Seguici sui Social


Cronaca

Nerone ha un tumore, città in apprensione per le sorti del cane-sindaco

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Il cane più conosciuto ed amato della città ha un tumore

Castellammare di Stabia. L’intera cittadinanza stabiese è preoccupata dello stato di salute di Nerone, il cane più amato della città che l’ha fatto acquistare l’appellativo di Sindaco di Castellammare. Nerone ha un tumore alle gengive ed è per questo che viene notato sbavare in modo eccessivo. Purtroppo, vista l’età, non può essere operato. La malattia gli provoca ipersalivazione e difficoltà nel mangiare. Lo scorso mese è stato visitato in un centro veterinario e sottoposto ad accertamenti che fecero emergere una grave gengivite. Dopo ulteriori analisi è stato riscontrato un tumore alle gengive che gli provoca diverse difficoltà. Potrebbe essere operato ma l’operazione, che dovrebbe essere comunque autorizzata dal comune stabiese a cui è affidato,  è rischiosa soprattutto per un cane molto avanti con l’età.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Covid, diminuisce la pressione ospedaliera: Campania verso il cambio di “colore”. Domani la decisione

Avatar

Pubblicato

il

Il numero dei casi è ancora alto, e la Campania si conferma terza regione italiana per aumento dei contagi, ma il rapporto positivi-test, intorno al 9%, è sotto la media nazionale e prosegue il calo dell’occupazione dei posti letto. Con cifre in chiaroscuro, ma che confermano un trend di miglioramento, la regione attende il verdetto della Cabina di regia del ministero della Salute, che domani si pronuncerà sulla riclassificazione delle zone di rischio. Probabile, secondo più fonti, che la Campania passi dall’area rossa a quella arancione, rimandando alla prossima verifica – se il calo della curva epidemica verrà confermato – la ‘promozione’ in zona gialla, quella con le minori restrizioni. Oggi sono 2.295, di cui solo 154 sintomatici, i nuovi positivi al Covid rilevati in regione su 24.709 test eseguiti. Il rapporto tra contagi e tamponi rimane stabile, come ieri, al 9,3%. Prosegue invece il calo delle degenze: risultano occupati in terapia intensiva 162 posti (ieri erano 173) su 656 disponibili, e 2.041 posti covid ‘ordinari’ (ieri 2.064) sui 3.160 disponibili in ospedali pubblici e strutture private. Ben 54 le nuove vittime, informa l’Unita’ di crisi, di cui 28 decedute nelle ultime 48 ore e 26 relative ai giorni scorsi ma registrate solo ieri. E’ allarme a Benevento, dove nell’ospedale San Pio si sono registrati ben sei decessi nelle ultime 24 ore.

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending