Seguici sui Social

Politica

Rimossi i dissuasori in prossimità delle scuole: insorge il Comitato Quartieri Uniti

Pubblicato

il

Traversa Fondo d’Orto non sarà più un ostacolo per chi sfreccia nelle strade cittadine: gli alunni sono in pericolo.

Da poche ore gli Uffici del Comune di Castellammare di Stabia hanno rimosso i dissuasori di velocità in Traversa Fondo d’Orto, una delle strade di accesso all’Istituto Comprensivo “Luigi Denza”, situato nel quartiere di Ponte Persica.
Sulla questione è intervenuto prontamente il Comitato “Quartieri Uniti”, che ha segnalato l’accaduto al Commissario Prefettizio, dott. Raffaele Cannizzaro e al Comandante della Polizia Municipale. Alle autorità stabiesi, inoltre, il Comitato ha rappresentato che quei sistemi servivano proprio a mettere in sicurezza gli studenti e i loro accompagnatori, che all’entrata e all’uscita da scuola vengono messi in pericolo dalle auto che transitano in quella strada.
Negli anni precedenti, infatti, c’erano state diverse “battaglie” dei residenti che lamentavano l’eccessiva velocità di marcia delle auto in quella zona, favorita dall’assenza di controlli. La soluzione a questo problema era stata trovata proprio nell’installazione di quei dissuasori che oggi qualcuno ha deciso di rimuovere.
Il Comitato, oltre a chiedere il ripristino dei dossi artificiali, ha invitato l’Amministrazione ad illustrare le cause della rimozione degli stessi.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.