Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, parcheggia vicino ai binari. Treno bloccato a Via Nocera

Il convoglio ha dovuto attendere che il proprietario spostasse l’auto prima di proseguire la corsa

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. Ha parcheggiato la sua auto nell’area del passaggio a livello EAV di Via Nocera, le sbarre si sono abbassate ma il treno non ha potuto proseguire la sua corsa verso la stazione. L’episodio, postato da “Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti” una pagina satirica sull’EAV, è avvenuto l’altro ieri a Via Cosenza. Il convoglio, diretto a Sorrento, ha dovuto fermare la propria corsa proprio sul passaggio a livello ed attendere il proprietario del veicolo che aveva lasciato l’auto lì per dirigersi in un’attività commerciale nei paraggi. Via Cosenza è ormai ostaggio della sosta selvaggia che ostruisce e rallenta il traffico. Un’arteria stradale strategica che collega i comuni dell’area dei Monti Lattari al centro di Castellammare di Stabia ma anche al raccordo autostradale. Ieri mattina due mezzi pesanti sono rimasti bloccati proprio a causa di auto che ostruivano parte della strada. emidav

1 Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.