Seguici sui Social

Politica

Primarie Pd, Elly Schlein sbanca Castellammare. A Gragnano vince Bonaccini | I RISULTATI

Pubblicato

il

Mentre Elly Schlein è in vantaggio in molte Regioni, arriva il risultato schiacciante di Castellammare. Alle primarie Pd, la quasi segretaria dem doppia letteralmente il competitor Bonaccini. Sono 861 i voti incassati dalla Schlein nel circolo stabiese del Pd, contro i 431 del governatore dell’Emilia Romagna, che invece vince a Gragnano 316 voti contro i 278 della Schlein.
Ma il risultato più eclatante è quello dell’ex Stalingrado del Sud, dove nel partito guidato dal segretario Peppe Giordano arriva una vera e propria svolta a sinistra. Un risultato che porta la firma proprio del segretario del Pd stabiese, dell’ex vicesindaco Nicola Corrado e del presidente dem Roberto Elefante.
A poco sono valsi i “soccorsi esterni” inviati dal capogruppo regionale Mario Casillo.
Daniele Di Martino




Politica

Castellammare, sale la tensione. Nel centrosinistra si chiede la testa di Cacciola

Pubblicato

il

PD-Castellammare

Si avvicina la resa dei conti. Ore 18:30 riunione al Partito Democratico di Castellammare di Stabia. Ultimo tentativo per trovare un’intesa sul presidente del consiglio comunale. Ma con questo clima che si è creato in maggioranza sembra difficile ogni possibilità.

Il sindaco Vicinanza non ci sarà. Sarà una trattativa prettamente politica tra partiti e liste civiche di centrosinistra. Il Pd chiede spazio e si candida a guidare la coalizione, facendo da garante. Ma la giunta tecnica o meglio “la giunta del sindaco” hanno complicato di tantissimo gli equilibri già precari.

A complicare ancora di più le cose l’alterco che a fine riunione si è verificato tra il fedelissimo del sindaco, Ciro Cacciola, e un rappresante di una lista di maggioranza. L’ombra di Vicinanza, onnipresente durante tutte le riunioni (una sorta di consigliere politico), avrebbe cacciato via un esponente della maggioranza per averlo criticato durante il suo intervento.

A questo punto pare che una parte della maggioranza sia decisa a chiedere, a sua volta, l’allontamento di Cacciola da Palazzo Farnese. Del resto in tanti si sono chiesti quale sia il ruolo del direttore generale del Mav di Ercolano, di cui Vicinanza è presidente.

Un clima di tensione che sembra non promettere bene. E domani è prevista anche la prima riunione di giunta a Palazzo Farnese per i primi provvedimenti ufficiali dell’era Vicinanza.

 




Continua a leggere

Politica

Castellammare, niente accordo sul presidente del consiglio. Fumata nera a Palazzo Farnese

Pubblicato

il

Un’altra fumata nera. A quanto pare la pezza è peggio del buco. Se la nuova giunta di Castellammare di Stabia doveva rappresentare il momento «della ripartenza», per dirla con Gigi Vicinanza, la maggioranza di centrosinistra appare molto scontenta.

Nella riunione che si è conclusa poco fa non si è giunti a un accordo sulla presidenza del consiglio, contando ora sei candidati allo scranno più alto dell’aula consiliare Falcone-Borsellino. Sono volati di nuovo gli stracci.

Il sentire comune, infatti, è che la «giunta del sindaco» sia più espressione dei potentati regionali e nazionali del Partito Democratico, senza prendere in considerazione le indicazioni dei partiti locali e delle liste civiche.

Dal canto suo il sindaco Vicinanza ha chiesto compatezza e ha convocato una seconda riunione per domani, sperando di raggiungere un accordo per la presidenza e dare finalmente il via alla consiliatura.

Intanto, il Partito Democratico fa quadrato su Vicinanza. Marco Saracino e Sandro Ruotolo chiedono un ruolo da protagonista per il Pd: «Come membri della segreteria nazionale del Partito Democratico abbiamo incontrato questa mattina il sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Vicinanza, al quale abbiamo ribadito il sostegno e la massima collaborazione istituzionale per affrontare i problemi della città. Restiamo convinti che Castellammare necessiti anche di una visione politica rispetto allo sviluppo, alle potenzialità di un territorio tanto bello quanto complesso.

In questo quadro ribadiamo la nostra intenzione di dare vita ad un osservatorio anticamorra aperto al contributo di energie e professionalità esterne al partito per mantenere sempre alto il livello di guardia nel contrasto ai poteri criminali. A settembre presenteremo un primo studio sui flussi elettorali che hanno caratterizzato l’ultima tornata amministrativa. Nell’immediato restano aperti alcuni nodi da sciogliere che vedano il Partito Democratico finalmente protagonista, a cominciare dalla presidenza del Consiglio comunale. Abbiamo ribadito al sindaco Vicinanza che, come membri della segreteria nazionale, ci impegneremo affinché si costruiscano per davvero le condizioni per raggiungere la massima unità nel Pd e nella coalizione».




Continua a leggere

Attualità

Tensione alle stelle in maggioranza. Nino Di Maio: “Il sindaco dissolva i dubbi. Chiarisca che la Giunta è stata scelta da lui e non imposta”

Pubblicato

il

Sale la tensione nelle stanze politiche di maggioranza. Dopo il chiacchiericcio intorno all’incontro che il sindaco, Luigi Vicinanza ha avuto questa mattina con Sarracino e Ruotolo, arrivano anche le prime dichiarazioni.

Dichiarazioni non certo di guerra, ma tese ad avere un clima più disteso e inclusivo nella coalizione di maggioranza che pare non ci sia. A chiedere a Vicinanza di dissolver ei dubbi sulla “paternità” della Giunta, è Nino Di Maio, consigliere ocmunale di maggioranza.

“C’è da rimanere basiti – dichiara il consigliere comunale, Nino di Maio – per quanto apprendo dalla stampa in merito all’incontro dei due componenti la segreteria nazionale del PD, i colleghi Ruotolo e Saracino.
Immaginavamo che solo l’entusiasmo giovanile del commissario del PD stabiese Dinacci avesse determinato,nell’incontro di venerdì scorso, uno scivolone pericoloso per la stabilità politica e unitaria della maggioranza. È stato molto superficiale mortificare il ruolo delle altre forze di
maggioranza, offendendo anche la funzione dei Consiglieri Comunali e la loro autonoma valutazione e capacità politica.”

“Cio’ ovviamente ha determinato forti difficoltà nel dialogo con lo stesso partito. La preoccupazione riguardo alla “giunta del Sindaco” – chiede Di Maio –  è rivolta a politici nazionali e regionali che affermano di aver avuto ruolo determinante ed aver contribuito alla formazione della giunta stabiese co persone da loro indicate. Confidando nella lealtà e coerenza del Sindaco, sono certo che saprà fugare queste pubblicità estemporanee. Tutto ciò tenuto anche conto della specchiatezza etico morale e alta professionalità degli assessori.”

Non si sottrae poi ad un appello per mettersi subito al lavoro, tutti, per il bene della città: “A partire dal Sindaco e tutti noi Consiglieri abbiamo il dovere verso la città ed i nostri elettori di determinare la più immediata partenza del fare dell’Amministrazione per rimanere coerenti con gli impegni di una Castellammare Nuova sul piano della vivibilità, dello sviluppo turistico e industriale con una svolta culturale e di sicurezza sociale.
L’appuntamento di venerdì con la convocazione del Consiglio Comunale avente all’odg l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale è la cartina di tornasole ed un appuntamento da non perdere. Bisogna dimostrare che gli elettori hanno scelto il meglio, anche per la minoranza, con la quale nella distinzione dei ruoli, come dice il Sindaco, sui grandi temi bisogna confrontarsi.
A prescindere dal nome e nel rispetto di tutti, sono certo che sarà una giornata politicamente straordinaria per la città,perché vorrà dire che finalmente Castellammare può guardare avanti con quell’ottimismo da anni sopito.”




Continua a leggere

Politica

La maggioranza si spacca sul Presidente del Consiglio. In corsa 7 consiglieri comunali

Pubblicato

il

Sono in sette ad ambire allo scanno più alto dell’aula Falcone e Borsellino. Sei candidati di maggiornaza ed uno di minoranza, lasciano trasparire che il primo consiglio comunale in programma per il 26 luglio prossimo sarà abbastanza movimentato.

Andiamo per ordine. Tutto parte dalla giunta. In effetti dalla modlaità di presentazione da parte del primo cittadino stabiese. Il comportamento del sindaco Luigi Vicinanza infatti non è proprio andato giù ai consiglieri comunali di maggioranza. Non a tutti, è chiaro.

Nella riunione di venerdì scorso, i consiglieri o delegati presenti alla riunione avevano chiesto trasparenza al primo cittadino stabiese proprio sulla giunta. “Sindaco, hai la libertà delle tue scelte – avrebbero detto a gran voce i consiglieri comunali – ma ti preghiamo di non farcelo sapere tramite i giornali. Chiediamo soltanto condivisione e coscienza delle azioni che riterrai migliori per la città.”

L’ostacolo era rappresentato dalla Giunta. Dai nomi che governeranno la città. Il sindaco la sera prima durante una riunione avrebbe detto di non essere ancora pronto, ma soltanto 10 ore dopo ha presentato la giunta. Si è scatenato il putiferio. C’è stata una levata di scudi proprio nei confronti dei neo assessori. Non per la professionalità o competenza, ma sul modo in cui sono stati “presentati” ai consiglieri comunali.

Il nodo da sciogliere oggi invece è quello relativo al Presidente del Consiglio. Nella giornata di oggi, termine ultimo per la presentazione delle candidature alla guida dell’ Assise Comunale, ci sono state 7 candidature tra maggioranza e minoranza. Ciro Cascone, Rachele Iovino, Maurizio Apuzzo, Roberto Elefante, Vincenzo Ungaro, Nino Di Maio per la maggioranza mentre Mario D’Apuzzo per la minoranza.

Secondo voci di palazzo, il sindaco vorrebbe rivendicare anche la casella del Presidente del Consiglio provando ad indicare il consigleire da votare, ma putroppo si trova di fronte agli stessi ai quali ha tenuto nascosta la Giunta fino all’ultimo minuto. Proprio nelle scorse ore pare che Vicinanza sia stato nelle stanze napoletane del Partito Democratico a colloquio con Sarracino e Ruotolo, i quali avrebbero anch’essi rivendicato il ruolo del Presidente del Consiglio.

Ancora una brutta gatta da pelare per il neo sindaco vicinanza che, nelle prossime ore, ha una riunione, ancora, con la sua maggioranza per cercare di trovare una quadra. Partenza tutta in salita per questa neo amministrazione comunale nata dalla unione di tante anime, troppe, e che sarà difficle mettere einsieme.

Ciro Serrapica




Continua a leggere

Politica

È già sfida anti-camorra a Castellammare, Bobbio contro Vicinanza: “Sindaco in silenzio”

Pubblicato

il

È già polemica sulla sfida anti-camorra a Castellammare di Stabia. È l’ex sindaco Luigi Bobbio ad attaccare Vicinanza, all’indomani dell’annuncio della giunta.

Sui social, l’ex pm antimafia non usa parole dolci: “I parcheggiatori abusivi della camorra sono ormai padroni assoluti delle aree demaniali, con ricavi di decine di migliaia di euro a settimana – scrive postando le foto all’Acqua della Madonna – Tutto nel silenzio e nell’inerzia della Capitaneria di porto di Castellammare e del Sindaco Vicinanza. E pensare che io li avevo cacciati da solo. La camorra è merda sociale. E chi la tollera?”.




Continua a leggere

Politica

Castellammare, il Pd si convince sulla giunta: “Ma serve una visione condivisa con le forze politiche”

Pubblicato

il

“Il PD esprime pieno rispetto per le scelte del Sindaco Vicinanza, coerenti con le sue prerogative sulla nuova Amministrazione di Castellammare di Stabia, a cui conferma il sostegno e augura un proficuo lavoro nell’interesse della città” – è quanto dichiara in una nota Francesco Dinacci, commissario del circolo Dem di Castellammare di Stabia.

“Nelle consultazioni delle settimane precedenti avevamo apprezzato e sostenuto la proposta iniziale di una giunta con una chiara caratterizzazione politica per stabilire un rapporto più solido con le forze di maggioranza. Ora occorre far partire subito l’attività amministrativa, ma è necessario sviluppare una visione politica più condivisa sul futuro della città, coinvolgendo il Sindaco e tutte le forze politiche e civiche della coalizione. Sulla base di queste premesse, il gruppo consiliare PD vigilerà per valutare con responsabilità ogni singolo provvedimento, in coerenza con gli impegni programmatici assunti con la città” – continua Dinacci.

“Castellammare di Stabia merita una profonda svolta politica e amministrativa, con la massima attenzione per il contrasto alla camorra e il rafforzamento dei principi di legalità e trasparenza. Siamo certi che il Sindaco Vicinanza, in costante raccordo con la coalizione, saprà garantire l’avvio di una nuova stagione all’altezza delle speranze di cambiamento” – conclude il commissario del Partito Democratico.




Continua a leggere

Attualità

Ecco i nomi degli assessori a Castellammare

Pubblicato

il

*VICINANZA LUIGI*
*Deleghe: Cultura, Eventi, Città dei Parchi*

*ACANFORA NUNZIA*
*Deleghe: Città del turismo e dello sport*
CV: Funzionario Amministrativo Regione Campania
Laureata in Scienze Politiche presso l’Università Federico II di Napoli, ha lavorato presso l’ufficio del Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Campania.

*CIOFFI GIUSEPPE*
*Deleghe: Salute e Sanità*
CV: Laurea in medicina e chirurgia; specialista in psichiatra. Ha lavorato presso la salute mentale di Lauria (Pz), di Torre del greco, di Castellammare di Stabia, e dal 2001 di S.Agnello. Dal 2014 direttore della Unità operativa di salute mentale di Sorrento. In pensione dal 01/03/2024.

*DI CAPUA GIUSEPPE*
*Deleghe: Lavori Pubblici, Terme, Vicesindaco*
CV: Laureato in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli. Per più di 10 anni capo servizio dei Servizi Sociali del Comune di Castellammare di Stabia. Ha ricoperto il ruolo di assessore comunale.

*DI MARTINO BENIAMINO*
*Deleghe: Smart Cities*
CV: Professore Ordinario di Ingegneria Informatica all’Universita’ della Campania “Luigi Vanvitelli”. E’ VicePresidente dell’ Associazione Nazionale dei Docenti Universitari di Ingegneria Informatica (GII), e Presidente della IEEE Technical Community on Cloud. E’ membro della Giunta del Consorzio Interuniversitario Nazionale di Informatica, e del Consiglio Consortile del Cineca. E’ Professore Aggiunto all’ Universita’ Asia di Taiwan, ed e’ stato Ricercatore e Professore Aggiunto all’ Universita’ di Vienna. Insegna e svolge attivita’ di ricerca in progetti internazionali su Intelligenza Artificiale, High Performance e Cloud Computing, Ingegneria del Software e Smart Cities.

*DI NUZZO ANNALISA*
*Deleghe: Educazione e Identità Stabiese*
CV: Antropologa culturale, insegna geografia delle lingue e delle migrazioni Università Suor Orsola Benincasa, PhD in Antropologia culturale, processi migratori, diritti umani, Direttore scientifico del Festival della Filosofia in Magna Grecia, fa parte del Centro di Ricerca interuniversitario I_LAND (Identity, Language and Diversity)

*GUIDA GIUSEPPE*
*Deleghe: Urbanistica e rigenerazione urbana*
CV: Docente di Urbanistica al Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Laureato con lode pin architettura è dottore di ricerca in Urbanistica e Pianificazione Territoriale ed è Membro del Direttivo della sezione campana dell’Istituto Nazionale di Urbanistica.
Si occupa, in particolare, dei temi della riqualificazione urbana di aree degradate e dei territori della dismissione industriale in un’ottica sostenibile e rigenerativa.
Ha vinto il premio Portus alla Biennale di Architettura di Venezia per il progetto Riqualificazione Urbana e Paesaggistica a Vico Equense. Nel 2007 vince il primo premio al Concorso di Idee “Riqualificazione sostenibile di un quartiere Iacp” a Castellammare di Stabia bandito dall’allora Istituto Autonomo Case Popolari.
È autore di libri e saggi scientifici sull’urbanistica e la pianificazione del territorio e partecipa a ricerche nazionali (Prin) ed internazionali (Horizon) ed è consulente scientifico di numerosi enti pubblici per la redazione di strumenti di programmazione e pianificazione urbanistica.

*POLIDORI ALESSANDRA*
*Deleghe: Bilancio e Politiche Sociali*
CV: Laureata in Economia e Commercio e abilitata alla professione di dottore commercialista, è stata: direttore della Divisione Master di Profingest (oggi Bologna Business School); dirigente della Formazione nell’ambito della Direzione Generale del comune di Napoli; dirigente della Comunicazione dei fondi europei nell’ambito dell’Autorità di Gestione dei Fondi Europei della presidenza della regione Campania.
Dal 2019 funzionario Economico-Finanziario presso il Comune di Napoli, Area Educazione,
per il coordinamento e la gestione dei nidi d’infanzia e dei fondi SIEI.
Oggi con incarico di elevata qualificazione per la realizzazione di progetti innovativi e di sviluppo finalizzati alla qualificazione del sistema educativo e la formazione del personale e per le azioni di contrasto alla dispersione scolastica.




Continua a leggere

Attualità

Pronta la giunta del sindaco: Convocata in fretta e furia la conferenza stampa di presentazione. L’ira dei consiglieri di maggioranza

Pubblicato

il

Blitz di Vicinanza per presentare la sua Giunta. Dopo la riunione fiume di ieri sera, dove il sindaco aveva affermato di non aver ancora i nomi da presentare alla  sua maggioranza, oggi arriva la convocazione per la presentazione degli assessori.

Subito è partito il tam tam tra i consiglieri comunali che avevano chiesto, proprio nella riunione di ieri, di conoscere i nomi prima della presentazione e non da comunicati stampa. Così non è stato.

Vicinanza dunque, con un vero e proprio coup de main, annuncerà i suoi assessori.

Si rincorrono le voci sui nomi. Tra i papabili ci sarebbero Alessandra Polidori, ex consigliere comunale di Gragnano. Poi ci sarebbe Annalisa Di Nuzzo, professoressa universitaria che, stando a voci di corridoio, vivrebbe fuori Castellammare. Ancora, tra i possibili assessori, figurerebbe anche Giuseppe Guida, architetto di Vico Equense , oltre a Giuseppe Di Capua, ex funzionario comunale stabiese e spin doctor di Vicinanza per la campagna elettorale.

Intanto si attende l’ufficialità dei nomi e la rosa completa di assessori che Governerà Castellammare, nello scontento di parte della maggioranza proprio per la scarsa “trasparenza” del sindaco dopo che tutti avevano acconsentito alla “giunta del.sindaco” ma chiedevano, appunto, chiarezza.




Continua a leggere

Politica

Castellammare senza giunta, è già rottura tra sindaco e maggioranza

Volano gli stracci nel vertice di maggioranza per discutere della giunta tecnica

Pubblicato

il

Aria tesa. Quasi da resa dei conti. Volano già gli stracci a palazzo di città. A Castellammare di Stabia la giunta non decolla e il vertice di maggioranza di ieri sera fa registrare la prima rottura tra la maggioranza e il sindaco Vicinanza.

Non hanno usato parole dolci gli alleati, al netto di un Partito Democratico che ha cercato da fare da cuscinetto, forte di avere in pugno la presidenza del consiglio comunale.

A pochi giorni dalla prima uscita pubblica del centrosinistra nell’aula consiliare di Palazzo Farnese (26 luglio), si registrato i primi sussulti nel centrosinistra.

Base Popolare non è stata tenera con il sindaco giornalista, ma nemmeno Uniti per Stabia di Massimo de Angelis. Futuro Democratico per voce di Nello Cuomo ha lanciato un chiarissimo segnale di insofferenza. Insomma, non è stata una passeggiata la riunione organizzata nella sala Giovanni Tommasino.

Tutti contro la giunta tecnica, che a dire di molti è stata annunciata dai giornali. Decisione che Vicinanza non avrebbe condiviso con la coalizione: “Non erano questi i patti” hanno ripetuto in tanti.

Dal canto suo Vicinanza ha dovuto difendersi e motivare questa sua decisione per via delle poche proposte valide pervenute dalle liste civiche e dai partiti. Ha poi ribadito che intende andare avanti su questo solco già tracciato.

Ma buona parte del centrosinistra ha già avvisato il sindaco: guai a nominare la giunta senza passare per la maggioranza. Si profila quindi un braccio di ferro. L’amministrazione comunale non decolla, anzi, rischia di cadere a picco. E Castellammare di Stabia attende una svolta che di questo passo difficilmente ci sarà.

Alberto Cimmino 




Continua a leggere

Politica

Ospedale declassato, Fratelli d’Italia attacca De Luca

Pubblicato

il

“Esprimiamo profondo dissenso e preoccupazione per la recente delibera della giunta regionale della Campania che ha deciso il declassamento del Presidio Ospedaliero San Leonardo di Castellammare di Stabia da Hub a Spoke. Questa decisione, che trasferisce il servizio precedentemente destinato al San Leonardo all’ospedale di Boscotrecase, rappresenta un grave colpo per il nostro territorio e per l’intera comunità stabiese”. È Fratelli D’Italia ad attaccare sul declassamento dell’ospedale San Leonardo. 

“Evidentemente, la salute dei cittadini è diventata l’ultimo dei pensieri per chi dovrebbe amministrare con responsabilità e lungimiranza. Declassare il San Leonardo è un capolavoro di miopia politica, un’opera d’arte che solo chi è completamente scollegato dalla realtà dei bisogni della nostra comunità poteva concepire” continua il coordinatore cittadino Michele Aprea. 

“Il D.C.A. N. 64 del 16.07.2018, basato sul Piano Regionale della Rete dell’Emergenza Cardiologica Campana (Rete IMA), aveva chiaramente individuato il San Leonardo come Centro HUB della Macro Area Napoli 3 Sud. Ma perché rispettare un piano ben studiato e logico quando si può scombussolare tutto con una mossa politica?

La giunta regionale sembra più interessata a fare e disfare come in un gioco di carte, dove i cittadini sono solo pedine da spostare a piacimento. Chissà, forse pensano che la salute sia un dettaglio trascurabile, un piccolo e trascurabile inconveniente nella loro campagna elettorale perenne”. 

Non possiamo restare indifferenti di fronte a questa palese ingiustizia. La salute e il benessere dei cittadini non possono essere sacrificati sull’altare delle strategie politiche. Chiediamo con forza alla giunta regionale di rivedere immediatamente questa decisione, ripristinando il San Leonardo al suo ruolo di Centro HUB e garantendo così la continuità e la qualità dei servizi sanitari per tutti i cittadini della nostra area.”  – chiosa il Presidente provinciale di Fratelli d’Italia On. Michele Schiano di Visconti.

Invitiamo tutte le forze politiche, le associazioni e i cittadini a unirsi alla nostra voce per difendere il diritto a un’assistenza sanitaria adeguata e accessibile. Il nostro impegno sarà incessante fino a quando non verrà ristabilita la giusta considerazione per il Presidio Ospedaliero San Leonardo e per tutti coloro che vi si affidano.




Continua a leggere

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.