Seguici sui Social

Calcio

Juve Stabia, un acquisto e una cessione per fare cassa

Pubblicato

il

Juve stabia

La Juve Stabia fa cassa con Barosi. La società ha annunciato la cessione, a titolo definitivo, del portiere Davide Barosi, classe ’00, all’Ascoli Calcio 1898 FC.

Non sono stati resi noti i dettagli dell’operazione, ma sarebbero entrate svariate centinaia di migliaia di euro. Fondi che serviranno per costruire la nuova Juve Stabia.

Intanto le Vespe hanno raggiunto l’accordo per l’acquisizione delle prestazioni sportive del centrocampista Stefano Selvaggio, classe ’02, fino al 30 giugno 2024.

Il calciatore, nativo di Benevento, è cresciuto calcisticamente nel Nostro Settore Giovanile e, dopo la sua esperienza al Sorrento, proseguirà il suo rapporto con i nostri colori.

Infine è stato annunciato il nuovo staff tecnico di mister Pagliuca:

Nazzareno Tarantino – allenatore in seconda;

Raffaele La Penna – preparatore atletico;

Amedeo Petrazzuolo – preparatore dei portieri.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.