Connect with us

Cronaca

Lite tra ragazze dopo serata in un locale finisce nel sangue: arrestata 22enne. L’episodio la scorsa estate

Published

on


Accoltellò una 19enne durante una lite, arrestata 22enne stabiese

Castellammare di Stabia. Una 22enne di Castellammare di Stabia è stata arrestata questa mattina con l’accusa di tentato omicidio.
Lo scorso 31 luglio, in orario notturno, nel corso di una lite scaturita fra tre donne, per futili motivi, all’esterno della discoteca Villa Zaira lungo Corso De Gasperi, una ragazza di 19 anni, che era intervenuta per tentare di placare gli animi e difendere una sua amica che ne era rimasta coinvolta, era stata colpita da un’altra donna con due coltellate, una alle spalle ed una al torace. La vittima era stata quindi trasportata in prognosi riservata all’Ospedale del Mare di Napoli ove era rimasta ricoverata per una settimana. Le indagini, espletate dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Castellammare di Stabia e coordinate da questa Procura della Repubblica, anche mediante la meticolosa analisi delle immagini di video-sorveglianza e l’escussione di alcuni testimoni, hanno consentito di pervenire all’individuazione dell’autrice dell’accoltellamento nella donna oggi arrestata, la quale, dopo aver strattonato per i capelli la vittima ed averla spinta a terra, l’aveva colpita dapprima con una coltellata alla schiena e successivamente con una coltellata al torace dopo che la stessa si era rialzata. L’arrestata, dopo le formalità di rito, è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.


Advertisement

Cronaca

Blitz dei Nas nei lidi di Castellammare e Penisola Sorrentina

Published

on

Controlli ad ampio raggio da Pozzuoli a tutta la penisola sorrentina

Sono oltre 30 gli stabilimenti balneari sottoposti a controlli da parte dei carabinieri del Nas di Napoli che, con 30 pattuglie, dal 10 al 31 luglio, hanno passato al setaccio i lidi del Napoletano, da Pozzuoli a Massa Lubrense, passando per Castellammare di Stabia.

All’attenzione dei militari il rispetto delle norme anticovid ma anche controlli sotto il profilo igienico-sanitario ed amministrativo delle strutture. Per quanto riguarda il rispetto delle norme anti covid i risultati ottenuti sono confortanti (c’erano i dispenser per il gel, i termo scanner e anche un sistema di prenotazione telefonico, ndr), altrettanto non è stato invece per quello che riguarda il profilo igienico-sanitario e amministrativo. Nel complesso i carabinieri hanno sequestrato 250 kg di alimenti privi di tracciabilità e altri 20 kg, prevalentemente carne e pesce, il cui stato di conservazione era pessimo. I militari del Nas di Napoli, coordinati sul campo dal comandante Alessandro Cisternino, ha messo i sigilli a due depositi illegali di alimenti, del valore complessivo di circa 50mila euro.

Le sanzioni comminate ai titolari si aggirano sui 20mila euro. Rilevata, in un solo caso, la presenza di un bagnino la cui abilitazione è risultata scaduta. Sequestrati, inoltre, in una sorta di infermeria, una serie di farmaci ospedalieri, alcuni scaduti, la cui detenzione non è consentita ai privati. Contestata anche la scarsa dotazione di materiali sanitari nelle obbligatorie cassette di pronto soccorso.

Continue Reading

Trending