Politica

Lavori in villa, l’autogol di Cimmino: “Rimediamo agli errori del passato”. Ma il progetto l’approvò il centrodestra

La giunta Bobbio “dimenticò” l’ultimo tratto di lungomare

Pubblicato

il

FacebookTwitterWhatsAppTelegramShare

“Rimediamo agli errori del passato”. Con questo spirito Gaetano Cimmino ha annunciato i lavori di pavimentazione dell’ultimo tratto della villa. Un autogol, perché a progettare il restyling della villa comunale fu un tecnico incaricato dal centrodestra, quando il sindaco era Luigi Bobbio e il presidente del consiglio comunale era proprio Cimmino.
Quindi a dimenticare quel tratto fu di villa fu proprio una giunta cara all’attuale sindaco.
Ecco la versione smemorata del primo cittadino stabiese: “Poniamo rimedio finalmente ad una serie di errori progettuali risalenti ad oltre un ventennio fa e alle lacune più recenti nell’esecuzione degli ultimi lavori di restyling della villa comunale. Niente più allagamenti in quel tratto, niente più dislivelli sulla pavimentazione: decoro, vivibilità e sicurezza per rendere sempre più accogliente il biglietto da visita della nostra città”.
In ogni caso sarà rimossa la pavimentazione in tufo nell’ultimo tratto di villa comunale. Sono in corso i lavori per la sostituzione della pavimentazione obsoleta nei pressi della banchina di zi’ Catiello, che sarà uniformata ai materiali dell’intera passeggiata sul lungomare. Un intervento che abbiamo incluso all’interno del cantiere per la realizzazione del punto di sbarco, finanziato interamente dalla Regione Campania per 220mila euro.

Daniele Di Martino


Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche