Seguici sui Social

Politica

Riecco la Ztl del mare: week end senza auto sul lungomare

Arriva il dispositivo traffico voluto dai commissari, dopo aver sospeso il piano di mobilità

Pubblicato

il

Ritorna la Ztl del mare. Dopo il black out di un Pum mai entrato veramente in funzione, la triade commissariale sceglie non solo di sospendere il piano di mobilità ma di istituire la ztl in corso Garibaldi, vale a dire la strada che costeggia il lungomare. Il dispositivo sarà valido dall’8 luglio (il prossimo week end) al 18 settembre. Ogni venerdì, sabato e domenica il lungomare sarà chiuso al traffico di auto e scooter, consentendo una passeggiata tranquilla alle famiglie stabiesi e ai tanti avventori. La zona pedonale andrà in vigore dalle 20:30 alle 01:30 di ogni week end.

Politica

D’Apuzzo: “Stop alla Tari per chi investe a Castellammare”

Pubblicato

il

Il centrodestra ha elaborato un programma condiviso con il territorio e un ampio capitolo è dedicato al commercio e all’economia. Concetti chiari e semplici sono quelli della coalizione che sostiene Mario D’Apuzzo sindaco.

“Il dialogo costante con i commercianti e con l’Ascom ci ha consentito di studiare le criticità sulle quali intervenire con urgenza ed elaborare piani a lungo termine per rilanciare il settore – dice Mario D’Apuzzo- Del “no” categorico, certo e coerente aal sottopasso abbiamo più volte parlato perché è una conditio sine qua non per garantire un futuro al San Marco e non solo. Impensabile separare il quartiere per anni dal resto della città – dice D’Apuzzo -. Altra certezza del centrodestra è garantire un Lungomare libero e quindi intervenire con decisione sulla mobilità attraverso un Puc elaborato con un confronto costante con commercianti e Ascom”.

“Vivibilità e sicurezza sono la base sostanziale dei nostri interventi – aggiunge il candidato del centrodestra – ma abbiamo anche su questo argomento una visione globale. E quindi ci prepariamo a supportare concretamente gli operatori economici che decideranno di investire a Castellammare. In che modo? Prevediamo sgravi fiscali con esenzione dalla Tari per tre anni per chi investe nel centro storico. Oltre alla decontribuzione prevediamo iniziative a favore di ogni singolo imprenditore o commerciante che contribuisce, con lavoro e sacrificio, a rendere attrattiva la nostra città. E che crea lavoro e, nello stesso tempo, rende Stabia migliore”.

Continua a leggere

Politica

Vicinanza snobba il centrodestra e fa replicare alle candidate del Pd

Pubblicato

il

Vicinanza snobba tutti. Perfino la deputata azzurra Annarita Patriarca. E lo fa affindando la replica alle accuse di «sessismo» alla giovane candidata dem Laura Della Monica. Un modo per glissare le polemiche e dimostrare di essere il candidato da battere a Castellammare di Stabia. Lo stesso atteggiamento che ha tenuto quando ha affidato a un’altra candidata del Pd, Ada Fariello, un’altra replica a Mario D’Apuzzo sull’ospedale sul Solaro.

In ogni caso, Vicinanza ha fatto dichiarare a Laura Della Monica che “la polemica sulle presunti frasi sessiste pronunciate da Luigi Vicinanza è del tutto infondata e inconsistente. Dispiace apprendere che qualcuno abbia riportato in modo deformato alla deputata Annarita Patriarca, la dichiarazione del candidato sindaco Vicinanza. Noi non accettiamo lezioni da parte di chi nega il linguaggio di genere. La verità è che la coalizione di destra non riesce ad accettare la presa di posizione sul ‘no’ al sottopasso al rione San Marco da parte del nostro candidato sindaco Luigi Vicinanza e di tutta la coalizione di centrosinistra”.

E ancora: “Volendo essere realisti, penso che sia un modo per distogliere l’attenzione dalle nostre idee concrete per la crescita della città. Siamo sulla strada giusta, stiamo facendo un buon lavoro. Il nostro no al sottopasso è nero su bianco nel programma di coalizione del centrosinistra che sostiene Luigi Vicinanza. L’abbiamo ribadito mettendoci la faccia e firmando un patto chiaro con i cittadini del quartiere e di tutta Castellammare. Lo abbiamo riaffermato nella giornata di domenica insieme al capogruppo del PD in consiglio regionale, Mario Casillo. Andiamo avanti dritti verso il nostro unico obiettivo, che è rendere Grande Stabia” – conclude la candidata dem.

Continua a leggere

Politica

Sottopasso, volano gli stracci. Patriarca su tutte le furie: «Frasi sessiste di Vicinanza»

Pubblicato

il

«Complimenti a Luigi Vicinanza, ex direttore dell’Espresso e già firma di Repubblica, giornali che si proclamano difensori dei diritti delle donne, per il suo scomposto commento sessista riportato oggi dalla stampa nei confronti della sottoscritta se non, addirittura, del premier Giorgia Meloni. Secondo Vicinanza, le donne non possono ricoprire posizioni di responsabilità e quando lo fanno assumerebbero, a suo dire, atteggiamenti dittatoriali. La sua frase sugli “uomini liberi” è offensiva e retrograda. Mi aspetto una levata di scudi dalle donne di sinistra contro questo scivolone. Se Vicinanza ha problemi a relazionarsi con le donne in politica deve rassegnarsi: le suffragette hanno vinto la loro battaglia già nel 1800».

A dirlo è Annarita Patriarca, deputata di Forza Italia e commissario provinciale del partito.

«La sinistra è andata completamente in cortocircuito sul no al sottopasso. Ed è buffo osservare le evoluzioni che la sgangherata coalizione di Vicinanza sta compiendo pur di giustificare il suo presunto no alla infrastruttura dopo che, per anni, l’Eav, il Pd regionale e lo stesso presidente della Regione hanno sostenuto la necessità dell’opera – aggiunge la parlamentare –. Ora tanti dicono di aver cambiato idea improvvisamente. Come Tristano Dello Ioio che, da candidato, dimentica qual era la sua posizione fino a poche settimane fa; o addirittura come il capogruppo regionale dem, Mario Casillo, che da “cultore” del mondo Eav ha deciso di fare ammenda promettendo che il sottopasso non sarà realizzato. Come se bastasse qualche sbadato slogan lanciato in campagna elettorale per convincere gli stabiesi delle loro buone intenzioni. I cittadini, invece, ben sanno che l’opera finora è stata bloccata solo perché la precedente Amministrazione si è opposta ingaggiando un braccio di ferro con l’Eav e la Regione Campania».

«Peraltro nella lotta al sottopasso il centrodestra aveva al suo fianco anche una parte del Pd nazionale e il deputato grillino Gaetano Amato ai quali riconosco l’onestà intellettuale, a quell’epoca, di aver condiviso la nostra battaglia – sottolinea ancora la deputata forzista –. Ma sia il Pd nazionale sia Amato sanno benissimo che il vero ostacolo alla soppressione dell’infrastruttura che bucherebbe il rione San Marco, trasformandolo in un cantiere infinito, è il Pd regionale, ovvero la componente più importante della loro coalizione. Quello stesso Pd che oggi indossa la maschera e finge di essere contrario al sottopasso dopo averlo sostenuto, sponsorizzato e appoggiato in tutte le sedi e in tutte le occasioni. Se davvero avessero voluto accogliere le istanze della cittadinanza e impedire la costruzione del traforo, i pentiti di sinistra di oggi avrebbero potuto convincere De Luca anni fa a stralciare l’opera dal piano. Cosa che invece è avvenuta solo grazie alla ostinata difesa del territorio da parte del precedente sindaco. Caduto questi, l’Eav ne ha approfittato per riproporla in tempi record».

«Il sottopasso resterà sulla carta solo con un’Amministrazione di centrodestra – conclude la deputata azzurra –. Tutti i penitenti dell’ultima ora non saranno in grado e non sarebbero in grado di opporsi al volere del presidente della Regione e dell’Eav. Il Pd campano e tutta la coalizione di Vicinanza, candidato sindaco in testa, spacciano fake news sperando che gli stabiesi abbocchino. Ma i cittadini non lo faranno perché sanno perfettamente dove finisce la difesa di una giusta causa e dove inizia la difesa delle poltrone di questi campioni dell’incoerenza. Dai quali, una volta eletti, ci dovremo aspettare sicuramente un’altra capriola per giustificare il “sì” al sottopasso».

 

Continua a leggere

Politica

Castellammare, l’impegno di D’Apuzzo: «Riapriremo l’ufficio del Giudice di Pace»

Pubblicato

il

La riorganizzazione della geografia giudiziaria avvenuta nel 2012 ha portato alla chiusura di molti uffici del Giudice di Pace. Tale ridisegno diede ai Comuni la possibilità di mantenere gli uffici aperti a proprie spese. L’amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Cuomo decise di non farlo, e Castellammare di Stabia perse così un presidio di legalità essenziale.

Questa decisione ha costretto da allora i cittadini stabiesi a recarsi a Torre Annunziata per questioni giudiziarie, con il conseguente aumento di costi e disagi, e ha tolto alla città di Castellammare un’opportunità di sviluppo economico. Anche di questo si è discusso in occasione dell’incontro avuto ieri con il sottosegretario alla Giustizia, Andrea Del Mastro, in città per sostenere Mario D’Apuzzo, candidato sindaco del centrodestra.

“L’Ufficio del Giudice di Pace non è solo un luogo dove si amministrano le controversie – dice il candidato sindaco del centrodestra, Mario D’Apuzzo -: rappresenta un baluardo di giustizia e sicurezza, soprattutto in un territorio come il nostro, dove la presenza della criminalità organizzata è forte. La sua riapertura significherebbe non solo restituire ai cittadini un servizio fondamentale, ma anche generare un indotto economico grazie al flusso continuo di persone che utilizzerebbero i servizi locali”.

“L’Ufficio di Castellammare era situato in un immobile di proprietà comunale ora in disuso. Con l’entrata in vigore del processo telematico, i costi di gestione sarebbero ridotti, richiedendo meno personale rispetto al passato”, aggiunge l’avvocato D’Apuzzo. “Il mio impegno e quello della mia coalizione sarà immediato e concreto. Chiederò un incontro con il ministro della giustizia per ottenere il riconoscimento del diritto del nostro Comune a riaprire l’Ufficio del Giudice di Pace, anche modificando l’attuale geografia giudiziaria. Sono fiducioso che, grazie alla collaborazione con il governo nazionale e al coinvolgimento dei parlamentari locali dell’attuale maggioranza, riusciremo a raggiungere questo obiettivo”. Nel piano del centrodestra anche l’intento di collocare il nuovo ufficio giudiziario in una zona periferica della città, utilizzando uno degli immobili comunali.

“Questa scelta – continua Mario D’Apuzzo – contribuirà a integrare meglio le periferie con il centro cittadino, stimolando un rilancio economico e sociale, come dimostrano le esperienze di comuni limitrofi come Torre Annunziata e Gragnano”. “La mia visione per Castellammare di Stabia è chiara: una città più sicura, giusta e prospera. Un voto per me significa un impegno concreto per la rinascita della nostra comunità, per un futuro in cui legalità e sviluppo vanno di pari passo”, conclude l’avvocato D’Apuzzo.

Continua a leggere

Politica

Mario Casillo prepara il costume: «A luglio farò il bagno sul lungomare di Castellammare»

Pubblicato

il

«A luglio farò il bagno a Castellammare». Mario Casillo prepara il costume e si appresta a calpestare l’arenile stabiese a piedi nudi per tuffarsi nelle acque antistanti alla villa comunale. Il big campano del Partito Democratico l’ha dichiarato pubblicamente in occasione di una manifestazione politica a sostegno del candidato del centrosinistra Luigi Vicinanza.

Da anni Casillo si batte sulla balneabilità del lungomare e negli anni si sono susseguiti interventi mirati alla chiusura degli scarichi a mare. Tanto che le analisi delle acque sono sempre più incoraggianti, ma l’unica zona non ancora balneabile resta proprio quella antistante la villa comunale. L’annuncio di Casillo evidentemente lascia intravedere un via libera dell’Arpac imminente. Resta da capire se l’arenile è calpestabile o meno. Ma evidentemente Casillo ha voglia di rischiare.

La novità rappresentata nel corso dell’incontro con la giornalista Lucia Annunziata, candidata alle Europee per il Pd, è anche un’altra: un no categorico al sottopasso di via Cosenza. Per la prima volta il potente consigliere regionale del Pd si dichiara contro il progetto voluto da Eav e da De Luca. Una notizia sicuramente, anche perchè nei mesi scorsi Casillo ha avuto un ruolo di mediatore tra le parti. Ma il no categorico della cittadinanza ha evidentemente spinto il big Dem a prendere posizione.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Tajani a Castellammare per lanciare D’Apuzzo: “È il nostro capitano”

Pubblicato

il

Folla di sostenitori al ristorante Lungomare dove, oggi pomeriggio, Antonio Tajani ha presenziato a un incontro a sostegno del candidato sindaco del centrodestra, Mario D’Apuzzo. Ad aprire la deputata Annarita Patriarca:  “Tajani è amico dei nostri territori. – ha detto la parlamentare azzurra – In Europa il nostro destino dipende da Forza Italia, unico partito da sostenere perché l’Italia conti in Europa.

Tajani è qui per portare fortuna a Castellammare. Qui serve classe dirigente forte e coesa per potenziare le risorse straordinarie. Siamo uniti per sostenete mario D’Apuzzo contro un carrozzone con un sindaco eteroimposto. Noi abbiamo scelto Mario lavorando dalla base. Il nostro candidato è il candidato di tutta la coalizione, é il candidato sindaco libero che serve alla nostra città.
Siamo uniti per portare a Castellammare sviluppo, benessere e per dare alla città l’opportunità di crescere avendo affianco un governo di centrodestra. Per noi essere affidabili e dare fiducia è tutto”.

Lungo e articolato l’intervento del presidente Antonio Tajani: “voglio fare i miei complimenti alla squadra di Castellammare per essere tornata in serie b. E per questa bellissima festa che vedo in città. Una festa che spero ripetiate in futuro, magari con la promozione in serie A. Ma Speriamo di fare un’altra festa, per l’elezione di Mario D’Apuzzo a sindaco di questa città”, ha detto il vicepremier. “Il suo merito è stato creare partecipazione e allargare a tante liste il centodestra. La sua capacità è stata quella di allargare i confini della coalizione iè sintomo di intelligenza e volontà du preparare il terreno per un successo elettorale. Come accaduto in Basilicata.
E mario D’Apuzzo saprà ben governare perché qui serve un lavoro forte e intenso e serve sostégno del governo nazionale e dell’Europa”.
“Non serve chiudersi dentro le mura della città. – ha aggiunto – Serve un equipaggio che sia in grado di portare la nave in porto e Mario D’Apuzzo è il capitano giusto per compiere questa impresa. Sono convinto che Mario,
insieme a tutta la sua coalizione, farà il bene di questa città. E per fare il meglio avrà accanto il governo nazionale e l’Europa”.

“La presenza del presidente Tajani ci dà carica e aumenta la nostra grinta. La coesione tra le forze che mi sostengono e la coerenza d’intenti ci dà la possibilità du chiedere un voto utile che farà grande Castellammare. Scegli Stabia significa questo: insieme a Forza Italia, a Fdi e a tutte le liste della nostra coalizione mettiamo Stabia davanti a tutto e a tutti. Ringrazio tutti coloro che oggi sono stati qui a sostenerci e che ci stanno supportando in queste settimane intere: solo insieme possiamo dare un futuro migliore a Castellammare”, l’intervento del candidato sindaco Mario D’Apuzzo.

Continua a leggere

Politica

Castellammare, Vicinanza firma per dire no al sottopasso

Pubblicato

il

Luigi Vicinanza firma un contratto con i residenti del quartiere San Marco, a Castellammare di Stabia. Un impegno scritto per dire no al sottopasso.

“Questa mattina, insieme a tanti residenti del rione San Marco, ho sottoscritto un impegno ben preciso: non possiamo devastare questi territori con l’attuale progetto del sottopasso.

Spazi recuperati, nuovo piano traffico, infrastrutture e intermodalità, questa è la Grande Stabia.

Solo così libereremo Castellammare dal traffico e dall’inquinamento” ha dichiarato il candidato sindaco del centrosinistra.

Continua a leggere

Politica

Savorito, D’Apuzzo ferma la protesta degli sfollati: “Non li lasceremo soli”

Pubblicato

il

Il candidato del centrodestra Mario D’Apuzzo insieme alla dirigente del commissariato Sorrentino ha avuto un incontro con una delegazione degli sfollati del Savorito che lo ha inscenato una protesta sul Lungomare. Gli sfollati hanno chiesto al candidato sindaco attenzione dopo anni di disinteresse.

Mario D’Apuzzo ha promesso che “lunedì al massimo chiederò di essere ricevuto dal commissario prefettizio per rappresentargli la tragicità della vicenda che coinvolge le famiglie di sfollati, perché nel più breve tempo sia sollecitata la protezione civile per chiedere di installare in breve tempo strutture mobili dove sistemare momentaneamente le famiglie per una soluzione temporanea di una situazione che comunque rimarrebbe drammatica”, ha detto Mario D’Apuzzo. “Al momento posso fare poche cose e le farò. Nessuno va lasciato solo”. Grazie all’intervento del candidato la protesta é stata interrotta senza ripercussioni sull’ordine pubblico.

Continua a leggere

Politica

Amministrative 2024. Porcelli benedice la coppia Cuomo D’Angelo

Pubblicato

il

Campagna elettorale senza sosta per i candidati al consiglio comunale stabiese, Nello Cuomo e Teresa D’Angelo. Ieri, nella sala delmbar Piazza Vanvitelli dj Castellammare, indue aspiranti consiglieri hanno incontrato gli elettori. A dare spinta alla coppia della lista Futuro Democratico e Riformista c’è stato anche il Consigliere Regionale nonché capogruppo di Campania Libera, Giovanni Porcelli.

Durante l’incontro si è parlato dei problemi di Castellammare: turismo, commercio, lavori pubblici.

Il duo Cuomo – D’Angelo può contare sull’appoggio proprio di Campania Libera, in quanto Nello Cuomo ne è diventato riferimento cittadino, ed è proprio in virtù del contatto diretto in regione che i due possono garantire sostegno ai punti propri indicati agli elettori.

 

Continua a leggere

Politica

D’Apuzzo contro il nuovo ospedale: «Potenziare il San Leonardo, le Terme non si toccano»

Pubblicato

il

“Il centrosinistra si preoccupa di autonomia differenziata trattando la riforma come un concetto astratto, da demonizzare solo perché figlio della destra, senza studiarne i vantaggi e le applicazioni territoriali e dimentica che, in questa regione, la sanità resta carente finanche sotto il profilo del personale medico. Da questo concetto voglio partire per spiegare che non è pensabile progettare un nuovo ospedale a Castellammare”. Netta la posizione di Mario D’Apuzzo, candidato sindaco del centrodestra, rispetto al piano sanitario futuro per la città.

“Se non vogliamo sprecare risorse dobbiamo valorizzare e potenziare le strutture esistenti a partire dal nostro San Leonardo e creare una rete virtuosa di presidi in tutta l’area che va da Stabia ai monti Lattari,
dove esistono strutture che vanno collegate tra loro in modo utile e virtuoso. Differenziare l’offerta -non basta – dice D’Apuzzo – se non rendiamo utile la logistica e, attualmente, con un paziente a rischio vita le operazioni di soccorso sono compromesse dalle distanze da percorrere”.

“Il centrosinistra vuole gettare fumo negli occhi con progetti improbabili e propinando nuove aperture ospedaliere, – continua il candidato sindaco D’Apuzzo – ma noi non ci stiamo. Diciamo ai cittadini la verità e parliamo di ciò che è fattibile. E diciamo anche giù le mani dalle Terme.
Analizzando la geografia sanitaria della nostra zona attualmente ci vediamo il grande fallimento della Regione Campania gestita da De Luca e dai suoi soci. Il San Leonardo è stato ridotto in condizioni disastrose. E merita di essere valorizzato. Anche qui come in tutta la regione c’è carenza di tutto, incluso di medici, come pensano di aprire altri ospedali?
A Gragnano, Scafati e Vico Equense gli ospedali sono stati depotenziati. Insomma: riportiamo in vita ciò che già abbiamo e creiamo una rete virtuosa al servizio dei cittadini, non progettiamo altri scempi che servirebbero solo a sprecare denaro”.

“Il centrosinistra vuole cancellare le terme? È questo il piano dopo che le ha portate al fallimento? Le terme vanno rivitalizzate. Devono creare opportunità e turismo, non venire snaturate e ancora mortificate. Non certamente collocandoci un ospedale”.

Continua a leggere

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.

Questo si chiuderà in 27 secondi