Seguici sui Social

Calcio

Juve Stabia, il presidente Langella: «Arrabbiato per la resa di questa squadra. I tifosi hanno ragione». IL VIDEO

Pubblicato

il

Juve Stabia

Tanta amarezza e rabbia per Andrea Langella, patron della Juve Stabia, che nel corso di un video messaggio di auguri natalizi ha analizzato brevemente questa prima parte di campionato delle Vespe. Langella ha parlato di «squadra che sulla carta può competere con le prime cinque ma che ha una resa meno della metà» di quanto può rendere. E per questo si è detto «arrabbiato e nervoso» dando ragione alla tifoseria «che ha l’obbligo – ha detto – di lamentarsi». Ieri infatti durante la gara con la Fidelis Andria, terminata per uno a uno, al Menti i tifosi della Sud hanno affisso uno striscione di contestazione: «Mercenari senza umiltà, non peritate questa città» emblema del periodo buio che vive la squadra di mister Stefano Sottili.

«Un po’ è anche colpa mia – ha affermato Langella – per non aver dato atto al progetto che avevo accennato ad inizio campionato. Da Gennaio ci ritorneremo, ci aspetta un anno pieno di sacrifici e di lavoro per centrare il nostro obiettivo». Antonio di Capua

Foto: Emilio D’Averio


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com