Seguici sui Social

Cronaca

Circum, l’Eav chiede aiuto al Prefetto: «Più sicurezza nei giorni festivi»

Sicurezza sulla linea Circum Napoli-Sorrento, il numero 1 di Eav scrive al Prefetto Palomba: tra le ipotesi il numero chiuso sui treni e la prenotazione obbligatoria

Pubblicato

il

Circum

Il numero uno di Eav, Umberto De Gregorio, ha scritto una lettera al Prefetto di Napoli Palomba chiedendo un vertice in Prefettura sulla sicurezza lungo le stazioni. A registrare maggiori criticità è soprattutto la linea Napoli-Sorrento dove «registriamo – scrive De Gregorio – una domanda di trasporto enorme, superiore a quella di prima del covid, ma l’offerta che possiamo mettere in campo è inferiore strutturalmente alla domanda. Cerchiamo di fare quante più corse è possibile ma è evidente che i treni sono sempre quelli vecchi e ogni tanto purtroppo si fermano. In media una soppressione ogni 200 corse. Ieri le 3 soppressioni sulla vesuviana sono stati causate dalla eccessiva folla e da qualche barbaro tra la folla che ha rotto la porta del treno». De Gregorio ha fatto inoltre sapere che si attendono convogli nuovi già ordinati e che sono in corso degli investimenti sull’infrastruttura ferroviaria ma non serve solo questo perché «c’è un tema di sicurezza anche perché chi prende il treno molto spesso assomiglia più a dei barbari che non a persone civili. Questo è Il nostro territorio – afferma De Gregorio – Abbiamo chiesto il supporto alle forze dell’ordine con una lettera inviata al Prefetto di Napoli qualche giorno fa e ci accingiamo a chiedere di nuovo al Prefetto un vertice sulla sicurezza per la linea per Sorrento. Chiederemo l’intervento della Regione e dei Comuni interessati.Servono scelte drastiche, politiche. In alcuni giorni caldi bisogna forse ridurre il servizio su alcune linee per concentrare le risorse sulla Napoli Sorrento, oppure prevedere il numero chiuso sui treni e la prenotazione obbligatoria, oppure limitare il numero delle stazioni aperte, o altre soluzioni ancora. Scelte che non può fare Eav da sola. È evidente che il tema non riguarda soltanto Eav ma tutto il territorio. Ed è indispensabile il supporto di tutte le forze di polizia municipale e dell’ordine».

L’azienda di traporto su rotaia e gomma dallo scorso fine settimana ha già potenziato «i servizi di security e di vigilanza armata per i viaggiatori (specializzati nell’antiborseggio ed antiscippo) dalle 9 alle 21 nelle stazioni ed a bordo treno. In particolare nelle stazioni lungo la tratta ricompresa tra Napoli Garibaldi e San Giovanni, e nelle stazioni di Torre del greco, Torre Annunziata, Sorrento, Vico Equense, Ercolano, Pompei, Castellammare durante le fasce orarie più frequentate, ed a bordo dei treni delle linee Napoli – Sorrento e Napoli – Sarno, privilegiando le fasce orarie del rientro; e potenziati i servizi di controlleria nelle stazioni ed a bordo treno. In particolare tra Napoli Garibaldi e San Giovanni, Torre del greco, Torre Annunziata, Sorrento, Vico Equense Ercolano, Pompei, Castellammare».


Clicca per commentare

Rispondi

Cronaca

Maltempo, chiuse scuole, parchi e cimitero a Castellammare

Ordinanza del commissario

Pubblicato

il

Circum

Scuole chiuse per allerta meteo a Castellammare. La commissione straordinaria che regge la guida di Palazzo Farnese ha diramato un comunicato per annunciare lo stop alle lezioni delle scuole non sede di seggio elettorale: “Si comunica che, con ordinanza assunta in data odierna con i poteri del sindaco, la Commissione Straordinaria ha disposto la chiusura, per domani 26 settembre 2022, di tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e non, presenti sul territorio di Castellammare di Stabia, nonché dei parchi pubblici urbani e del cimitero comunale”.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy