Seguici sui Social

Politica

Pimonte, c’è il primo cane adottato da un cittadino

Pubblicato

il

Una nuova vita per Siria. C’è il primo cane adottato da un cittadino di Pimonte. “Ieri mattina – scrive il sindaco Francesco Somma – il nostro concittadino Salvatore Coticelli è stato al canile di Ottaviano per adottare una dcagnolina di 4 anni. Salvatore è il primo cittadino di Pimonte che ha risposto al mio appello lanciato questa estate e finalizzato a dare una nuova casa ai cagnolini di Pimonte, ospitati al canile di Ottaviano. Da sindaco , da uomo, da amante degli animali non posso esserne che contento. Il nostro Salvatore ha scelto consapevolmente di dare una nuova vita a questa cagnolina a cui ha dato il nome di Siria” . Un bel gesto quello compiuto da questo cittadino di Pimonte nei confronti della cagnolina. “Il comune di Pimonte – conclude il sindaco Somma- ringrazia il suo cittadino per questo gesto di altruismo e di amore per gli animali. Spero che altri cittadini, nelle prossime settimane, scelgano di dare una chance di vita ai nostri cani. Per noi la cura degli animali viene prima di tutto . Per tutti gli animali proprio oggi ci siamo dovuti attivare con l’Enpa per il ritrovamento di un cucciolo di volpe in una soffitta” . Sul fronte difesa degli animali il comune di Pimonte, insieme ai delegati del comune di Castellammare, ha chiesto un tavolo tecnico in prefettura per quanto riguarda la questione dei Maremmani di Faito. “Noi siamo contro ogni ipotesi di abbattimento” ha precisato il sindaco.

Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com