Cronaca

Lago dei cigni nel degrado, insetti invadono strutture ed abitazioni sulla collina del Solaro 

Il lago dei cigni alle nuove Terme si è trasformato in una riserva di acqua putrefatta e maleodorante

Pubblicato

il

Castellammare di Stabia. Strutture ed abitazioni adiacenti al Parco Idropinico delle Nuove Terme invase da insetti di ogni specie.  E’ il disagio che da mesi stanno vivendo gli abitanti della zona ma anche i fruitori delle strutture sportivo/ricettive della zona. E proprio nelle ultime settimane, durante tutto il periodo estivo, tanti bambini hanno anche partecipato al campo estivo organizzato nel Tennis Club.

Tra le cause ci sarebbe l’ormai ex lago dei cigni diventato una riserva di acqua putrefatta e maleodorante. E non solo, stata anche segnalata la presenza di ratti che trovano terreno fertile grazie all’abbandono di rifiuti ad opera di cittadini stranieri che trovano rifugio notturno nella struttura che un tempo era dedicata alla mescita delle acque. Questo il quadro degradato che si presenta dopo anni dalla chiusura in attesa di un piano di rilancio di una struttura che negli anni passati era fiore all’occhiello dell’intera regione. La scorsa settimana invece, nelle Antiche Terme, i carabinieri nell’ambito di un’inchiesta sui narcos dei lattari hanno scoperto una piantagione di marijuana proprio a pochi passi dall’area dove si stanno tenendo gli eventi estivi programmati dall’amministrazione Cimmino. emidav

LEGGI ANCHE: 
Dai summit di camorra alle coltivazioni di marijuana, il triste declino delle Terme

 


Trending

STABIANEWS.IT fa parte della TESTATA GIORNALISTICA ONLINEMAGAZINE.IT Reg. Torre Annunziata (NA) N.01/2017.
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.
Copyright 2018-2020

Exit mobile version