Seguici sui Social

Politica

Violenza e sparatorie, giovani in piazza per la legalità

Domenica manifestazione in Villa organizzata dai giovani del Pd

Pubblicato

il



I giovani in piazza per la legalità. Dopo l’escalation di violenza delle ultime settimane, arriva la reazione dei ragazzi stabiesi. L’iniziativa è dei giovani Pd, che chiamano a raccolta i coetanei per una manifestazione in piazza domenica sera. Lo fanno con una lettera indirizzata a tutti i ragazzi di Castellammare:

La nostra città nelle ultime settimane è stata purtroppo per l’ennesima volta centro di episodi di illegalità e violenza.
Questi episodi non nascono certamente dal nulla ma da più questioni irrisolte che si trascinano da tempo e che trovano la loro espressione in un clima quotidiano di prepotenza, impunità e senso di pericolo vissuti da tutti.
Una sensazione costante che ha tra le cause la presenza stabile di clan in più zone della città che si autoalimentano attraverso questa situazione, ma anche un palese disagio socio-economico e una separazione de-facto tra i diversi quartieri.
Tutti problemi legati a doppio filo tra loro, che sono stati già abbondantemente citati e approfonditi negli ultimi giorni, da più voci, con una richiesta pressoché unanime di una maggiore presenza dello Stato sul territorio.
Dobbiamo però tenere presente due punti: prima di tutto che questa non è una risposta sufficiente e soprattutto che lo Stato è composto prima di tutto dai cittadini.
Come cittadini di questa città, dobbiamo fare la nostra parte e riappropriarci del territorio. Dimostrare che questa città non appartiene a chi se ne frega degli altri, dei beni comuni, delle leggi.
Per questo invitiamo tutta la cittadinanza, tutti coloro che credono nei valori della legalità e coloro che sono stanchi di questo perenne senso di prevaricazione ad unirsi a noi domenica sera alle ore 19 in Cassarmonica.
Per dimostrare che la città vuole la legalità e anche per avviare un momento di discussione pubblico, aperto, in piazza.
Abbiamo bisogno anche dell’avvio di un dibattito in questo territorio dove le persone (impegnate in politica e non) forse sono tanto abituate agli scioglimenti, da non saper riconoscere la gravità e il peso dello scioglimento per infiltrazioni camorristiche e del quadro emerso dall’attività della commissione di accesso.
Vi aspettiamo.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Politica

Castellammare volta la faccia a Di Maio, solo Cirillo tentato dal ministro

Il Movimento Cinque Stelle stabiese compatto con Conte. Il consigliere regionale deve sciogliere ancora la riserva

Pubblicato

il


Mentre Luigi Di Maio fa campagna acquisiti nei consigli comunali della provincia di Napoli, a Castellammare sembra tutti schierarsi con Giuseppe Conte. Nessuna emorragia per i grillini stabiesi. Le stesse deputate Carmen Di Lauro e Teresa Manzo si sono schierate sin dal primo momento con il Movimento. Anche tra gli iscritti ed ex consiglieri comunali, nessuno è stato attirato dalle sirene di Luigi Di Maio. +

L’unico che starebbe valutando l’ipotesi di abbracciare “Insieme per il Futuro” è Luigi Cirillo, consigliere regionale eletto nel movimento Cinque Stelle per la seconda volta tra i banchi del centro direzionale. Del resto in Regione sono in tanti a seguire il ministro degli Esteri, compresa la Ciarambino. Ci sarebbe addirittura un accordo per entrare in maggioranza, come infatti l’invito di De Luca a Di Maio è stato quello di creare insieme una grande forza riformista. E quindi avanti con le grandi manovre.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica