Seguici sui Social

Politica

Dossieraggio contro l’ex deputata 5 Stelle, Manzo querela la “spia” grillina

Pubblicato

il

Teresa-Manzo

Dossieraggio a orologeria. E’ una “spia” del Movimento Cinque Stelle ad aver messo Teresa Manzo nelle condizioni della mancata candidatura alle ultime elezioni, nonostante la vittoria alle “parlamentarie” grilline. Così a un mese dal voto, l’ex deputata pentastellata decide di denunciare tutto. L’ex parlamentare del Movimento 5 Stelle, tramite i legali Raffaele Troiano e Ferdinando Striano, ha deciso di querelare gli autori del dossieraggio di cui è finita vittima lo scorso mese di agosto. Infatti, sulla base di un audio tratto da una telefonata intercorsa tra due soggetti e successivamente reso pubblico, è stata cancellata dalle liste dei candidati del Movimento nel collegio Campania 1 P-02 a poche ore dalla loro presentazione ufficiale con l’accusa di aver inquinato il voto degli iscritti che l’aveva vista primeggiare con 708 preferenze.

“Ne ho ricevuto un grave danno d’immagine personale, professionale e politico – dichiara l’ex deputata – Per questo ho deciso di difendere la mia reputazione anche in sede giudiziaria. Non è mio costume rivolgermi ai tribunali, ma ho preso questa decisione perché con me, indirettamente, sono state infangate anche tante persone che mi hanno supportato in questi anni, oltre che la mia famiglia, i miei amici e tanti attivisti che avevano riposto in me la loro fiducia. Spero che si possa giungere al più presto ad un chiarimento anche con il Movimento che ad oggi purtroppo rimane silente di fronte alle mie richieste di confronto. Eppure ciò che è successo è grave: sono stata lesa nell’onorabilità con una tempesta mediatica perfetta che ancora oggi danneggia la mia immagine. Dopo anni di impegno politico che ho portato avanti con lealtà, trasparenza e al servizio del territorio mi sono ritrovata sola davanti ad accuse infamanti. Per questo sono pronta a far valere le mie ragioni. Lo devo anche di fronte ai tantissimi attestati di stima che continuo a ricevere dagli attivisti, dai cittadini che incontro per strada e che ancora si dicono stupiti dalla mia esclusione, e da parte di tutti coloro con i quali ho lavorato in questi anni e per i quali voglio continuare ad impegnarmi”.

Secondo quanto ricostruito, si tratterebbe di un attivista stabiese del Movimento Cinque Stelle, in passato vicino ad amministrazioni di centrodestra.


Continua a leggere

Politica

Appello di Sarracino (Pd) al M5S, “isogna sostenere Vicinanza a Castellammare”

Pubblicato

il

Castellammare

“La scelta del Pd di Castellammare di sostenere Luigi Vicinanza dimostra come fosse giusto il percorso intrapreso dal segretario Peppe Giordano e dal suo gruppo dirigente. Vicinanza è una grande opportunità per la città di Castellammare di Stabia. Ora è tempo di scrivere una nuova storia per un territorio che merita sviluppo, lavoro e legalità. Faccio appello a tutte le forze politiche e civiche che non si riconoscono nella destra cittadina e nazionale, a partire dagli amici del Movimento 5 Stelle, affinché uniti si possa costruire e rafforzare il progetto di Luigi Vicinanza sindaco di Castellammare di Stabia”. Lo afferma il parlamentare del Pd e responsabile sud della segreteria nazionale del Pd, Marco Sarracino.

Continua a leggere

Politica

Centrodestra, Tajani benedice Bobbio a Marina di Stabia

Pubblicato

il

Castellammare

Tajani benedice Bobbio a Marina di Stabia. Anche il centrodestra trova la quadra e lo fa stringendosi al fianco di Luigi Bobbio. L’ex sindaco oggi ha ricevuto l’investitura direttamente da Antonio Tajani, leader nazionale di Foza Italia, alla presenza di Fulvio Martusciello coordinatore regionale e Annarita Patriarca portavoce regionale del partito di Berlusconi.

Non è passata inosservata la presenza al fianco dell’ex sindaco di Loredana Strianese, ex assessore al bilancio della prima giunta Bobbio.

Presenti anche il senatore Franco Silvestro (Forza Italia), l’ex sindaco Gaetano Cimmino e il coordinatore cittadino forzista Nello Di Nardo, oltre al padrone di casa Giovanni La Mura.

Tajani era di ritorno dal G7 di Capri.

Castellammare

Continua a leggere

Politica

Colpo di scena: Vicinanza sindaco col sostegno di Elefante

Pubblicato

il

Castellammare

È un colpo di scena di quello dei migliori colossal. Dopo mesi di tensioni, spaccature e veti si arriva a una conclusione: Luigi Vicinanza candidato sindaco a Castellammare di Stabia. E udite udite col sostengo di Roberto Elefante, il principale competitor di Vicinanza finora.

Accordo raggiunto ieri sera e ufficializzato fallo stesso elefante alla vigilia dell’interpartitico sulla sede del Pd: “La situazione politica stabiese in vista delle prossime elezioni comunali ha assunto in queste ultime settimane dei connotati di forte confusione. In questo clima la decisione assunta dal Partito Democratico di commissariare l’organizzazione cittadina impone una forte responsabilità verso l’organizzazione a cui appartengo, ma soprattutto verso la città.
Lo scioglimento per camorra, rende necessario a tutti noi un forte senso di rispetto delle istituzioni e di ricerca di soluzioni unitarie che aiutano la partecipazione.
È in questo quadro e per queste motivazioni che metto il lavoro fatto in questi mesi a disposizione della città, del PD e del candidato a sindaco Luigi Vicinanza”.
Tradotto in parole povere Elefante sarà il capolista del Pd alle prossime amministrative.

Anche il Pd provinciale ufficializza la candidatura di Vicinanza: “A Castellammare di Stabia, il PD sosterrà come candidato Sindaco Luigi Vicinanza, una personalità di grandissimo valore che ha tutta la forza per promuovere uno sforzo collettivo e uno straordinario impegno di tutte le donne e tutti gli uomini che hanno a cuore la città e intendono restituirle dignità e orgoglio con un nuovo patto democratico”, è quanto dichiara in una nota Francesco Dinacci, presidente del PD Metropolitano e commissario del circolo dem di Castellammare di Stabia.

“Con Luigi Vicinanza vogliamo costruire la più larga unità del campo progressista e democratico, ed è molto positivo il confronto in queste ore tra le forze politiche e civiche impegnate a costruire l’alleanza, nell’ottica anche di ricomporre  la sinistra stabiese. Il PD, dal canto suo, può costruire una lista forte, unitaria e aperta alla città, in grado di interpretare l’apertura di un nuovo ciclo di buon governo, con la massima attenzione per garantire trasparenza e legalità” – conclude Dinacci.

Continua a leggere

Cronaca

Gragnano. Incentivi per nuovi insediamenti commerciali, Cesarano: “Estendere l’erogazione anche ad altre zone della città”

Pubblicato

il

Castellammare

A Gragnano l’amministrazione guidata dal Sindaco Nello D’Auria incentiva l’insediamento di nuove attività commerciali, ma soltanto in alcune strade. In consiglio comunale si è accesa poi la discussione con la proposta del consigliere comunale Alfonso Cesarano che chiede alla Giunta di ridisegnare il perimetro incentivando così lo sviluppo commerciale anche in altre zone.

“Impiegare risorse pubbliche per rilanciare l’economia del territorio è in teoria una idea condivisibile così com’è condivisibile la proposta di promuovere un bando per dare impulso all’insediamento di nuove attività commerciali, ma è la logica con cui queste iniziative sono state promosse dall’Amministrazione comunale di Gragnano a destare parecchi dubbi.

Il bando, infatti, cita testualmente soltanto 5 strade cittadine escludendo completamente altre arterie e altre porzioni del territorio che pure potrebbero essere coinvolte. Zone importanti, che da sempre sono il fulcro commerciale della città, come via Castellammare o via Vittorio Veneto, non vengono valorizzate restando inspiegabilmente ai margini. Addirittura le aree periferiche del Comune, che normalmente dovrebbero essere il punto di partenza per azioni di rilancio dell’economia di qualsiasi Amministrazione, sono state completamente dimenticate. Concentrare questi fondi solo su via Roma, via Pasquale Nastro, piazza Guglielmo Marconi e piazza Augusto Aubry è un errore imperdonabile. Chiedo che la giunta, con in testa il sindaco Aniello D’Auria e gli assessori competenti, si affretti a ridisegnare il perimetro di applicazione del provvedimento per evitare che vengano perpetrate ingiustificabili discriminazioni tra strade di serie A e strade di serie B.”

Continua a leggere

Politica

Pranzo con vista sul golfo, il patto di Sorrento per De Angelis sindaco

Pubblicato

il

Castellammare

Metti un pranzo davanti al golfo di Surriento, tre amici e un obiettivo: risolvere il rebus del candidato del centrosinistra a Castellammare di Stabia.

La casa con vista è quella di Franco Manniello, ex presidente della Juve Stabia, gli ospiti sono il consigliere regionale del Pd Mario Casillo e Massimo De Angelis.

Proprio il farmacista con la passione per la politica sarebbe l’alternativa del centrosinistra per un candidato unitario. Ci sta lavorando da tempo Casillo e ora l’operazione potrebbe andare in porto con il benestare anche di Salvatore Vozza.

Il dubbio resta sempre quella parte di coalizione e soprattutto del Pd che vuole Gigi Vicinanza. Il commissario cittadino Dinacci ha detto apertamente che non intendono indietreggiare sul nome del giornalista ex direttore de l’Espresso. Ma intanto ha iniziato le consultazioni e continuano a non registrarsi nuove adesioni al progetto Vicinanza.

Ed ecco il piano B di Mario Casillo: richiamare in servizio quel Massimo De Angelis che fu sacrificato nel 2018 contro la corazzata di Gaetano Cimmino e del centrodestra.

Il patto sarebbe stato sancito proprio domenica scorsa a pranzo da Franco Manniello, garante e facilitatore dell’operazione.
Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Elly Schlein e il Pd non vogliono alternative: Vicinanza candidato sindaco a Castellammare

Pubblicato

il

Castellammare

E’ stata un’altra giornata da ricordare per il Pd stabiese. Tutto in poche ore, anche se restano e spaccature. Almeno questa sera a Castellammare di Stabia i Dem hanno detto chiaro e tondo qual è l’obiettivo per le elezioni dell’8 e 9 giugno 2024.

In mattinata le dimissioni del segretario cittadino Peppe Giordano erano suonate come l’ennesimo campanello d’allarme. E invece è andata decisamente diversamente. Un gesto (molto apprezzato dai Giovani Democratici) che ha in pratica semplificato il tutto. Il presidente provinciale Francesco Dinacci ha quindi assunto la guida del partito stabiese in qualità di commissario e tutte le cariche e gli organismi sono stati azzerati.

Questa sera Dinacci ha presieduto proprio l’interpartitico decisivo e ha detto chiaro e tondo che l’unica strada percorribile è quella di affidare la guida della coalizione a Gigi Vicinanza. Un passo in avanti importante, anche se non ha ancora trovato l’unità del centrosinistra. Si sta lavorando per raggiungerla anche per effetto di una chiamata da Roma direttamente da Elly Schlein: «Gigi deve essere il nostro candidato», è più o meno il tenore della conversazione con i vertici provinciali del Pd.

Resta da capire i due fronti del centrosinistra come intendono andare avanti, vale a dire quelli legati a Salvatore Vozza e a Roberto Elefante. Non è escluso che possano trovare un punto di incontro e trovare un candidato sindaco comune da opporre proprio a Vicinanza.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Castellammare, si dimette il segretario del Pd. Una mossa che può blindare Vicinanza

Pubblicato

il

Castellammare

Si dimette Peppe Giordano. Un terremoto nel PD a meno di 20 giorni dalla presentazione delle liste, in vista delle elezioni amministrative a Castellammare di Stabia. Il segretario cittadino getta la spugna, dopo mesi di tensioni nel partito stabiese e una spaccatura che non riesce a sanarsi.

Non tutti i mali vengono per nuocere

Le dimissioni di Peppe Giordano non sono un cattivo segnale, però, per Gigi Vicinanza. Un atto, quello del segretario uscente, che favorisce l’arrivo di un commissario nominato dal Pd napoletano. Questo significa blindare ancora di più Vicinanza. Anzi, andare fino in fondo, costi quel che costi.

Il commissario

Dovrebbe essere Francesco Dinacci, attuale presidente del Pd provinciale, il commissario che guiderà il partito nei giorni più caldi che precedono le elezioni amministrative.

Le divisioni

Intanto il centrosinistra è spaccato precisamente in tre. Da un lato i pro Vicinanza voluto dal Pd napoletano e romano, poi altri due fronti legati a Salvatore Vozza e Roberto Elefante, che nelle ultime ore stanno provando a dialogare per proporre al Pd un candidato di superamento. Ma il Pd sembra già aver scelto Vicinanza.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Vicinanza cita Paolo Sorrentino: “Non ci disuniamo, rischiamo di far vincere la destra”

Pubblicato

il

Castellammare

“Non ci disuniamo, dobbiamo stare uniti per battere questa destra”. Gigi Vicinanza cita Paolo Sorrentino e riprende il film “È stata la mano di Dio”. Antonio Capuano lo grida a Fabietto sul finale della celebre pellicola di uno dei migliori registi italiani di sempre.

Vicinanza lo grida in sala a Salvatore Vozza e a tanti curiosi accorsi questa sera all’Hotel dei Congressi di Castellammare di Stabia.

“Io credo che gli stabiesi sappiano bene cosa significa ‘non ti disunire’, vuole dire non permettere a questa destra arrogante che ha portato la città allo scioglimento per camorra di spuntarla alle prossime elezioni. Questo non possiamo permetterlo. Dobbiamo andare tutti uniti per scongiurare il ritorno della destra a Palazzo Farnese” ha proseguito Vicinanza.

“Io non so chi sarà il candidato del centrodestra – ha detto ancora il giornalista – ma vorrei tanto che si dichiarasse contrario all’autonomia differenziata, perché ammazzerà il Sud e anche il Comune di Castellammare. Arriveranno meno risorse dallo Stato. È qualcosa che ci riguarda molto da vicino”.

Continua a leggere

Politica

Castellammare, ecco il terzo nome del centrosinistra

Pubblicato

il

Castellammare

Il terzo nome del centrosinistra di Castellammare è presto servito. E si tratterebbe di un ritorno di fiamma. Il nome che il consigliere regionale Mario Casillo ha proposto è quello di Massimo de Angelis, un remake rispetto al 2018, quando lo stesso ex assessore guidò il centrosinistra contro Gaetano Cimmino.

De Angelis sarebbe la giusta sintesa tra il gruppo capeggiato da Salvatore Vozza e quello di Roberto Elefante. Un nome che potrebbe tenere unito il centrosinistra per sfidare questa volta un centrodestra che ha calato l’asso Luigi Bobbio.

In queste ore si sta ragionando proprio su questo fronte. E sembra che le diplomazie dei partiti e delle liste civiche abbiano già trovato un’intesa di massima. Resta da capire solo l’incognita Vicinanza. Il giornalista è ancora in campo e i suoi sostenitori spingono ancora per la sua candidatura.

Adesso il Pd, per ritrovare l’unità della coalizione, dovrebbe pensare soltanto a una exit strategy per non mortificare la figura autorevole di Vicinanza.

In caso contrario correrebbe da solo insieme a qualche lista civica, mentre la restante parte del centrosinistra si affiderebbe a Massimo de Angelis. Ma sarebbe un ramake del 2018, quando il centrosinistra si spaccò: dal un lato De Angelis e dall’altro Andrea Di Martino. Il risultato è storia.
Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Centrosinistra nel caos a Castellammare, si cerca il terzo nome: Casillo dice no a Pannullo

Pubblicato

il

Castellammare

Si cerca il terzo nome per unire le anime del centrosinistra. Una sintesi tra Pd, l’area di Vozza e quella di Elefante. E nelle scorse ore nel centrosinistra di Castellammare di Stabia sarebbe spuntato un nome di garanzia per unire tutti: l’ex sindaco Toni Pannullo, colui che denunciò le pressioni e il fiato sul collo della camorra.

In questo scenario ha ripreso piede Mario Casillo, il super consigliere regionale del Pd record di preferenze, che negli ultimi anni ha sempre scelto il candidato di centrosinistra a Castellammare.

Il nome di Pannullo non è però gradito a Casillo ed è arrivato un secco no all’investitura dell’ex sindaco che poteva rappresentare il nome di superamento per unire il centrosinistra.

Così i partiti stabiesi si ritrovano a ricercare un altro terzo nome. A venti giorni dalla presentazione delle liste regna il caos.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.