Politica

Scuola, Nascono due nuovi istituti comprensivi a Castellammare

Via libera in giunta al piano di dimensionamento. Maria Romano (FdI): «Un risultato importante»

Pubblicato

il

Due nuovi istituti comprensivi a Castellammare. E’ il risultato di una delibera di giunta, approvata questa mattina, su proposta dell’assessore all’istruzione Maria Romano. E’ stato dato il via libera al dimensionamento scolastico, dopo dieci anni dall’ultimo piano, un atto di programmazione che consente a due istituti di non perdere l’autonomia scolastica.

Si tratta di scuole che rischiavano, nei prossimi tre anni, di finire sotto la soglia minima dei 600 alunni. Parliamo del quarto circolo (Annunziatella) e della Bonito-Cosenza. Così, entrambi i plessi sono stati accorpati ad altri istituti. Sono stati quindi costituiti due istituti comprensivi: Castellammare nord (la Denza di Ponte Persica con il quarto circolo dell’Annunziatella) e San Marco (la Bonito-Cosenza con il III circolo), entrambi con una platea di circa 1200 alunni.

Soddisfatta l’assessore di Fratelli d’Italia, Maria Romano: «Dopo un’analisi attenta e diversi incontri con i dirigenti scolastici che hanno fatto le loro proposte, siamo riusciti a trovare una linea comune – dichiara la delegata alla scuola della giunta Cimmino – Purtroppo dobbiamo fare i conti con un calo demografico importante, di questo passo ci saremmo trovati con quattro istituti sotto dimensionati tra un anno. Abbiamo anticipato i tempo e abbiamo ricostruito la rete scolastica cittadina. Per le altre scuole come Panzini, Wojtyla, Di Capua, Stabiae e Basilio Cecchi non ci sono problemi di sotto dimensionamento».

Nei giorni scorsi, il presidente del consiglio comunale Emanuele D’Apice ha inviato una lettera al dirigente per rimarcare i ritardi nell’avvio dei servizi mensa e trasporto scolastico. Maria Romano difende il suo operato: «Chi non opera nella scuola non può capire la complessità del lavoro di avvio di un anno scolastico. Noi siamo ritornati quasi alla normalità dopo due anni per via del Covid, sfido chiunque a operare con tranquillità in una fase così delicata. Gli uffici stanno lavorando tanto, ma sono sotto organico. Oltretutto, un servizio come quello della refezione scolastica, in seguito all’emergenza Covid, deve rispettare precisi parametri e protocolli di sicurezza. Stessa cosa per il trasporto scolastico. E poi bisogna considerare che non tutte le scuole hanno gli organici completi. Non si può gonfiare tutto come un palloncino, bisogna fare i conti con il momento storico che viviamo. In ogni caso, tra la prossima settimana e la fine di ottobre, entrambi i servizi saranno operativi». 

Daniele Di Martino


Trending

STABIANEWS.IT fa parte della TESTATA GIORNALISTICA ONLINEMAGAZINE.IT Reg. Torre Annunziata (NA) N.01/2017.
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.
Copyright 2018-2020

Exit mobile version