Seguici sui Social

Politica

Ospedale sulle Terme, De Luca accelera sul progetto

Pubblicato

il

Ospedale

De Luca accelera. E dopo aver convinto anche Mario Casillo e gli altri consiglieri regionali più vicini all’area stabiese, il governatore è pronto a mettere in piedi la riconversione di Terme di Stabia in polo ospedaliero. L’accordo politico c’è ma restano i nodi burocratici e procedurali. Anche perché bisogna iniziare una interlocuzione con la curatela della Sint e bloccare la vendita all’asta dei beni.
Secondo quanto trapela dagli ambienti vicini al presidente De Luca, l’area del Solaro andrebbe ad ospitare l’ospedale San Leonardo, magari con una nuova denominazione. L’attuale albergo andrebbe abbattuto e ricostruito adattandolo agli attuali standard, quindi servirebbero anche modifiche sul piano urbanistico. Il Parco idroponico resterebbe alla città, così come il centro congressi da poter affidare ai privati.
C’è poi tutta l’intenzione di creare un polo universitario intorno alla nuova struttura ospedaliera. In questo caso De Luca avrebbe già incassato il sì dell’università di Salerno per ampliare l’offerta formativa e creare a Castellammare una succursale.
Ma bisogna fare presto. Altrimenti il tribunale metterà tutti i beni all’asta. E sarà troppo tardi per la Regione rilevare i beni del Solaro.
Daniele Di Martino


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com