Connect with us

Attualità

L’oroscopo di mercoledì 21 luglio: la giornata segno per segno

Published

on


Oroscopo, cosa ci aspetta oggi secondo lo zodiaco
Ariete – Sforzatevi di coltivare le relazioni sociali, può esservi utile. Nei rapporti d’amore siete vincenti.
Toro – Nel lavoro cercate di indirizzare le vostre energie verso un valido obiettivo. In amore più cautela.

Gemelli -Nel lavoro non aspettatevi che tutto fili liscio. In amore non dovete fare il primo passo.
Cancro – Nel lavoro siete davanti ad un bivio. Mettete ordine nei rapporti affettivi.
Leone – Fare progetti vincenti richiede una dose di concretezza. In amore vi aspettate sempre troppo.

Vergine – Un fatto nuovo ed imprevedibile vi aprirà nuove prospettive. Troppo orgoglio in amore.
Bilancia – Avete la possibilità di realizzare ottime cose nel lavoro. In amore comportamento ambiguo.
Scorpione – Le esperienze fatte finora nel lavoro vi consentiranno di arrivare in alto. In amore fate progetti.
Sagittario – Passo avanti nella carriera ma il prezzo sarà alto. State capendo il reale valore del partner.
Capricorno – Nel lavoro dovete cercare di essere più convincenti. Attenzione alla gelosia.
Acquario – Uscirete da una situazione difficile ammettendo i vostri errori. L’amore diventa difficile.
Pesci – Un delicato e pesante viaggio di lavoro alla fine vi aprirà nuovi orizzonti. Equivoco con il partner


Advertisement

Attualità

Impresa femminile e under 35: le agevolazioni per giovani e donne

Published

on

Un’idea imprenditoriale valida e un progetto d’impresa solido sono la base di ogni azienda che funziona. Ma per partire, benché indispensabili, questi due elementi potrebbero non essere sufficienti: sono necessarie anche adeguate risorse economiche.

Ecco che, in questo quadro, si inseriscono gli incentivi di Invitalia, l’agenzia per lo sviluppo del MISE, destinati principalmente a giovani under 35 e alle donne che vogliamo dare vita a un’impresa. In alcuni casi, la forbice dell’età s’allarga, arrivando a coinvolgere anche persone più mature.
Tra le principali misure proposte, troviamo Resto al Sud e Nuove imprese a tasso zero.

Resto al Sud è una misura studiata per gli imprenditori del Sud Italia con un età massima di 55 anni. Possono far domanda i residenti in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e del 2017. I richiedenti possono ottenere fino a 60mila euro, in parte come contributo a fondo perduto, in parte sotto forma di finanziamento agevolato (8 anni a tasso zero).  Il progetto coinvolge le imprese dei settori agricoltura, artigianato, industria, turismo, pesca e acquacoltura e servizi a favore delle imprese e e delle persone. Il contributo finanziato andrà a coprire le spese per ristrutturazione e manutenzione di immobili, l’acquisto di macchinari, attrezzature e impianti, programmi informatici e IC e i costi per avviare l’attività d’impresa (materie prime, affitti, leasing, assicurazioni, etc.).

Nuove imprese a tasso zero, invece, si rivolge a giovani e donne che vogliano creare micro e piccole imprese in tutto il territorio italiano. Così come Resto al Sud, questa misura prevede una parte a fondo perduto e una parte sotto forma di finanziamento agevolato, con spese fino a 3 milioni di euro e copertura fino al 90% delle spese ammissibili. Sono previsti anche servizi di tutoring.
Le imprese ammesse dalla misura possono essere dei settori più disparati: produzione di beni nei settori industria e artigianato, fornitura di servizi a imprese e alle persone, progetti innovativi, attività turistiche e culturali. Le imprese, per partecipare, devono essere costituite in prevalenza da giovani under 36 oppure da donne senza alcun limite di età. La valutazione della domanda avviene a sportello secondo l’ordine di arrivo: se concesso, i programmi di investimento devono durare al massimo due anni.

Per ottenere i finanziamenti previsti dalle due misure, bisogna compilare correttamente la domanda in tutte le sue parti e allegare documenti che attestino la sostenibilità del progetto d’impresa (business plan, strategie e analisi del mercato di riferimento, descrizione dell’attività proposta). L’assenza dei documenti necessari o una domanda compilata solo in parte possono inficiare la domanda. Se si hanno dubbi, perplessità e non si vuole correre il rischio di presentare domande incomplete, è buona norma rivolgersi a società esperte di finanziamenti agevolati per le imprese: tra queste, troviamo Contributi PMI, team di professionisti specializzati in finanza agevolata, per aumentare le possibilità di avere il finanziamento necessario a far partire la propria impresa.

Scegliere i giusti consulenti consentirà di presentare una domanda completa e dare finalmente concretezza alla propria idea di business.

Continue Reading

Trending