Seguici sui Social

Politica

Carabinieri, a Gragnano il primo congresso del sindacato

Pubblicato

il

Il Congresso Nazionale 2022 di PSC ASSIEME si terrà a Gragnano. Il primo anno di attività associativa professionale a carattere sindacale con 4120 Carabinieri di tutta Italia di ogni ordine e grado. Il 20 Settembre 2021 la nascita di PSC ASSIEME e il 23 ottobre successivo la partenza del camper con mete in tutta Italia per dare il via al tesseramento 2022.  Un anno intenso per PSC ASSIEME che ha realizzato un concreto riferimento per i carabinieri in questa nuova realtà rappresentativa nel mondo sociale dei Carabinieri. A meno di un anno di vita PSC si attesta come seconda realtà associativa professionale con rappresentatività a norma di legge. La scelta di aver investito sull’ascolto, la tutela legale reale con una assicurazione per gli associati a carico dell’associazione, la crescita professionale, i gruppi di studio, il confronto e la partecipazione di professionisti per l’analisi delle fragilità del Carabiniere sono elementi alla base del successo dell’associazione tra i carabinieri così come il percorso sull’abbattimento dei livelli di stress, la capacità di ascolto e il problema-solving strategico.  La tre giorni di Congresso Nazionale, al via il 12 settembre prossimo è uno step di crescita di PSC ASSIEME nel dare riferimento e servizi ai Carabinieri d’Italia che mettono a disposizione del progetto le proprie conoscenze, competenze e professionalità. Al Congresso parteciperanno la nota consulente problem solver NARDONE Maria Cristina, il procuratore militare emerito prof RIVELLO Pier paolo, legali di riferimento di PSC ASSIEME, broker assicurativi, professionisti del settore informatico e di comunicazione web. PSC ASSIEME investe sull’innovazione e prepara per l’anno 2023 servizi di ultima generazione dedicati alla funzionalità del servizio del Carabiniere per rendere migliore la vita degli associati per metterli nella condizione di poter vivere al meglio il ruolo sociale di responsabilità e di riferimento. La parola agli operatori di ordine pubblico, sicurezza e tutela ambientale e forestale: da qui passa il miglioramento della quotidianità del Carabiniere che deve essere posto nella condizione di svolgere il miglior servizio istituzionale a favore dei cittadini a noi affidati con il fine precipuo di garantire ordine e sicurezza al nostro paese di cui siamo fedeli e orgogliosi servitori.


Clicca per commentare

Rispondi

Politica

I commissari accelerano sui condoni edilizi, 4.000 pratiche inevase

Via libera al progetto di produttività per dare risposte ai cittadini

Pubblicato

il

I commissari accelerano sui condoni edilizi. Con una delibera di giunta, i tre reggenti di Palazzo Farnese hanno messo in piedi un progetto di produttività rivolto ai dipendenti dell’ente per evadere l’enorme mole di pratiche edilizie. Sono addirittura oltre 4mila le istanze in giacenza. La maggior parte di queste, circa 2.700 pratiche, non sono nemmeno state istruite. Mentre per la restante parte servono integrazioni e ulteriori verifiche. Un lavoro che la commissione chiede di svolgere non solo ai dipendenti dell’ufficio tecnico, che in ogni caso non sono sufficienti, ma anche ad impiegati di altri settori.

Tale progetto – come si legge nella delibera commissariale – prevede come obiettivo prioritario quello di concludere le istanze su cui pendono procedimenti oggetto di ordini di demolizione RESA disposti dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli – Ufficio Esecuzione Penale, nonché quelli oggetto di ordini di demolizione disposti dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, al fine di dare risposte certe, nonché dare impulso all’attività tecnico amministrativa relativa alla definizione delle istanze di Condono edilizio giacenti presso l’Ufficio tecnico comunale.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy