Seguici sui Social

Cronaca

Covid, l’Asl Napoli 3 Sud in campo per la IV dose di vaccino

Da Sorrento a Nola, appuntamenti in strada per la somministrazione del siero

Pubblicato

il

Asl

L’Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud ha risposto all’appello del Ministero della Salute sulla necessità di effettuare la quarta dose a particolari categorie di soggetti. Il Direttore Generale, Gennaro Sosto, ha quindi coinvolto, alla luce anche dei successi raggiunti in termini numerici nel corso dell’ultimo anno e mezzo, l’Unità Mobile Vaccinale coordinata dal dottor Antonio Coppola, commissario Covid19 per l’ASL, con una serie di appuntamenti fino al 5 agosto. L’obiettivo è quello di coinvolgere quante più persone possibili e vaccinare tutta la platea alla quale è raccomandata la dose di siero.

Per ora sono previsti cinque appuntamenti. Si parte da Sorrento con un open day in Piazza Lauro dalle 17:00 alle 21:00 evento che si replicherà anche il 5 agosto. L’unità Mobile Vaccinale sarà presente il 22 luglio a Castellammare di Stabia nella splendida cornice del porto turistico, Marina di Stabia (dalle ore 9 alle 13 e dalle 17 alle 20) ove è prevista al formula del Drive Through ovvero la somministrazione del vaccino all’interno della propria auto. Il 30 luglio una postazione sarà presente presso il Centro Commerciale “La Cartiera” dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 17:00 alle 20.00 e infine il 5 Agosto presso il centro commerciale “Vulcano Buono” dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 17:00 alle 20.00. Ovviamente l’invito è rivolto anche a tutti i cittadini che non hanno ricevuto la prima, seconda e terza dose. Il vaccino utilizzato sarà Pfizer.

«Abbiamo predisposto queste iniziative nei comuni che si sono resi disponibili. La nostra è una risposta alle tante richieste di somministrazione che nelle ultime settimane sono quadruplicate – spiega Antonio Coppola – l’emergenza non è ancora finita, bisogna tenere alta l’attenzione ed adottare tutte le precauzioni che conosciamo bene: mascherina ed evitare assembramenti. Dobbiamo convivere con il virus ma serve prudenza, attenzione e buon senso. Il principio tana libera tutti non va bene. Quest’anno, come ho più volte ripetuto, la crescita dei contagi si è anticipata proprio perché sono venute meno una serie di misure prudenziali».

A CHI È RACCOMANDATA LA QUARTA DOSE
Come da indicazioni del Ministero della Salute la somministrazione della quarta dose (nota anche come “seconda dose di richiamo” o ” second booster”) con vaccino a mRNA è raccomandata alle seguenti categorie di persone, a condizione che siano trascorsi almeno 120 giorni dalla somministrazione della prima dose di richiamo (dose booster) o dall’ultima infezione da Covid successiva al richiamo (data del tampone positivo):
1. Tutte le persone dai 60 anni compiuti in su;
2. Persone dai 12 anni in su con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti, individuate dal Ministero della Salute;
3. Persone dai 12 anni in su che hanno una marcata compromissione della risposta immunitaria (a causa di malattie, trattamenti farmacologici e trapianti di organo solido);
4. Persone che abbiano: regolarmente effettuato il ciclo vaccinale primario più la dose booster; ricevuto due dosi di vaccino e poi avuto un tampone positivo prima di effettuare la terza dose booster; effettuato il ciclo primario, la dose booster e poi hanno contratto il Covid (chi rientra in questa casistica potrà vaccinarsi dopo 120 giorni dalla data del tampone positivo).


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com