Seguici sui Social

Cronaca

Santa Maria la Carità. Salgono a 237 i positivi, il Sindaco: obiettivo meno di 30 casi a settimana

Pubblicato

il

Santa Maria la Carità

Santa Maria la Carità. Sale a 237 il bilancio dei positivi a Santa Maria la Carità. Ad annunciarlo è stato proprio il Sindaco Giosuè D’Amora facendo sapere che nella settimana dal 1 al 7 marzo sono stati registrati 78 nuovi positivi su 475 tamponi. «Il nostro obiettivo – dice – invece deve essere almeno quello di non avere più di 30 nuovi positivi in ogni singola settimana. Con questi numero si deve ovviamente continuare con norme rigorose in quanto siamo consapevoli che ci vuole continuità per avere risultati.
Ringrazio i tanti Sammaritani che da un anno, nonostante la stanchezza, stanno rispettando le regole ed invito tutti ad avere atteggiamenti sempre più restrittivi, in quanto la nostra sanità è in difficoltà. Mi giungono purtroppo informazioni di concittadini che sono in attesa da giorni per un posto in reparti Covid. La mia vicinanza e di tutta l’Amministrazione alla tante famiglie che stanno lottando questo virus tra ossigeno e medicinali vari».

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.