Seguici sui Social

Politica

Mare gratis per i poveri, il Pd attacca: «Figuraccia». L’assessore: «Stanno arrivando adesioni»

Botta e risposta tra i Dem stabiesi e la delegata alle politiche sociali Sabrina Di Gennaro

Pubblicato

il

mare gratis per i poveri


«Una colossale figuraccia!». Così il Pd definisce il bando «tutti al mare» con cui l’amministrazione ha teso la mano ai più poveri. Il risultato è stato un flop, con pochissime domande. «Una figuraccia. Si può definire soltanto così quanto successo alla giunta Cimmino e al bando “Mare per tutti” che avrebbe dovuto consentire il libero accesso nelle spiagge private cittadine a 154 nuclei familiari a reddito zero durante l’estate 2021 – si legge in una nota del Partito Democratico – I criteri individuati per l’accesso al “beneficio” facevano già presagire il fallimentare esito: esclusi i fine settimana ed il mese di agosto, rigidi turni mattina/pomeriggio, limite di un ombrellone e due sedie a sdraio per ogni famiglia (comprese quelle con più di due persone), niente accesso per le famiglie con più di quattro o cinque componenti. Per finire, del trasporto pubblico per garantire il servizio nemmeno l’ombra, con i volontari chiamati a sostituirsi alle mancanze del Comune. È evidente come tali criteri siano iniqui, imbarazzanti e per tanti aspetti umilianti, finendo per individuare veri e propri cittadini di serie B a cui il Comune concede (bontà sua) la possibilità di andare qualche ora al mare, con tanto di difficoltà ed imbarazzo. La migliore risposta l’ha data la dignità degli stabiesi, che di fatto hanno ignorato il bando partorito dalla fervida creatività dell’amministrazione di Centrodestra. Il problema dell’accesso al mare e alle spiagge non è nuovo e richiede risposte ben più forti e che soprattutto non mortifichino la sensibilità di nessuno. Il controllo dell’effettivo libero accesso alle spiagge pubbliche (anche nella periferia nord), la riduzione delle tariffe per i residenti, il potenziamento del trasporto pubblico, la possibilità’ di dare finalmente seguito a quanto previsto dalla Legge 296/2006 e dalla Legge 217/2011 sul libero accesso all’area di battigia anche a scopo di balneazione: sono tematiche sulle quali ci aspetteremmo dalla giunta un confronto vero e risposte che non si limitino ad inutili spot solo per riempire qualche colonna di giornale o una pagina social poco servono e sono altre le richieste che vengono dalla città, bisognerebbe però avere la capacità e la sensibilità per saperle ascoltare. Ma oramai conosciamo bene l’amministrazione Cimmino, e purtroppo per la nostra città non ce la sentiamo di essere ottimisti».

Immediata la replica dell’assessore alle politiche sociali Sabrina Di Gennaro: «Bando flop? Tutt’altro. ‘Tutti al mare’ è una novità assoluta per la nostra città, a cui gli stabiesi si stanno abituando giorno per giorno. Da lunedì le prime famiglie potranno accedere gratuitamente ai lidi che hanno accolto con favore l’iniziativa, collaborando con l’amministrazione comunale. E ci tengo a precisare, per qualche diffidente di turno, che si tratta di un progetto inclusivo e non discriminatorio: con questo sistema tutti potranno godersi l’estate in uno stabilimento balneare a prescindere dalle possibilità economiche. E gli ombrelloni destinati alle famiglie bisognose sono completamente integrati nello stabilimento che aderisce all’iniziativa».

«Il bando è ancora aperto – prosegue l’assessore Di Gennaro – e le domande vengono analizzate in modo dinamico, man mano che pervengono ai servizi sociali. Stiamo ricevendo molte nuove adesioni all’avviso pubblico in questi giorni, un incremento fisiologico che ci consentirà di accogliere ai lidi numerose famiglie bisognose. E siamo pronti ad annunciare nuove iniziative per dare risposte importanti ai cittadini in difficoltà e alle fasce deboli nella nostra città».


Politica

La Lega incontra il commissario e si candida a guidare il centrodestra del dopo-Cimmino

Il partito di Salvini anticipa tutti e si infila a Palazzo Farnese: “Pronto un piano sicurezza per la città”

Pubblicato

il


E’ il primo partito a incontrare la commissione prefettizia. La Lega mette la prima bandierina e si candida a guidare il centrodestra del dopo-Cimmino. Questa mattina il partito di Salvini è stato ricevuto dal vice commissario Passerotti, a Palazzo Farnese. Una rappresentanza formata dal segretario cittadino Casimiro Donnarumma, la segretaria provinciale Tina Donnarumma, l’ex funzionario comunale Franco Ilardi e l’ex consigliere comunale Antonio Alfano.

“Abbiamo evidenziato alcune problematiche quali sicurezza del territorio, viabilità, piano traffico, implementazione parcheggi, turismo e decoro urbano – annuncia Casimiro Donnarumma – Abbiamo ricevuto un fattivo riscontro, a margine del confronto la Commissione ha dichiarato che sarebbe in dirittura di arrivo la presentazione, l’approvazione e l’applicazione di un piano di sicurezza della città con nuove ed innovative tecniche di video sorveglianza”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica