Seguici sui Social

Cronaca

Operazione “Green Life” dei Carabinieri a Sant’Antonio Abate: ritrovate armi e smantellata piantagione di cannabis. In manette 29enne

Durante i controlli sequestrata anche una piscina abusiva di 10 metri. Nell’operazione impiegato anche un drone oltre ad un elicottero

Pubblicato

il

Sant'Antonio


Sant’Antonio Abate. Armi, piantagione di cannabis ed una piscina abusiva posta sotto sequestro. E’ il bilancio dell’operazione “Green Life” dei Carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia e quelli dello squadrone in elicottero Cacciatori di Calabria. Con loro, dall’alto, l’occhio elettronico del drone pilotato da remoto da militari del nucleo investigativo di Napoli.

Nel corso dell’operazione è finito in manette un 29enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Nella sua abitazione, durante una perquisizione, i militari hanno rinvenuto una pistola Berretta cal 9 con matricola abrasa, caricatore e 13 cartucce e 1 disturbatore di frequenze.
In un terreno attiguo sono state scoperte interrate tra rami secchi e rifiuti una pistola Tanfoglio con matricola abrasa cal 9 con 20 cartucce e un fucile sovrapposto a canne mozze cal 12 con 4 proiettili dello stesso calibro.

Il 29enne si è visto sequestrare anche una piscina, di 10 metri per 5 di larghezza, costruita abusivamente in un’area sottoposta a vincoli paesaggistici. Attorno una recinzione di 2 metri di altezza, completamente in muratura.

In un rudere abbandonato, invece, i carabinieri hanno scoperto una coltivazione indoor di cannabis, completa di impianto di illuminazione, areazione e irrigazione: 7 i fusti piantati di 1 metro e mezzo circa di altezza. Sono stati distrutti in loco. La piantagione è stata sequestrata a carico di ignoti.


Pubblicità
2 Commenti

2 Comments

  1. Pingback: Colpo ai narcos dei Lattari, sequestrate armi e droga tra Castellammare e Pimonte | Stabia News

  2. Pingback: Drone dei carabinieri scopre marijuana sui Lattari | Stabia News

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

I tassisti stabiesi contro gli abusivi: «Maggiori controlli»

Una missiva alla Commissione Straordinaria che segnala violazioni alle norme sul trasporto di persone in città

Pubblicato

il

Sant'Antonio

Castellammare di Stabia. Chiedono maggiori controlli a tutela delle regole sul trasporto pubblico non di linea sul territorio stabiese. A sollecitare la questione sono i tassisti stabiesi, con regolare licenza per esercizio dell’attività, che hanno inviato una lettera alla Commissione Straordinaria, coordinata dal Prefetto Raffaele Cannizzaro.

Una missiva chiara e precisa dove vengono segnalate una serie di irregolarità, compreso l’utilizzo di mezzi non a norma, che penalizzano la categoria dei tassisti/noleggio con conducente che operano nel territorio stabiese oltre a creare situazione di pericolo per le persone che usufruiscono del servizio irregolare.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica