Seguici sui Social

Politica

Battesimo per gli “azionisti” stabiesi di Calenda: prima uscita per Ungaro

Pubblicato

il

A Castellammare c’è il debutto degli “azionisti” di Calenda. Tra i volti noti della politica stabiese c’è Vincenzo Ungaro, da questa mattina ufficialmente un attivista di Azione e ritratto al fianco di Ettore Rosato nel corso dell’inaugurazione del comitato in via IV novembre. L’ex presidente del consiglio comunale ha quindi fatto la prima uscita pubblica. Tra gli “azionisti” stabiesi risulta anche il sindacalista della Uil, Mario Russo, anche lui presente all’iniziativa a cui era presente anche il deputato stabiese Lello Vitiello. Ungaro e Russo sono storicamente legati all’onorevole Paolo Russo, ex Forza Italia e ora candidato con Azione-Italia Viva.

Chiaramente al completo la pattuglia renziana di Italia Viva, con l’ex sindaco Toni Pannullo e il coordinatore cittadino Nino Longobardi.

Al momento è un test per i centristi. Raggiungere o superare la soglia del 10% significherebbe andare avanti nel progetto moderato, cosa che a Castellammare potrebbe trovare terreno fertile in vista del ritorno al voto previsto per la primavera del 2024.

Daniele Di Martino


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com