Seguici sui Social

Cronaca

Arriva un nuovo mezzo in uso alla Misericordia di Santa Maria la Carità

Un veicolo speciale per il trasporto di soggetti diversamente abili e fragili


Pubblicato

il

Misericordia

Santa Maria la Carità. Arriva un veicolo nuovo in uso all’Associazione Misericordia di Santa Maria la Carità. Si tratta di un mezzo speciale, fornito in comodato d’uso gratuito dalla società “PMG Italia spa” e posto al servizio della comunità intera, per favorire il trasporto di persone svantaggiate, diversamente abili e di altri soggetti fragili del territorio che per ragioni fisiche, psichiche o di anzianità, si trovano in condizioni di bisogno e necessità.

L’iniziativa, rientrante nell’ambito del Progetto sociale di mobilità garantita, è stata resa possibile grazie ad una vera e propria cordata di aziende, piccoli imprenditori e artigiani locali che con i loro contributi renderanno possibile il finanziamento e il mantenimento del mezzo stesso.

«Abbiamo portato a compimento un obiettivo – spiega l’assessore alle Politiche sociali, Agostino Elefante – Questo è un punto di partenza per il nostro territorio ma anche la prosecuzione di un sistema integrato di servizi sociali che vede impegnati il mondo associazionistico e l’Amministrazione comunale e che porterà grandi frutti.

Questo veicolo speciale presenta contenuti di alto valore etico e sociale che consentono sia alle persone più fragili di partecipare attivamente alla vita della società, soddisfacendo il fondamentale bisogno umano di contatti e relazioni, sia alla Misericordia di espletare in maniera completa le proprie attività sul territorio.
Colgo l’occasione, per ringraziare tutti i volontari dell’associazione per quello che silenziosamente fanno e hanno fatto nel benessere della comunità nella fase triste e difficile della Pandemia: dall’assistenza agli anziani e ai disabili alla consegna a domicilio di ossigeno e beni di prima necessità.

Allo stesso modo, ringrazio gli imprenditori locali che hanno deciso di abbinare la propria immagine a questa iniziativa solidale e sociale e di elargire contributi che andranno ad arricchire la società stessa, anche in termini di valori, garantendo piena autonomia e pari dignità sociale a tutti i cittadini.

Visibilmente soddisfatta anche Raffaella Boccia, Coordinatrice dell’ Associazione Misericordia di Santa Maria la Carità: «E’ la realizzazione di un progetto in cui abbiamo sempre creduto. Ringrazio l’ Amministrazione, i volontari per il lavoro che fanno quotidianamente, gli sponsor che ci hanno dato la possibilità di aiutare il prossimo e di essere presenti per l’altro e, soprattutto, Don Francesco che è il nostro padre spirituale. Crediamo che per lavorare bene bisogna fare squadra, non solo tra noi, ma anche con chi ci sostiene. Tutto quello che facciamo lo facciamo per sostenere il fabbisogno».


Continua a leggere
Clicca per commentare

Rispondi

Cronaca

Bar trasformato in sala giochi senza alcuna autorizzazione: il Comune ordina la chiusura

Stop forzato per un locale di via Enaudi dopo un controllo della polizia di Stato

Pubblicato

il


Un bar diventato sala giochi in assenza di autorizzazioni. Il Comune ordina lo stop al locale su disposizione del commissariato di polizia. E’ stata notificata al titolare dell’esercizio commerciale di via Enaudi l’ordinanza di chiusura, motivandola con la trasformazione dell’attività senza comunicarlo agli uffici comunali. In particolare, nell’ordinanza, si evidenzia che il proprietario “effettuava la riduzione della superficie di vendita, la riduzione del settore merceologico dell’attività di Bar, effettuando abusivamente, all’interno di detti locali, l’attività di sala giochi, nonché alterava lo stato dei luoghi, effettuando una diversa distribuzione degli spazi interni da come indicato in planimetria all’atto di presentazione della S.C.I.A., senza effettuare l’obbligatorio aggiornamento della stessa”.

Del caso se ne erano occupati gli agenti della polizia di Stato. In seguito al sopralluogo, la dirigente del commissariato, richiedeva al comune di “emettere l’ordinanza di cessazione dell’attività e contestuale annullamento della S.C.I.A. di esercizio di BAR”.

Sono stati poi accertati anche lavori abusivi “che hanno portato ad una diversa distribuzione degli spazi interni e più in particolare, alla realizzazione di un nuovo locale costituito da bagno e
antibagno”.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica