Seguici sui Social

Politica

L’INTERVISTA | Peppe Giordano: «Puc e spiagge, troppe bugie da Cimmino»

Il segretario del Pd accusa il sindaco: «Le sue parole sono uno schiaffo all’intelligenza degli stabiesi»

Pubblicato

il

«Le parole del sindaco sono uno schiaffo all’intelligenza dei cittadini. Una miscela imbarazzante di bugie e inesattezze». Parola del segretario del Pd, Peppe Giordano. Sono giorni in cui il dibattito cittadino è animato dal piano spiagge e dal piano urbanistico comunale. Inevitabile poi parlare di via De Gasperi e Marina di Stabia. Il futuro della città sta tutto qui.

Il sindaco Gaetano Cimmino dice che saranno solo lidi attrezzati, con ampi spazi per i cittadini. Ma dal piano approdato in commissione non risulta essere esattamente così…

«Penso a un’intervista rilasciata dal sindaco qualche giorno fa a Metropolis. Nel difendere l’operato del piano spiagge il Sindaco risponde ad una precisa domanda del giornalista che “immagina spiagge libere attrezzate, dove il cittadino può trovare ampie zone dove stendere tranquillamente il telo, prendere il sole e fare il bagno. E altre in cui può richiedere servizi ai gestori…”. Parla praticamente di un’ampia offerta a disposizione della cittadinanza. Ma stiamo parlando dello stesso piano caricato sull’Albo Pretorio comunale? Perché dalla lettura del piano risulta che sul tratto di costa individuato come “Zona B”, l’area di costa è stata suddivisa in 17 lotti, di cui uno da lasciare a spiaggia libera eventualmente attrezzata e gli altri 16 lotti da dare in concessione a privati come stabilimenti balneari».

Come si spiega questo cambio di rotta?

«Delle due l’una: o non conosce il piano redatto dai tecnici comunali sotto indicazione politica e programmatica dell’Amministrazione o sta spudoratamente mentendo ai cittadini stabiesi. Ma non finisce qui».

Prego.

«Sulla possibilità di costruire su Corso De Gasperi nuovi volumi residenziali sarebbe gradito che il sindaco dicesse la verità. Inutile rispondere con un secco e perentorio no. È di pochi mesi fa, infatti, il tentativo di realizzare più di cento immobili sulle aree a terra di Marina di Stabia ed in altre porzioni di territorio di quella parte di città. È logico che la risposta sia “no”. Ma è un “no” obbligato, frutto dell’intervento della Corte Costituzionale che lo scorso dicembre ha di fatto bloccato ogni tentativo di speculazione. Giova ricordare che i piani dell’amministrazione erano diversi. Che faccia tosta il Sindaco!».

C’è in ballo il futuro della città. Non solo con Marina di Stabia e via De Gasperi. E’ stato approvato il Puc, ma la città ha potuto seguire un solo appuntamento pubblico. E’ un problema questo?

«Voglio soltanto fare un esempio a proposito di Puc. Mi chiedo se è normale che i documenti principali caricati sull’albo pretorio abbiano un’estensione p7m che non permette ad un semplice cittadino di poter visionare gli elaborati del più importante strumento pianificatorio. Con questo metodo è possibile visionare i documenti solo se non in possesso di una firma digitale. È una cosa legittima, è così che funziona? Alla faccia della trasparenza tanto decantata».

Daniele Di Martino


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

ELEZIONI | Reddito di Cittadinanza, proposta di Nora Di Nocera: “Va implementato”

La candidata al Senato per il centrosinistra: “Mantenere una parte del sussidio anche dopo aver trovato lavoro”

Pubblicato

il

“Il redddito di cittadinanza va implementato e va mantenuto anche dopo aver trovato un lavoro”. E’ la proposta di Nora Di Nocera, candidata per il centrosinistra al Senato per il collegio di Castellammare-Torre, in vista delle elezioni del 25 settembre.

“Il reddito di cittadinanza è una misura sacrosanta che va salvaguardata ed implementata. Il rdc, inoltre, ha permesso a tanti italiani di beneficiare di un reddito in un momento molto complicato per l’intero Paese che ha attraversato la crisi economica e sociale derivante dalla pandemia da Covid – spiega la candidata – Del resto, la storia ci dice che è stato il Partito Democratico ad aver introdotto tale misura come reddito di inclusione, poi diventato reddito di cittadinanza. E’ perciò vero che il reddito viene percepito in Campania e nel Sud Italia in percentuale maggiore rispetto al Nord, ma non penso né che possa condizionare il voto né che sia un disincentivo al lavoro nella nostra regione. Se ci sono dati in tal senso allora dobbiamo inserire la possibilità per i percettori di mantenere una parte del sussidio nel caso in cui trovino un impiego. L’accompagnamento al lavoro è una necessità di cui bisogna discutere, ma parliamo comunque di una misura necessaria di contrasto alla povertà, che ricordo a tutti che non è una colpa. Dati Istat confermano che nel 2020 grazie al reddito di cittadinanza e di emergenza si è evitato che circa un milione di cittadini arrivasse sotto la soglia della povertà assoluta”.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy