Seguici sui Social

Politica

Venduta all’asta la pista di pattinaggio, corsa contro il tempo per salvare la Sint

Offerta di 380mila euro della società sportiva Antares

Pubblicato

il

SInt-areasportiva


E’ stata aggiudicata l’asta per la vendita della pista di pattinaggio di proprietà della Sint. La società che gestisce il patrimonio di Terme di Stabia incasserà 380mila euro, cioè quanto ha offerto la società che ha comprato l’immobile. Si tratta della Antares pattinaggio, società sportiva che già in passato ha usufruito degli spazi di Viale delle Puglie. Resta al Comune invece il pallone geodetico, donato dal Coni diversi anni fa e quindi non alienabile.

A questo punto la Sint incassa altri quattrini per cercare di salvare la società dal fallimento. Anche se il prossimo passo potrebbe essere quello di mettere in vendita l’albergo delle Terme, una manovra che i diversi consulenti che si sono susseguiti a Palazzo Farnese hanno sempre consigliato. Non ultimo Elio Mendillo in una delle recenti relazioni depositate e indirizzate ai vertici dell’amministrazione comunale.

Daniele Di Martino


Politica

Crollo al Caporivo, il Comune ordina la messa in sicurezza ai proprietari

Pubblicato

il


Crollo di un palazzo abbandonato al Caporivo, il Comune ordina la messa in sicurezza ai proprietari. In tutto sono 13 gli eredi e sono stati raggiunti dalla notifica di un’ordinanza contingibile e urgente firmata dal commissario Raffaele Cannizzaro. Gli uffici del settore tecnico hanno al momento messo in sicurezza l’area di Largo Marchese de Turris, o meglio conosciuta come piazzetta del Caporivo, transennando l’area del crollo avvenuto il 14 agosto scorso. Ma sarebbero necessarie ulteriori verifiche per escludere pericoli per l’incolumità pubblica.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica