Seguici sui Social

Cronaca

Percorre un sentiero vietato sul Vesuvio e cade: salvato e denunciato dai carabinieri

Giovane turista denunciato dai carabinieri insieme alla sua famiglia dopo aver imboccato un sentiero vietato su Vesuvio

Pubblicato

il

Vesuvio


Questo pomeriggio un turista americano 23enne insieme a 3 familiari, ha imboccato un sentiero non autorizzato per il cratere Del Vesuvio.

Il 23enne ci è caduto dentro e ha riportato escoriazioni multiple alle braccia e alla schiena. A prestargli soccorso i carabinieri forestali della stazione Parco, quelli della sezione radiomobile di torre del greco e della tenenza di ercolano.

Il giovane ha rifiutato il ricovero ed è stato pure denunciato per invasione di terreni pubblici o a uso pubblico, insieme ai 3 familiari. Stessa sorte per altri due turisti che senza autorizzazione hanno intrapreso quel percorso vietato.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Politica

Il centro antico cade a pezzi, ancora un crollo

Vede un palazzo abbandonato di largo Caporivo

Pubblicato

il

Vesuvio

Crollo nel centro antico e notte di paura. Da un palazzo abbandonato di largo Caporivo si sono staccati dei massi che hanno fatto temere il peggio. Anche perché in quella zona sono parcheggiate decine di auto, anche se non autorizzate.
Si tratta solo dell’ennesimo crollo in un centro antico sempre più abbandonato. È di questi giorni la notizia della prossima pubblicazione del bando da 7 milioni per la riqualificazione del centro storico grazie ai fondi Pnrr. Se ne occuperà Invitalia a gestire le procedure di gara.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica