Seguici sui Social

Politica

D’Apice eletto presidente, giallo su un voto «ballerino»: è caccia al franco tiratore del centrodestra

Due voti in meno anche grazie all’assenza cronica di Giulio Morlino: l’ex consigliere della Lega medita le dimissioni

Pubblicato

il

Emanuele-D'Apice

Semaforo verde per D’Apice ma con un franco tiratore nella maggioranza. Si è arrivati alla terza votazione per poter eleggere il nuovo presidente del consiglio, il successore di Vincenzo Ungaro, eletto tre anni fa al primo colpo con tre voti dell’opposizione.

Questa volta la maggioranza del sindaco Cimmino ha dovuto faticare un po’ prima di raggiungere l’obiettivo: D’Apice sale sullo scranno più alto dell’aula consiliare Falcone-Borsellino, al termine di un lungo botta e risposta. Il sindaco, infatti, cercava una convergenza dell’opposizione. Non c’è stata. Ma Francesco Nappi del Movimento Cinque Stelle, unico candidato alla vicepresidenza, è stato eletto ugualmente al primo colpo anche con i voti della maggioranza.

Preoccupano, però, i numeri in consiglio comunale. Il campanello d’allarme è scattato non solo con l’assenza, ormai cronica, di Giulio Morlino. Il consigliere Dc non era al fianco del capogruppo Barbara Di Maio e dalle stanze di Palazzo Farnese si vocifera di un allontanamento definitivo dalla politica, con sempre più probabili dimissioni. A questo si aggiunge il giallo di un «voto ballerino». Secondo i presenti in consiglio, D’Apice avrebbe dovuto incassare 16 preferenze. E invece si è fermato a 15, con Nappi che ha totalizzato un voto più rispetto alle aspettative. E’ quindi partita la caccia al franco tiratore della maggioranza di centrodestra.

Nonostante tutto, il nuovo capo dell’assise si gode il momento: «Sarò il presidente di tutti, anche dell’opposizione» esordisce Emanuele D’Apice, che poi si commuove quando ricorda il padre scomparso un anno fa: «Devo tutto a lui, mi ha insegnato tutto».

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, il centrodestra pronto ad annunciare Bobbio

Pubblicato

il

Bobbio

Manca solo l’ufficialità. Luigi Bobbio tornerà a guidare il centrodestra di Castellammare di Stabia. Oggi potrebbe essere la giornata decisiva per l’annuncio.

Da Roma sarebbe arrivato l’ok di Forza Italia e della Lega per il ritorno dell’ex sindaco sceriffo. Ieri mattina si è rivisto in giro per il centro cittadino per iniziare a sondare il terreno di una campagna elettorale difficile.

Si riparte da dove si era interrotta la carriera politica dell’ex senatore di Alleanza Nazionale. Dal novembre del 2012, quando Bobbio fu sfiduciato in consiglio comunale con la bocciatura del bilancio per mano di una parte della sua stessa maggioranza. Un pezzo di centrodestra che ora avrebbe addirittura dato il via libera a una discesa in campo di Bobbio, sostenendo che solo con il suo carisma e la sua verve il centrodestra riuscirebbe a spuntarla in una campagna elettorale che si annuncia aspra proprio per via dello scioglimento per infiltrazioni.

Nelle ultime ore Luigi Bobbio sta radunando proprio i fedelissimi per riorganizzare la macchina elettorale. Sembra ormai tutto pronto. Manca solo l’annuncio, atteso nelle prossime ore.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, c’è il secondo candidato a sindaco: Antonio Alfano

Pubblicato

il

Bobbio

Nata da una convinta voglia di rinnovamento la nuova Coalizione Civica e Democratica, composta dalle seguenti liste civiche:

PARTITO DELLA CITTA ( Rappresentata dall’Avv. Francesco Schettino)

STABIA AL CENTRO ( Rappresentata dalla Dr.ssa Carla DiMaio)

PERCORSO CIVICO (Rappresentata dal Dr. Ciro Di Martino)

FORZA STABIA (Rappresentata dalla Dr.sa) Vincenza Maresca)

ALFANO SINDACO (Rappresentata dal Sig. Raffaele Verdoliva)

nella chiara idea di formare una nuova squadra di uomini e donne capaci di governare le sorti della nostra città, nella concretezza d’azione che contraddistingue le persone del fare e non quelle del solo dire, dopo mesi di lavori preparatori al programma amministrativo da realizzare in maniera realistica e concreta e, dopo aver aggregato altre forze civiche che hanno dato la loro adesione al progetto della coalizione, nell’odierna seduta del 13.04.2024, ha deciso, all’unanimità, di affidare la candidatura a Sindaco di Castellammare al D.r Antonio Alfano, Luogotenente della Guardia di Finanza in sevizio permanente e già ex Consigliere del Comune di Castellammare di Stabia.

La necessità di garantire un governo stabile e duraturo della nostra città, porta a ribadire la totale autonomia della Coalizione Civica così come composta, rispetto a scelte autoritarie ed autoritaristiche, derivanti da un lato dalla frammentazione delle idee di principio e dall’altro dalla autodeterminazione priva di autocritica oggettiva.

L’ulteriore necessità di un attento e lungimirante progetto di investimento dei fondi del PNRR, da attuare nell’interesse di tutta la collettività, impegnando in ciò sino all’ultimo euro, impone la costituzione di una SQUADRA DI GOVERNO STABIESE in grado di fornire al servizio della pubblica amministrazione competenze, conoscenze, professionalità e capacità operative come mai avute a disposizione nella nostra città sino ad oggi, riportando al “cosa pubblica” anche a coloro che per ragioni diverse ad oggi ne risultano disinteressati.

Saremo il miglior “edificato” dell’unico “cantiere aperto” che ad oggi ha dimostrato giusta e leale accoglienza a tutte le energie positive della Città, che hanno voluto e che vorranno condividere li nostro progetto.
In tale ottica, nei prossimi giorni, saranno organizzati tavoli tecnici con tutte le forze civiche che vorranno condividere con pari dignità li presente progetto.

Siamo e saremo un gruppo di uomini e donne, da oggi capitanati dal Luogotenente della GdF Antonio Alfano, che vogliono realmente il bene della nostra Castellammare.
Saremo quelli del fare e soprattutto del fare bene: Viva al nostra Coalizione Civica.

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, nasce Futuro Democratico e Riformista: “Ma non chiamateci lista civica”

Pubblicato

il

Bobbio

Nasce Futuro Democratico e Riformista.
Nasce la lista politica Futuro Democratico e Riformista in vista delle ormai imminenti elezioni amministrative a Castellammare di Stabia dell’8 e 9 Giugno 2024.

Siamo una lista politica (non civica), di donne e uomini da sempre impegnati nell’agone politico.
Siamo una lista di donne e uomini con un background culturale e politico che affonda le proprie radici nella comunità democratica e riformista.
Siamo figli di storie politiche che hanno segnato il tempo della politica e che non intendiamo affatto rinnegare anzi….
Vantiamo il primato della politica e riteniamo che, anche nelle venture elezioni in città, questo debba prevalere rispetto ad istanze occasionali, interessate ed, a dirla tutta, semplicemente velleitarie che incombono sulla città.
Riteniamo in questa fase di presentarci e di essere partecipi di quei processi democratici già avviati in città che vogliano portare al governo della stessa, competenza, serietà ed affidabilità amministrativa.
In una fase delicata per il futuro della città, oggetto di una serie di investimenti, di opportunità e risorse che ne potrebbero stravolgere in positivo il tessuto economico e urbanistico saremo in prima linea con il nostro contributo di idee e di programmi, nel segno della trasparenza e della legalità.
Proprio la legalità, la lotta alla camorra ed al malaffare diffuso sarà la nostra stella di riferimento, il dato valoriale principe del nostro percorso politico.
Oggi più di ieri , all’indomani dell’incontro che ha sancito l’empasse e l’azzeramento di ogni candidatura, riteniamo indispensabile lavorare per la unità del quadro politico nella comunità democratica .
Ripartiamo senza veti, ne’ pregiudizi, riconoscendo a chi ha lavorato in questi anni l’efficacia di una azione politica e la piena legittimazione a farsene interprete.
Lavoriamo ad un campo “solido” di condivisione programmatica e di visione di città.
Riteniamo, altresì, che la nostra città abbia bisogno del coraggio della ragione ma anche del sogno nel cuore .
Pertanto, fuori da ogni tattica o strategia, il nostro preciso impegno sarà quello di essere partecipe alla costruzione di un percorso democratico per l ‘individuazione di una leadership condivisa, essenziale per la vittoria delle elezioni e la tenuta del buongoverno in città.
AITRA COSTANTINO
DE SIERVI ANGELO
IOVINO LEA
LONGOBARDI NINO
PANNULLO ANTONIO

Continua a leggere

Politica

Volano gli stracci nella sede Pd, Amato (M5S) spiazza tutti: “Saracino mi chiese di sostenere Elefante”

Pubblicato

il

Bobbio

Sono volati gli stracci. E contrariamente a quanto fatto trapelare da un documento redatto nella sede del Pd, non è stato per niente un confronto positivo. A Castellammare di Stabia regna ormai il caos a pochi giorni dalla presentazione delle liste e a meno di due mesi dalle elezioni.

Il commissario regionale del Pd Misiani ha dovuto prendere atto che la candidatura di Gigi Vicinanza è in alto mare. Alla riunione solo due liste civiche hanno detto sì al giornalista (Essere Stabia e Energia Pulita), per il resto è stata una debacle. Lo stesso Nicola Cuomo, rappresentato sul tavolo da Alessandro Cascone, non ha garantito il sostegno vista la poca aggregazione di Vicinanza.

Compatto invece il fronte Elefante. Azione, Stabia Rialzati, Sinistra Italiana e Movimento Cinque Stelle non si sono mossi di un millimetro sul nome del presidente del Pd. Anzi, il deputato grillini Gaetano Amato ha anche rivelato un retroscena clamoroso, che ha lasciato Misiani e il segretario provinciale Annunziata a bocca aperta: “È stato Marco Sarracino a chiedermi per primo, a Roma nei corridoi della camera, di sostenere la candidatura di Roberto Elefante. Io lo sto ancora facendo, il Pd ha poi cambiato idea”. Apriti cielo.

Adesso il prossimo appuntamento è lunedì. Dopo di che Elefante ha già annunciato che se non ci sarà una schiarita inizierà la campagna elettorale, con o senza Pd. Perché di tempo se ne è perso troppo.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Il centrosinistra azzera tutto: serve un altro candidato | IL DOCUMENTO

Pubblicato

il

Bobbio

Tutto azzerato. Il centrosinistra riparte da capo. E non è il giro dell’oca, ma si tratta di scegliere il prossimo candidato sindaco di Castellammare di Stabia.

Alla riunione interpartitica di oggi, nella sede del Pd stabiese, a vedere quasi sfumate tutte le possibilità è sicuramente Gigi Vicinanza. Alla fine il giornalista non è riuscito ad aggregare e il Pd ne ha dovuto prendere atto alla presenza del segretario provinciale Annunziata e del commissario regionale Misiani.

In definitiva è stata accolta la proposta di Democratici e Progressisti di azzerare tutto. Ora ripartono tutti dallo stesso punto. E si va alla ricerca di un candidato di superamento come sancito dal documento firmato questa sera al termine della riunione.

Bobbio

 

Bobbio

 

 

 

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, centrosinistra in panne. Ora vacilla il nome di Vicinanza: “Non aggrega”

Pubblicato

il

Bobbio

Ancora una fumata grigia. Il centrosinistra di Castellammare di Stabia è ormai in panne. Mentre sta per maturare la candidatura a destra di Luigi Bobbio, il Pd e gli alleati non riescono a trovare la quadra. E anche questo pomeriggio, nel corso di una riunione inpertartitica decisiva, alla presenza del commissario regionale Misiani.

La matassa non si riesce a sbrogliare. Ma una notizia c’è. Questo pomeriggio al tavolo si è preso atto che il nome di Gigi Vicinanza non riesce a sfondare nel centrosinistra per guadagnare l’incarico di candidato sindaco.

+++seguono aggiornamenti+++

Continua a leggere

Politica

Bobbio come back. L’ex sindaco sceriffo chiama a raccolta i suoi: “Questa è l’ora”

Pubblicato

il

Bobbio

Cita il signore degli Anelli e chiama a raccolta i fedelissimi. Luigi Bobbio come back. E’ tornato. Sui social si rivede l’ “animale da campagna elettorale”, così come viene definito in queste ore da molti esponenti del centrodestra. L’ex sindaco sarebbe pronto a condurre la battaglia delle elezioni a Castellammare di Stabia. E forse la madre di tutte le battaglie, dopo lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche, che Forza Italia e gli alleati contestano duramente.

“E’ l’unico che può essere capace di rialzare le sorti del centrodestra e far capire agli elettori dell’ingiustizia subita con lo scioglimento” è il leitmotiv di queste ore nel centrodestra. E Luigi Bobbio affila le armi, pronto a mettere il coltello tra i denti e lanciarsi nella battaglia elettorale, dopo aver incassato l’endorsement di Maurizio Gasparri.

“Questa è l’ora, Cavaliere di Rohan” scrive sui social ai suoi seguaci. Luigi Bobbio sta per tornare.

Alberto Cimmino

 

Continua a leggere

Politica

Santa Maria la Carità, l’imprenditore Salvatore Filosa scende in campo: candidato sindaco di “Qui e Ora”

Pubblicato

il

Bobbio

Il Comitato civico Qui e Ora ha scelto di candidare sindaco Salvatore Filosa alla prossime elezioni amministrative di Santa Maria La Carità. La presentazione ufficiale del progetto del comitato civico “Qui e Ora” si terrà sabato 13 aprile alle ore 18.00 al Mon Blanc.

“L’evento sarà un’occasione per condividere tutti insieme idee, valori e impegno, ma anche per continuare l’interlocuzione e l’aggregazione di tutti i cittadini che vogliono dare un contributo fattivo alla realizzazione di una nuova Santa Maria La Carità più inclusiva e orientata al benessere di tutti. Qui e Ora è un gruppo sempre aperto, un’agorà di idee, uomini e progetti che aiuti il territorio a crescere e a diventare una comunità più giusta ed inclusiva, che promuova l’innovazione e lo sviluppo sostenibile, che sia di supporto alle famiglie e alle imprese, che migliori la qualità dei servizi e si occupi della cura del territorio”- si legge nella nota del comitato civico.

“Salvatore Filosa, 44 anni, imprenditore e alla prima esperienza politica, incarna i valori di integrità, competenza e passione che sono essenziali per guidare Santa Maria La Carità verso un futuro migliore. La sua capacità di ascoltare le esigenze dei cittadini e di agire con determinazione per risolvere i problemi, ci dà la sicurezza che saremo rappresentati con impegno e dedizione alle prossime elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno” – spiegano in una nota gli esponenti di “Qui e Ora”, il comitato civico che riunisce cittadini motivati e appassionati e che hanno deciso di impegnarsi in prima persona per difendere e valorizzare Santa Maria La Carità.

Continua a leggere

Politica

Coppola è già in campagna elettorale: “Ci sarà un assessorato al decoro urbano”

I primi punti del programma in vista del voto di Castellammare

Pubblicato

il

Bobbio

“Un assessorato al decoro urbano e servizi al cittadino. Sarà questo una delle deleghe più delicate che affiderò alla persona giusta se sarò eletto Sindaco di Castellammare di Stabia”.

Antonio Coppola, leader di una colazione civica centrista che correrà per la carica di primo cittadino alle prossime elezioni comunali, ha le idee chiare: “Bisogna dare una svolta immediata per migliorare la vivibilità della città, anche attraverso un restyling dell’arredo urbano e il miglioramento dei servizi al cittadino. Ci sono tanti interventi che possono essere realizzati nei primi 100 giorni di amministrazione che, da soli, potrebbero cambiare il volto di Castellammare e che, per incuria, mancanza di volontà o di coraggio, non sono stati fatti”.

Per il manager Asl “bisogna partire da un cronoprogramma per la manutenzione straordinaria dei beni pubblici, delle strade e dell’illuminazione pubblica, per poi stilarne uno di manutenzione ordinaria in modo che non ci siano più emergenze, come, ad esempio, quartieri interi lasciati nell’oscurità con grave pericolo per la sicurezza pubblica.

Senza dimenticare che “l’arredo urbano va studiato in collaborazione con le associazioni di categoria in modo che sia omogeneo e rispecchi l’immagine di una Castellammare più votata al turismo, come quella che noi vogliamo. Una Castellammare capace di presentarsi come città smart, con servizi internet e digitali offerti già in tante altre città turistiche, anche italiane. E allo stesso tempo a misura di anziani e persone con diverse abilità. Vogliamo una città inclusiva e, soprattutto, una città accogliente anche per i suoi residenti”.

E, a proposito di residenti, Antonio Coppola propone una riorganizzazione della ‘gestione’ delle aree residenziali, a partire dai parcheggi e dalle strisce blu.Chi non ha garage pertinenziale, non può essere tartassato dai costi del parcheggio che, fra l’altro, non si trova. Bisogna aumentare gli spazi riservati ai residenti aventi diritto con abbonamenti dal prezzo abbordabile e che deve essere calcolato in base all’ISEE, chi ha di meno deve pagare di meno. L’auto di famiglia non può finire per essere un peso anche se è parcheggiata in strada. I cittadini non sono limoni da spremere. Servono, inoltre, più aree per la sosta breve per incentivare la turnazione delle auto lì dove ci sono attività commerciali perché sia garantita la possibilità di fare shopping senza che si crei un caos con auto in divieto di sosta che contribuiscono a creare traffico e pericolo per i pedoni”.

Nella riorganizzazione dei parcheggi, seconda Coppola, andrebbe inserito anche un regolamento che prevede la possibilità di sanare le multe, come quella del ticket delle strisce blu scaduto, senza dover pagare l’intero importo. “Entro un paio di ore dall’emissione della multa, dovrebbe essere data la possibilità al cittadino di mettersi in regola applicando una tariffa forfettaria di massimo 10 euro da saldare via app o bonifico bancario o con carta presso sportelli di cortesia dei vigili urbani (come quelloesistente in via Mazzini)”, spiega il candidato sindaco dei centristi.

“L’assessorato ai servizi al cittadino avrà il compito di concentrarsi su queste iniziative e su tutte quelle possibilità di snellire la pachidermica macchina burocratica in modo da semplificare la vita dei cittadini garantendo servizi di qualità. A questo proposito – conclude Coppola – andranno sfruttate le nuove tecnologie. Ho in mente di lanciare un concorso di idee dedicato ai giovani stabiesi per realizzare start-up innovative che siano capaci di raggiungere questi obiettivi. Le migliori, le più utili, saranno finanziate dall’amministrazione che, poi, le utilizzerà per i propri servizi. Castellammare ha le potenzialità per riscrivere il suo futuro da sola, e noi, come amministrazione, garantiremo la partecipazione dei giovani delle migliori menti che abbiamo nella riorganizzazione e nella gestione della cosa pubblica”.

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, slitta ancora la riunione decisiva. Il Pd rinvia per tutelare Vicinanza

Pubblicato

il

Bobbio

Un nuovo slittamento. Non c’è pace per il Partito Democratico chiamato a scegliere il candidato sindaco in vista delle amministrative di Castellammare di Stabia.

Il tavolo era stato convocato per questa sera alla presenza dei rappresentanti provinciali e locali. E invece è stato rinviato a venerdì sera. La notizia del rinvio è stata resa nota soltanto ieri sera intorno alle 18.

Non ci sarebbe una motivazione particolare, ma secondo i bene informati si cercherà prima di chiudere su Vicinanza e poi affrontare l’interpartitico. Il giornalista non gode ancora di una coalizione ampia, ma il Pd napoletano non vuole fare a meno di Vicinanza. Così ha preferito rinviare piuttosto che fare una nuova riunione interlocutoria, o peggio ancora far sfumare la candidatura del direttore del Mav di Ercolano.

Ciro Serrapica

Continua a leggere

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.