Seguici sui Social

Politica

Arriva il nuovo “suppostone”, 10mila euro per l’albero di Natale in villa

Pubblicato

il

natale

Tutto pronto per illuminare il natale stabiese. A partire dall’Immacolata, Castellammare avrà i primi eventi. Affidati in forte ritardo i lavori di allestimento ed illuminazione di 5 piazze cittadine. Affidato, ancora in ritardo, il “palio dei falò” in villa comunale. Infatti, è soltanto della scorsa settimana l’affidamento ad una azienda della provincia a nord di Napoli dell’evento di spettacolo pirotecnico e falò sull’arenile stabiese. Tra le cinque piazze da illuminare però mancava “lo spelacchio stabiese”, “il suppostone”, “il missile”. Con questi e tanti altri appellativi, nel corso delgi anni, gli stabiesi hanno soprannominato l’esemplare di Araucaria che è presente in villa comunale. Al costo di 10 mila euro, un’azienda della vicina Pimonte, preparerà “il suppostone” stabiese. Facendo un rapido riepilogo a Castellammare, per le festività natalizie 2022, ci sarà: 5 piazze illuminate, “il suppostone”, i falò ed uno spettacolo pirotecnico da 15 minuti la sera del 7 dicembre. Tutto questo, organizzato in fretta e furia, ed appaltato per una cifra totale che sfiora i 100 mila euro. Non male per una gestione commissariale che si ritrova a gestire un’amministrazione sciolta per infiltrazioni mafiose e dove la commissione di accesso ha rilevato una forte ingerenza della camorra nella gestione degli appalti.
Ciro Serrapica

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.