Seguici sui Social

Cronaca

Scoperta piantagione di marijuana nella Valle dei Mulini

Arrestato anche un 45enne stabiese che gestiva un centro di essiccazione di cannabis

Pubblicato

il

marijuana

Una piantagione nella Valle dei mulini e un centro di essiccazione della marijuana in un casolare. In manette è finito un 45enne per coltivazione di cannabis. Dovrà rispondere di coltivazione di stupefacente Raffaele Montuori, 45enne stabiese già noto alle forze dell’ordine. In un piccolo casolare in muratura, adiacente alla sua abitazione, i carabinieri della stazione di Gragnano hanno scoperto un essiccatoio artigianale nel quale erano stipati circa 6 chili di cannabis quasi completamente disidratate. Montuori è stato portato in carcere, in attesa di giudizio.
Poi la scoperta più sensazionale: in via del presepe, ancora a Gragnano e in piena Valle dei Mulini, gli stessi militari hanno individuato una piantagione di cannabis con 47 fusti di circa 170 cm l’uno. Sono state distrutte ma sono in corso accertamenti per individuare il pollice verde che le curava.

marijuana


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com