Seguici sui Social

Attualità

Addio a Bono, un minuto di silenzio nei siti Fincantieri

Pubblicato

il

Fincantieri

Le manifestazioni di cordoglio espresse per la scomparsa di Giuseppe Bono, storico ad di Fincantieri, sono arrivate dal mondo istituzionale, civile e sindacale del Paese, dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, dai Ministri Guido Crosetto, Giancarlo Giorgetti e Adolfo Urso, solo per citarne alcuni, al Segretario della CGIL Maurizio Landini.
Il Gruppo Fincantieri già da ieri ha deciso di adottare una serie di iniziative di commemorazione. Fino al giorno delle esequie, previste per sabato 12 novembre, saranno esposte le bandiere a mezz’asta in tutte le sedi e negli stabilimenti del Gruppo. L’azienda osserverà oggi un minuto di raccoglimento alle ore 12.
Per celebrare il contributo del dott. Bono nella vita della società, la Sala Consiglio della sede di via Genova a Trieste verrà intitolata alla sua memoria. Verrà inoltre attivata una borsa di studio a suo nome per ricordare i valori della formazione e della dedizione al lavoro, che hanno sempre contraddistinto il suo operato.

 

 


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com