Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, riduzione fondi per progetti di sicurezza urbana. Il CSA scrive ai commissari

Il CSA chiede di aumentare i fondi per i progetti di sicurezza urbana da destinare alla Polizia Municipale

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. Il CSA, Coordinamento Sindacale Autonomo, chiede di rivedere i fondi destinati a progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana ed alla sicurezza stradale. Per quest’anno il comune di Castellammare di Stabia ha destinato 20mila euro rispetto ai 50mila dello scorso anno. Si tratta di fondi provenienti dalle sanzioni amministrative in violazione al Codice della Strada. La richiesta fatta dalla sigla sindacale in una nota indirizzata alla commissione prefettizia sottolineando l’importanza dei fondi che sono stati utilizzati lo scorso anno per finanziare progetti che hanno assicurato il controllo del territorio in orari serali e notturni nelle giornate in cui la città è come da sempre, punto di attrazione per gli abitanti delle città limitrofe e non solo.

«La netta diminuzione di questa forma di finanziamento è per noi motivo di grande preoccupazione – scrive in una nota il rappresentante Emilio Pagano – atteso che il Corpo presenta una carenza di organico che certamente non può essere sopperita con l’assunzione di agenti a tempo determinato. Vogliate pertanto valutare la possibilità di prevedere un aumento di fondi specifici per il potenziamento dei servizi anche mediante altre forme di finanziamento e rinnoviamo, come già fatto prima dell’insediamento di questa Commissione, la richiesta di trasformare in full-time i contratti degli agenti assunti in regime di part-time verticale i quali, in un momento di forte crisi economica, non possono nemmeno compensare il deficit salariale mediante lo specifico Fondo per il sostegno introdotto dalla Legge di Bilancio 2022 causa mancata adozione dei decreti attuativi».


Clicca per commentare

Rispondi

Cronaca

Domani allerta meteo, forti temporali e rischio frane

Pubblicato

il

Meteo-

La Protezione Civile della Regione, ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali anche di forte intensità su tutta la Campania  dalle 6 di domani mattina, domenica 25 settembre, alle 6 di lunedì 26 settembre, su tutta la Campania.

Il livello di criticità idrogeologica e Idraulica è:

 Arancione sui settori centro-settentrionali e, in particolare, sulle zone 1, 2, 3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) con temporali di forte intensità e un conseguente rischio idraulico e idrogeologico diffuso anche con possibili frane, colate rapide di fango, caduta massi, instabilità di versante, allagamenti, voragini.

Giallo su tutto il resto della regione, ma con temporali che in ogni caso potrebbero essere intensi e un conseguente rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi in territori particolarmente fragili, possibili allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti in ordine al rischio idrogeologico per forti temporali, in linea con i rispettivi Piani comunali.

Si segnala altresì la possibilità di fulmini.  Prestare attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy