Seguici sui Social

Ultime Notizie

Ladro di biciclette elettriche in penisola sorrentina: preso durante la fuga

Pubblicato

il

biciclette

“Arrestato mai, ma ho avuto guai seri con polizia e carabinieri” cantava Paolo Belli nel Sanremo dell’89. “Ladri di biciclette” il nome del gruppo e quello della canzone. Un motivetto che non regge per un 58enne di Vico Equense già noto alle forze dell’ordine, arrestato proprio dai Carabinieri per il furto di una bici elettrica.

Succede nel comune di Sant’Agnello e le due ruote sono di un ragazzino, invitato ieri sera ad una festa di compleanno nella cittadina costiera. La bici la parcheggia lungo la strada, di fronte al locale.

Quando la festa finisce della bicicletta rimane solo la catena. Chiama la madre e poi il 112. I carabinieri della stazione di Piano di Sorrento sanno che le vie di fuga sono pochissime e seguono quello che ritengono il percorso più scontato. Trovano il 58enne nel comune di Meta, in sella alla refurtiva. La bici è tornata nelle mani del piccolo proprietario, l’arrestato è in camera di sicurezza in attesa di giudizio.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.