo di De Luca. Spunta l’ipotesi Corrado

Pubblicato

il

Non solo un documento, ma anche una visita a Palazzo Santa Lucia per mettere le cose in chiaro. L’oggetto è il rinnovo della carica di presidente dell’ente Parco dei Monti Lattari, sinora ricoperta (anche oltre la scadenza naturale del mandato) dal pupillo di De Luca, Tristano Dello Ioio. La missione del Pd stabiese ha come obiettivo quello di aprire un dialogo ed essere un soggetto interlocutore del presidente della Regione. Quale migliore occasione, in prossimità della nomina all’Ente Parco. Così una delegazione dem è partita alla volta di Santa Lucia ed ha avuto – secondo i bene informati – un colloquio con Nello Mastursi, capo della segreteria di De Luca. I democrat vogliono essere sicuri che non arrivi il rinnovo della carica a Dello Ioio, con cui i rapporti non sono mai stati dei migliori. Non ultima la recente polemica sui migranti sbarcati a Nerano e la dichiarazione “non possiamo accoglierli tutti” di Dello Ioio che fece infuriare il Pd stabiese, ma anche tutti i circoli dem dei Monti Lattari. Ma, soprattutto, i dem vogliono essere sicuri di non ritrovarsi Dello Ioio in corsa per la designazione del candidato sindaco nel 2023.

Così iniziano a trapelare anche i primi nomi di potenziali successori del pupillo di De Luca. Tra questi c’è Nicola Corrado, ex vicesindaco e assessore all’Ambiente, ora ispiratore di tante iniziative per rilanciare il Faito, tanto da essere ribattezzato ormai il “sindaco di Faito”. Un nome che potrebbe mettere tutti d’accordo.

Daniele Di Martino

Continua a leggere