Politica

Palestre scolastiche chiuse, così scompare lo sport minore

La denuncia di Andrea Di Martino (Italia Viva)

Pubblicato

il

Palestre scolastiche chiuse, lo sport minore rischia di scomparire. È la denuncia di Andrea Di Martino, consigliere di Italia Viva: “C’erano una volta le scuole aperte allo sport e alle attività extra scolastiche. Tranne il calcio, lo sport a Castellammare oggi rischia di sparire. Le palestre scolastiche degli istituti comunali, dove negli anni scorsi si svolgevano attività sportive, allo stato sono inutilizzabili. La responsabilità viene scaricata sui dirigenti scolastici, senza che il sindaco e la giunta offrano un supporto, una mediazione, al fine di consentire l’apertura delle Palestre scolastiche il pomeriggio.
Senza un intervento immediato, sport come Basket e pallavolo, rischiano di sparire definitivamente, lasciando a casa atleti che hanno negli anni ottenuto affermazioni e risultati. Il pallone Geodetico, che era l’unica struttura pubblica, è stato venduta. Il centro sportivo Siani, al quartiere CMI, dopo tre anni è ancora fermo ai progetti. Restiamo un attesa della Convenzione con la città Metropolitana per utilizzare la struttura sportiva del Liceo Scientifico. Dopo il fermo per i Covid, si rischia il fermo dello sport per l’incapacità di questa Giunta a governare. Si intervenga e si offra supporto alle scuole affinché si aprino le palestre scolastiche il pomeriggio al più presto”.


Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Exit mobile version