Seguici sui Social

Cronaca

Altalena rappezzato con un laccio delle scarpe: pericolo in villa comunale

Il rappezzo su un altalena pubblico in villa

Pubblicato

il

altalena


Castellammare di Stabia. Un laccio delle scarpe ad unire la catena spezzata di un altalena. E’ il rappezzo alle giostrine pubbliche in villa comunale. L’episodio, segnalato questa mattina alla nostra redazione,  rischia di creare un pericolo per i bambini. Probabilmente ad usare il laccio delle scarpe qualche privato cittadino che ha notato la catena spezzata dell’altalena ed ha provato a rappezzare con mezzi di fortuna per non privare i bambini dell’unico spazio pubblico in cui giocare in città.

LEGGI ANCHE: 
Bobbio in missione da Giorgia Meloni per ritornare sindaco


Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Castellammare, aggredisce la municipale durante un controllo al padre: arrestata | Stabia News

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Castellammare, piccione si incastra in una rete e muore

Il volatile appeso alla facciata della chiesa in centro

Pubblicato

il

altalena

Castellammare di Stabia. Un piccione morto e rimasto appeso alla facciata di una chiesa in centro. Siamo nella di Santa Maria dell’Orto lungo l’omonima strada dove alcuni passanti hanno notato il volatile penzolante e privo di vita. Il piccione è probabilmente morto dopo esser rimasto incastrato in una rete di protezione di una delle finestre dell’edificio sacro. Allertato il parroco a cui è stata richiesta la rimozione della carcassa che rischia di “volare” (doverose le virgolette ndr) giù sui passanti.

LEGGI ANCHE: 
Castellammare, lo scivolo per le barche diventa un parcheggio

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica