Seguici sui Social

Cronaca

Degrado e abbandono in pieno centro a Castellammare, erbacce e ratti dal palazzo terremotato. La rabbia dei residenti

Residenti sul piede di guerra perchè costretti a fare i conti con l’abbandono più totale e con condizioni igienico-sanitarie precarie.

Pubblicato

il

Degrado


Castellammare di Stabia. Degrado ed abbandono in pieno centro città a Castellammare di Stabia. Nella centralissima via Roma, strada dello shopping e principale arteria del centro cittadino, in un’area “di ricostruzione” dove prima del terremoto degli anni Ottanta sorgeva un palazzo ora spuntano ratti, erbacce e rifiuti. I residenti sono sul piede di guerra perchè costretti a fare i conti con l’abbandono più totale e con condizioni igienico-sanitarie precarie.

Sull’area c’è stata attenzione da parte della sciolta amministrazione Cimmino. Nel tempo, però, tecnici ed uffici preposti hanno trovato alcune difformità nei progetti di ricostruzione. Uno dei maggiori proprietari del suolo, come anche proprietario di un suolo confinante dove di recente è stato disposto dagli uffici comunali il “ripristino dello stato dei luoghi” perchè oggetto di opere abusive, è Gennaro Amato, ex sindaco e suocero dell’ex consigliere comunale e già candidato a primo cittadino Massimo de Angelis. Diatribe politiche e di proprietà che lasciano l’area nel degrado. «Gli alberi ci arrivano fin dentro casa – dice uno dei confinanti costretto a vivere nel degrado – la puzza e le carcasse di animali morti ci fanno compagnia ormai da anni. Non ne possiamo più». L’ultima pulizia dell’area risale a poco più di due anni fa poi l’abbandono più totale. Nonostante le numerevoli segnalazioni sono mesi che la situazione non cambia.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Castellammare, piccione si incastra in una rete e muore

Il volatile appeso alla facciata della chiesa in centro

Pubblicato

il

Degrado

Castellammare di Stabia. Un piccione morto e rimasto appeso alla facciata di una chiesa in centro. Siamo nella di Santa Maria dell’Orto lungo l’omonima strada dove alcuni passanti hanno notato il volatile penzolante e privo di vita. Il piccione è probabilmente morto dopo esser rimasto incastrato in una rete di protezione di una delle finestre dell’edificio sacro. Allertato il parroco a cui è stata richiesta la rimozione della carcassa che rischia di “volare” (doverose le virgolette ndr) giù sui passanti.

LEGGI ANCHE: 
Castellammare, lo scivolo per le barche diventa un parcheggio

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica