Seguici sui Social

Politica

«Il Porto si trasformi in stazione crocieristica. Bisogna rivoluzionare il centro antico»

Le proposte dall’opposizione. Di Martino, Esposito e Nastelli: «Abbiamo un’idea chiara di città, vogliamo realizzarla con chi ama Castellammare»

Pubblicato

il

«il porto si trasformi in stazione crocieristica. bisogna rivoluzionare il centro antico»

«L’Antico porto stabiese si trasformi in una vera stazione croceristica». E forse è l’ultimo treno per Castellammare. A incalzare sono i consiglieri di opposizione Andrea Di Martino, Eutalia Esposito e Giovanni Nastelli: «Abbiamo letto con interesse ed attenzione l’intervista ad Andrea Annunziata, presidente dell’autorità portuale, su Metropolis. Proprio nei giorni scorsi in un incontro avuto con il consigliere Regionale Mario Casillo, sulle iniziative da intraprendere per perseguire azioni di investimento turistico della città, avevamo concordato di incontrare Annunziata sulla portualità. Siamo convinti che Castellammare può essere una stazione croceristica importante se non si limita a divenire un mero approdo di transito.
Sono indispensabili, a questo fine, investimenti strutturali rilevanti per trasformare le strutture a terra in servizi a supporto della portualità croceristica. Un mero uso della banchina per fare semplicemente transitare i turisti sarebbe una opzione con una eccessiva impronta ecologica e null’altro.
Contemporaneamente bisogna garantire la continuità produttiva di Fincantieri, che non può essere penalizzata da questa opzione e quindi con l’azienda vanno concordate le azioni e gli investimenti necessari, anche in vista dell’accordo di partenariato siglato nei giorni scorsi con Maricorderia».
Per i tre consiglieri di opposizione «va organizzato il sistema urbanistico circostante, attraverso azioni mirate, in un piano particolareggiato che in occasione del PUC presenteremo alla città». Da qui la proposta: «Abbattimento delle barriere a mare compresi i silos, con la realizzazione di una ampia piazza a mare e sottostante parcheggio;
Arretramento della stazione Terme Antiche a piazza Licerta. Realizzazione di un camminamento pedonale tra nuova stazione e l’hub croceristico e un altro tra la nuova stazione e le Antiche Terme; Riqualificazione area degli chalet dell’acqua della Madonna e restyling di piazza Fontana grande; Realizzazione dell’albergo di Caserma Cristallina; Collegamento tra le Antiche Terme e la spiaggia della corderia; Accorpamento dei silos Stivieri in via Acton e dei locali della vecchia stazione circum con le antiche Terme; Affidamento delle Antiche Terme ad un operatore turistico privato che assicuri gli investimenti necessari alla loro trasformazione in un avanzato centro di benessere. Abbiamo una idea per la nostra città e vogliamo realizzarla con chi la ama» concludono Di Martino, Esposito e Nastelli.


Politica

ELEZIONI | La stabiese Carmen Di Lauro (M5S) rieletta alla Camera, flop Tina Donnarumma (Lega)

Eletta all’uninominale di Somma Vesuviana

Pubblicato

il

«il porto si trasformi in stazione crocieristica. bisogna rivoluzionare il centro antico»

Elezioni politiche, salgono a due gli stabiesi eletti alla Camera. Dopo l’attore Gaetano Amato, anche Carmen Di Lauro sbaraglia la concorrenza e vince l’uninominale del collegio di Somma Vesuviana. Con quasi il 35% Di Lauro batte Marta Schifone di Fratelli d’Italia.
C’è un’altra stabiese che non ce l’ha fatta. Tina Donnarumma raccoglie poco più del 20% nel collegio di Acerra, vinto sempre dai Cinque Stelle. Ma in questo caso il centrodestra arriva terzo, dietro al candidato di centrosinistra Paolo Siani, fratello di Giancarlo, giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy