Seguici sui Social

Cronaca

Spaccio di cocaina, in manette 30enne stabiese. Nel 2011 fu vittima di un agguato

Pubblicato

il

cocaina

I Carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno passato a setaccio diverse zone della città e di Gragnano dove non sono mancate perquisizioni e controlli anche a cittadini già noti alle forze dell’ordine. A finire in manette il 30enne Vincenzo Spista. I militari della sezione operativa hanno controllato l’abitazione dell’uomo a Pompei ed un terreno di sua pertinenza. Rinvenuti e sequestrati 3 involucri con all’interno 160 grammi di cocaina, 1 pacchetto con dentro 20 grammi di marijuana e 2 bilancini di precisione. Sequestrata – perché ritenuta provento del reato – la somma contante di  760 euro.

Spista è un volto già noto. Nel 2011 fu vittima di un agguato, era la sera del primo maggio quando fu ferito da colpi di arma da fuoco mentre percorreva in auto via Bonito insieme a un’altra persona. L’arrestato è in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Durante i controlli i carabinieri stabiesi insieme a quelli del reggimento Campania hanno identificato 69 persone e controllato 46 veicoli tra auto e moto. Denunciato un 49enne del posto trovato alla guida senza aver mai conseguito la patente con recidiva nel biennio. 6 le sanzioni al codice della strada contestate.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.