Seguici sui Social

Politica

Un settembre thriller per Cimmino: Marina di Stabia, porto e crisi politica alle porte

Convocata la conferenza dei servizi per le opere a terra del porto turistico. Sullo sfondo l’incubo dello scioglimento per infiltrazioni camorristiche


Pubblicato

il

«No, grazie. Il caffè mi rende nervoso». Come dargli torno a Gaetano Cimmino. Settembre è un mese cruciale, sia sul piano politico che amministrativo. Il sindaco è atteso da un autunno di fuoco, alle prese con due progetti fondamentali per il futuro della città. E ogni passo falso sarà pagato a caro prezzo da Castellammare per i prossimi 20 anni. Si inizia con Marina di Stabia: il primo cittadino ha convocato per il 30 settembre la conferenza dei servizi alla quale saranno presenti due ministeri, la Regione, Marina di Stabia, la Soprintendenza e via via gli enti minori. Si attende una modifica del progetto da parte del Marina, con l’addio agli appartamenti venduti a terzi. Ci sarebbe spazio soltanto per residence, albergo e b&b.

Settembre sarà anche il mese in cui il consiglio comunale dovrà esprimersi sul progetto dell’hub crocieristico, con tutte le difficoltà del caso per l’interferenza con Fincantieri che non gradisce la svolta turistica del porto commerciale del centro antico.

Sullo sfondo quella che potrebbe diventare una crisi politica, già accennata dalla divisione e dall’opa lanciata da Cimmino sulle elezioni di Gragnano.

Senza dimenticare l’incubo scioglimento che tiene in apprensione la maggioranza di centrodestra e che sicuramente potrebbe determinare nuovi equilibri e soprattutto rinnovate paure.

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Politica

Lastre di amianto nei locali abbandonati di villa Gabola

Il Comune programma la bonifica per oltre 11mila euro

Pubblicato

il

amianto

Lastre e canne fumarie di amianto nei locali abbandonati di villa Gabola. Il Comune, nel tentativo di effettuare un sopralluogo per la riqualificazione dell’immobile di fondazione ottocentesca del quartiere San Marco, si è imbattuto nella presenza di rifiuti speciali pericolosi. Così è stato programmato l’intervento per oltre 11mila euro

Per Villa Gabola e il suo parco è in corso la redazione di un progetto finalizzato alla “Realizzazione di un centro di aggregazione giovanile, Art Factory” con finanziamento europeo. Al momento è in corso la progettazione definitiva dell’interventi, ma si rende necessaria l’attività di bonifica al fine di consentire l’accesso in sicurezza dei progettisti incaricati del servizio di redazione del progetto definitivo ed esecutivo, dal momento che è stata rilevata la sospetta presenza di fibre amianto contenute all’interno del manufatto.

Continua a leggere

Trending