Seguici sui Social

Ultime Notizie

Sottopasso, il “ricatto” di Eav: “Con il sì al progetto le opere compensative”. E Amato (M5S) insorge: “No a prescindere”

Pubblicato

il

Sottopasso

“Se ci approvate il progetto del sottopasso faremo anche l’ascensore inclinato è il parcheggio interrato alle Terme, in più un passaggio diretto a Villa Arianna e l’allargamento del ponte di via De Nicola”. Altrimenti non se ne farà nulla.

É più o meno di questo tenore l’offerta che fa Eav alla città di Castellammare. Qualcuno lo definisce già un “ricatto” oppure una “contropartita”. Possiamo pensarla come vogliamo. Ma senza il sottopasso queste opere migliorati, o come vengono definite “compensative”, non si faranno mai. Alla fine la holding regionale del trasporto è uscita allo scoperto, dopo anni di incertezze e di progetti solo su carta e mai realizzati.

Sottopasso

È un “no” a prescindere quello di Gaetano Amato, deputato dei Cinque Stelle, sentito sulla vicenda del progetto: “Quello presentato dall’Eav non lo voglio proprio leggere, per me è inutile. Io non dirò mai sì al sottopasso, anche se quello dell’Eav dovesse risultare il miglior progetto del mondo. Infatti non sono mai stato d’accordo sulla linea degli altri partiti, cioè di visionare il progetto. Ne possiamo parlare solo se arrivano tipo 200 milioni di indennizzi ai residenti e commercianti del quartiere San Marco. Ma a quel punto sarebbe sempre meglio spendere questi soldi per interrare la linea ferroviaria e fermare l’opera distruttiva del sottopasso”.

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Politica

Bobbio, esordio al Romeo Menti da candidato sindaco di centrodestra

Pubblicato

il

Sottopasso

Non è ancora stato proclamato ufficialmente, ma da candidato sindaco in pectore del centrodestra Luigi Bobbio fa la sua prima uscita pubblica. Questa sera era al Romeo Menti di Castellammare di Stabia, gremito a festa per festeggiare la promozione in serie B della Juve Stabia.

L’ex sindaco, dopo la fumata bianca in una riunione in serata del centrodestra, ha seguito la partita tra Juve Stabia e Crotone (1-1) insieme all’ex consigliere Ernesto Sica e al segretario di Fratelli d’Italia Michele Aprea. Si è soffermato anche con Annarita Patriarca, deputata di Forza Italia e poi nella confort zone con il presidente delle Vespe Andrea Langella, che sarebbe in rampa di lancio proprio per la candidatura alle europee con il partito di Berlusconi.

In tribuna vip erano presenti anche l’ex sindaco Gaetano Cimmino, ma anche Pasquale Sommese e il figlio Peppe.

Più defilato in tribuna il candidato sindaco della coalizione civica Antonio Alfano.

dadimar

Continua a leggere

Cronaca

Il nuovo clan di Moscarella imponeva il pizzo a La Sonrisa. Indagato anche Polese

Pubblicato

il

Sottopasso

C’è anche Sabato Polese tra gli indagati di un’inchiesta su un nuovo clan di camorra di Castellammare di Stabia. Il fratello del defunto boss delle Cerimonie è indagato per favoreggiamento, in quanto avrebbe rivelato particolari dell’inchiesta in corso proprio a carico del clan del rione Moscarella, il cosiddetto Terzo Sistema di Castellammare.

L’inchiesta

Il clan sarebbe stato guidato – secondo i magistrati – da Michele Onorato in seguito alla scissione dal clan Cesarano. Proprio Onorato dal carcere di Frosinone avrebbe impartito l’ordine di imporre l’estorsione da 5mila euro a La Sonrisa della famiglia Polese. Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso nonché di estorsione, tentata estorsione, detenzione di armi e detenzione a fine di spaccio di droga, aggravati dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare l’associazione camorristica denominata ‘clan del Rione Moscarella’, operante nei comuni di Castellammare di Stabia, Pompei, Sant’Antonio Abate e zone limitrofe.

In particolare, nel corso delle indagini svolte dalla Sisco di Napoli e dallo Sco, con il supporto operativo della Squadra Mobile di Napoli, sarebbero stati individuati vari episodi estorsivi, posti in essere in danno di alcuni operatori commerciali. Inoltre, uno degli indagati (Michele Onorato), benché detenuto, avrebbe mantenuto contatti telefonici con i propri complici, al fine di pianificare e dirigere le attività estorsive.

Gli indagati

I nomi degli indagati: Michele Onorato, 60 anni, Salvatore Scotognella, 28 anni, Pasquale Palma, 48 anni, Carmela Zurlo, 57 anni, Silverio Onorato, 35 anni, Renato Avitabile, 22 anni, Luciano Polito, 39 anni, Giuseppina Concilio, 59 anni, Michele Santarpia, 42 anni, Maria Onorato, 36 anni, Marco Scotognella, 56 anni, Sabato Polese, 76 anni, Maurizio Amendola, 55 anni.

 

Continua a leggere

Cronaca

Castellammare, sgominato il clan di Moscarella: 11 arresti

Pubblicato

il

Sottopasso

Sgominato il clan di Moscarella. 11 gli arresti eseguiti questa mattina dalla polizia di Stato, notificando una ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di undici persone (di cui 9 sottoposte alla custodia in carcere, 1 agli arresti domiciliari, 1 all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) ritenute gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso nonché di estorsione, tentata estorsione, detenzione di armi e detenzione a fine di spaccio di droga, aggravati dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare l’associazione camorristica denominata clan del Rione Moscarella, operante nei comuni di Castellammare di Stabia, Pompei, S. Antonio Abate e zone limitrofe.

In particolare, nel corso delle indagini svolte dalla S.I.S.C.O. di Napoli e dallo SCO, con il supporto operativo della Squadra Mobile di Napoli, sarebbero stati individuati vari episodi estorsivi, posti in essere in danno di alcuni operatori commerciali.

Inoltre, uno degli indagati, benché detenuto, avrebbe mantenuto contatti telefonici con i propri complici, al fine di pianificare e dirigere le attività estorsive.

Continua a leggere

Attualità

Cassa Armonica chiusa, niente restyling. Solo una messa in sicurezza

Pubblicato

il

Sottopasso

Indagini non invasive sulla Cassa Armonica per una verifica strutturale. E’ quanto è stato disposto dal Comune di Castellammare di Stabia, che ha affidato il servizio a una società specializzata di Sant’Agnello per una cifra di quasi ottomila euro. Un’indagine che è finalizzata a ottenere un certificato di idoneità della struttura, dopo aventuali interventi di consolidamento. Non un vero restyling, ma più una messa in sicurezza.

Il crollo

Lo scorso 18 marzo a seguito del crollo di un candelabro in ghisa della Cassa Armonica, il Comune di Castellammare ha provveduto alla messa in sicurezza della stessa provvedendo a delimitarne il perimetro ed inibirne l’accesso mediante l’installazione di transenne metalliche e rete da cantiere in materiale plastico.

L’intervento

Per garantire una rapida riapertura al pubblico di uno dei monumenti simbolo della Città di Castellammare di Stabia, si rende necessario eseguire indagini di sicurezza sulla Cassa Armonica al fine di verificare lo stato di conservazione di ogni sua parte strutturale ed in particolare eseguire controlli visivi, controlli con strumentazione ad ultrasuoni e ad infrarossi, inoltre verificare lo stato di conservazione dei vetri di copertura con l’eventuale esecuzione di interventi di fissaggio degli stessi, il tutto per l’ottenimento di un certificato di idoneità della struttura per la riapertura.

La riapertura

L’esito di tali indagini, finalizzato a ottenere il certificato di idoneità, consentirà al Comune di stabilire la riapertura al pubblico della Cassa Armonica oppure quali elementi strutturali oppure ornamentali necessitino di interventi di manutenzione straordinari.

 

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, il centrodestra pronto ad annunciare Bobbio

Pubblicato

il

Sottopasso

Manca solo l’ufficialità. Luigi Bobbio tornerà a guidare il centrodestra di Castellammare di Stabia. Oggi potrebbe essere la giornata decisiva per l’annuncio.

Da Roma sarebbe arrivato l’ok di Forza Italia e della Lega per il ritorno dell’ex sindaco sceriffo. Ieri mattina si è rivisto in giro per il centro cittadino per iniziare a sondare il terreno di una campagna elettorale difficile.

Si riparte da dove si era interrotta la carriera politica dell’ex senatore di Alleanza Nazionale. Dal novembre del 2012, quando Bobbio fu sfiduciato in consiglio comunale con la bocciatura del bilancio per mano di una parte della sua stessa maggioranza. Un pezzo di centrodestra che ora avrebbe addirittura dato il via libera a una discesa in campo di Bobbio, sostenendo che solo con il suo carisma e la sua verve il centrodestra riuscirebbe a spuntarla in una campagna elettorale che si annuncia aspra proprio per via dello scioglimento per infiltrazioni.

Nelle ultime ore Luigi Bobbio sta radunando proprio i fedelissimi per riorganizzare la macchina elettorale. Sembra ormai tutto pronto. Manca solo l’annuncio, atteso nelle prossime ore.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, c’è il secondo candidato a sindaco: Antonio Alfano

Pubblicato

il

Sottopasso

Nata da una convinta voglia di rinnovamento la nuova Coalizione Civica e Democratica, composta dalle seguenti liste civiche:

PARTITO DELLA CITTA ( Rappresentata dall’Avv. Francesco Schettino)

STABIA AL CENTRO ( Rappresentata dalla Dr.ssa Carla DiMaio)

PERCORSO CIVICO (Rappresentata dal Dr. Ciro Di Martino)

FORZA STABIA (Rappresentata dalla Dr.sa) Vincenza Maresca)

ALFANO SINDACO (Rappresentata dal Sig. Raffaele Verdoliva)

nella chiara idea di formare una nuova squadra di uomini e donne capaci di governare le sorti della nostra città, nella concretezza d’azione che contraddistingue le persone del fare e non quelle del solo dire, dopo mesi di lavori preparatori al programma amministrativo da realizzare in maniera realistica e concreta e, dopo aver aggregato altre forze civiche che hanno dato la loro adesione al progetto della coalizione, nell’odierna seduta del 13.04.2024, ha deciso, all’unanimità, di affidare la candidatura a Sindaco di Castellammare al D.r Antonio Alfano, Luogotenente della Guardia di Finanza in sevizio permanente e già ex Consigliere del Comune di Castellammare di Stabia.

La necessità di garantire un governo stabile e duraturo della nostra città, porta a ribadire la totale autonomia della Coalizione Civica così come composta, rispetto a scelte autoritarie ed autoritaristiche, derivanti da un lato dalla frammentazione delle idee di principio e dall’altro dalla autodeterminazione priva di autocritica oggettiva.

L’ulteriore necessità di un attento e lungimirante progetto di investimento dei fondi del PNRR, da attuare nell’interesse di tutta la collettività, impegnando in ciò sino all’ultimo euro, impone la costituzione di una SQUADRA DI GOVERNO STABIESE in grado di fornire al servizio della pubblica amministrazione competenze, conoscenze, professionalità e capacità operative come mai avute a disposizione nella nostra città sino ad oggi, riportando al “cosa pubblica” anche a coloro che per ragioni diverse ad oggi ne risultano disinteressati.

Saremo il miglior “edificato” dell’unico “cantiere aperto” che ad oggi ha dimostrato giusta e leale accoglienza a tutte le energie positive della Città, che hanno voluto e che vorranno condividere li nostro progetto.
In tale ottica, nei prossimi giorni, saranno organizzati tavoli tecnici con tutte le forze civiche che vorranno condividere con pari dignità li presente progetto.

Siamo e saremo un gruppo di uomini e donne, da oggi capitanati dal Luogotenente della GdF Antonio Alfano, che vogliono realmente il bene della nostra Castellammare.
Saremo quelli del fare e soprattutto del fare bene: Viva al nostra Coalizione Civica.

Continua a leggere

Politica

Castellammare al voto, nasce Futuro Democratico e Riformista: “Ma non chiamateci lista civica”

Pubblicato

il

Sottopasso

Nasce Futuro Democratico e Riformista.
Nasce la lista politica Futuro Democratico e Riformista in vista delle ormai imminenti elezioni amministrative a Castellammare di Stabia dell’8 e 9 Giugno 2024.

Siamo una lista politica (non civica), di donne e uomini da sempre impegnati nell’agone politico.
Siamo una lista di donne e uomini con un background culturale e politico che affonda le proprie radici nella comunità democratica e riformista.
Siamo figli di storie politiche che hanno segnato il tempo della politica e che non intendiamo affatto rinnegare anzi….
Vantiamo il primato della politica e riteniamo che, anche nelle venture elezioni in città, questo debba prevalere rispetto ad istanze occasionali, interessate ed, a dirla tutta, semplicemente velleitarie che incombono sulla città.
Riteniamo in questa fase di presentarci e di essere partecipi di quei processi democratici già avviati in città che vogliano portare al governo della stessa, competenza, serietà ed affidabilità amministrativa.
In una fase delicata per il futuro della città, oggetto di una serie di investimenti, di opportunità e risorse che ne potrebbero stravolgere in positivo il tessuto economico e urbanistico saremo in prima linea con il nostro contributo di idee e di programmi, nel segno della trasparenza e della legalità.
Proprio la legalità, la lotta alla camorra ed al malaffare diffuso sarà la nostra stella di riferimento, il dato valoriale principe del nostro percorso politico.
Oggi più di ieri , all’indomani dell’incontro che ha sancito l’empasse e l’azzeramento di ogni candidatura, riteniamo indispensabile lavorare per la unità del quadro politico nella comunità democratica .
Ripartiamo senza veti, ne’ pregiudizi, riconoscendo a chi ha lavorato in questi anni l’efficacia di una azione politica e la piena legittimazione a farsene interprete.
Lavoriamo ad un campo “solido” di condivisione programmatica e di visione di città.
Riteniamo, altresì, che la nostra città abbia bisogno del coraggio della ragione ma anche del sogno nel cuore .
Pertanto, fuori da ogni tattica o strategia, il nostro preciso impegno sarà quello di essere partecipe alla costruzione di un percorso democratico per l ‘individuazione di una leadership condivisa, essenziale per la vittoria delle elezioni e la tenuta del buongoverno in città.
AITRA COSTANTINO
DE SIERVI ANGELO
IOVINO LEA
LONGOBARDI NINO
PANNULLO ANTONIO

Continua a leggere

Attualità

I Soul Food incantano a The Voice, Gigi D’Alessio elogia l’Acqua della Madonna (perduta)

Pubblicato

il

Sottopasso

Soul Food Vocalist incantano a The Voice e conquistano Gigi D’Alessio. Il gruppo stabiese ha nutrito un grande successo alla trasmissione televisiva molto nota, a coronamento di una lunga carriera musicale.

Il gruppo musicale guidato dai fratelli Simone e Francesco Capriglione di Castellammare di Stabia nella trasmissione andata in onda ieri sera su Rai 1 sono e condotta da Antonella Clerici dove hanno cantato “Stand By Me” di Ben King riuscendo a incantare tutti, compresi i giudici.

Gigi D’Alessio, Loredana Bertè, Arisa e Clementino hanno fatto a gara per diventare coach della band che ha letteralmente entusiasmato il pubblico. Alla fine ad assicurarsi nella sua squadra i ragazzi di Castellammare è stato Gigi D’Alessio che parlando di Castellammare ha detto: “sapete perché loro cantano bene perché sono di Castellammare, e a Castellammare c’è l’acqua della Madonna che toglie tutte le stonatura”.

Peccato che l’Acqua della Madonna è una fonte chiusa al pubblico attualmente, perché contaminata dal Radon, un elemento radioattivo.

Continua a leggere

Politica

Volano gli stracci nella sede Pd, Amato (M5S) spiazza tutti: “Saracino mi chiese di sostenere Elefante”

Pubblicato

il

Sottopasso

Sono volati gli stracci. E contrariamente a quanto fatto trapelare da un documento redatto nella sede del Pd, non è stato per niente un confronto positivo. A Castellammare di Stabia regna ormai il caos a pochi giorni dalla presentazione delle liste e a meno di due mesi dalle elezioni.

Il commissario regionale del Pd Misiani ha dovuto prendere atto che la candidatura di Gigi Vicinanza è in alto mare. Alla riunione solo due liste civiche hanno detto sì al giornalista (Essere Stabia e Energia Pulita), per il resto è stata una debacle. Lo stesso Nicola Cuomo, rappresentato sul tavolo da Alessandro Cascone, non ha garantito il sostegno vista la poca aggregazione di Vicinanza.

Compatto invece il fronte Elefante. Azione, Stabia Rialzati, Sinistra Italiana e Movimento Cinque Stelle non si sono mossi di un millimetro sul nome del presidente del Pd. Anzi, il deputato grillini Gaetano Amato ha anche rivelato un retroscena clamoroso, che ha lasciato Misiani e il segretario provinciale Annunziata a bocca aperta: “È stato Marco Sarracino a chiedermi per primo, a Roma nei corridoi della camera, di sostenere la candidatura di Roberto Elefante. Io lo sto ancora facendo, il Pd ha poi cambiato idea”. Apriti cielo.

Adesso il prossimo appuntamento è lunedì. Dopo di che Elefante ha già annunciato che se non ci sarà una schiarita inizierà la campagna elettorale, con o senza Pd. Perché di tempo se ne è perso troppo.

Alberto Cimmino

Continua a leggere

Attualità

Il 70 % degli studenti stabiesi vuole andare via da Castellammare. E conoscono poco Viviani e le Terme

Pubblicato

il

Sottopasso
Il 70% dei giovani stabiesi, dopo gli studi, non continuerà a vivere a Castellammare di Stabia, nonostante il 66,3% affermi di amare la città. Sono alcuni dei dati venuti fuori dalla presentazione dei risultati del questionario “La mia Città” sottoposto nei mesi scorsi a studenti frequentanti le scuole superiori situate sul territorio di Castellammare di Stabia. Promotore dell’iniziativa Antonio Sessa, giovane cittadino stabiese ed ex rappresentante degli studenti dell’Istituto alberghiero “Raffaele Viviani”, oggi presidente dell’ Organizzazione Giovanile Giovani Stabiesi Arm impegnata nel contrasto al disagio giovanile.
«Il questionario trova la sua motivazione nella necessità di mettere all centro della vicenda amministrativa, culturale e sociale, i giovani ha spiegato Sessa- Ogni comunità avverte la necessità di recuperare. la propria identità, attraverso lo studio e la conoscenza delle proprie radici e tradizioni, e di evidenziare anche delle priorità per il rilancio di un protagonismo giovanile. Occorre suggerire le priorità, studiare e trovare le soluzioni. L’e- volversi della società in questi ultimi decenni. ha privilegiato di fatto l’evoluzione tecnologica e produttiva dando per scontato il patrimonio. storico, culturale, artisti- co, politico ed ambientale del nostro territorio. Attraverso la conoscenza diretta del territorio, la presa di coscienza che occorre un cambiamento radicale politico, sociale e culturale partendo. dallo studio anche delle radici e delle tradizioni locali. Ci si propone di stimolare nei Giovani il senso di appartenenza alla comunità di origine, nonché un interesse costruttivo e positivo per il “bene comune” e la valorizzazione del territorio e delle risorse naturali che abbiamo». I risultati sono stati pre- sentati martedì pomerig gio durante l’iniziativa “La città dei giovani” che si è tenuta nella sede dell’associazione “Città viva” e a cui sono intervenuti, oltre ad Antonio Sessa, Nino di Maio, presidente del forum delle associazioni familiari della regione Campania, e Veronica Santaniello, presidente dell’associazione “L’isola dei ragazzi”. Il questionario si è basato su un mix di domande at risposta aperta e chiusa a cui hanno risposto studenti .
 La grande fuga dei giovani stabiesi il 70% vuole lasciare la città Il sondaggio effettuato su  studenti delle scuole superiori: 2 su 3 amano Castellammare, ma vogliono andare via Oltre il 20% non conosce Raffaele Viviani e le Terme PIACE LA TUA CITTÀ? HAI MAI ASSAGGIATO IL BISCOTTO DI CASTELLAMMARE? delle scuole superiori di Castellammare. Alla domanda “Ti piace la tua città?” il 66% ha risposto “si”, il 30,4% “abbastan- za”, il 3,3% “no”. «Un dato questo tutto sommato positivo ha commentato Sessa durante la presen- tazione che evidenzia come i giovani siano at- taccati alla propria terra nonostante le forti critici- Michele De Feo QUANTO INTERESSE DAI ALLA POLITICA? SAI CHI È RAFFAELE VIVIANI? FAI PARTE DI QUALCHE ASSOCIAZIONE? tà». Un risultato che però è stato completamente ribaltato dagli esiti alla domanda: “Dopo gli stu- di continuerai a vivere nella tua città?” a cui gli studenti hanno risposto “no” per il 70%. Un dato tremendo ma che pur- troppo è in perfetta linea con i trend nazionali. Nel questionario è stata messa alla prova anche la conoscenza dei giovani della cultura stabiese. Il 16,3% ha dichiarato di non conoscere le Terme. Stabiane, il 21,7% di non conoscere Raffaele Viviani, il 28,3% di non aver mai assaggiato il biscotto di Castellammare. Nel test somministrato spazio anche alla sfera politica e associativa. Alla domanda: “Quanto interesse dai alla politica”, ponendo come opzioni di risposta una scala da 1 a 5, dove l’uno è il livello più basso, il 25% degli intervistati ha indicato “1”, il 18,5% “2”, il 32,6% “3”, il 15,2% “4”, e solo l’8,7 % “5”. Inoltre l’87% degli intervistati ha dichiarato di non far parte di nessuna associazione e, di questi, solo il 2,6 % ne ha fatto parte in passato. Infine il 64,1% ha dichiarato di voler far parte di un’associazione giovanile che si prende cura della città. Alla domanda aperta: “Di cosa ha bisogno la tua città?” gli studenti. hanno risposto di “una buona amministrazione”, “sindaco e cittadini con senso di responsabilità verso la città”, “di centri e spazi verdi per noi giovani”, “pulizia e sicurezza”, “più ospedali”, “di potenziare le proprie ricchezze favorendo la creazione di posti di lavoro, di rafforzare la sicurezza rendendo la città un ambiente in cui giovani e vecchi desiderano vivere”, “di gente civile”. Le risposte selezionate sono state quelle che tra i test si sono ripetute più volte. Lo stesso criterio è stato. utilizzato per la domanda. “Cosa vorresti cambiare della tua città?” a cui gli studenti hanno risposto con “un’amministrazione competente che riesca in ogni area di competenza a fare il meglio possibile collaborando inoltre con tutte la realtà presenti sul territorio che riescono nel loro raggio d’azione a contribuire con professionalità, amore e passione alla cura, prevenzione e sostegno di un cittadino dell’ambiente stesso”, “la mentalità, la pulizia delle strade e il decoro urbano, la balneabilità sul lungomare”, “ridurre l’inquinamento”, “potenziare i mezzi pubblici che non sono per niente puntuali o utili”, “la pulizia della città, “i cittadini più responsabili”, “strutturazione de- gli edifici abbandonati”. Spazio anche ai pareri sulla villa comunale, lo spazio di aggregazione giovanile per antonomasia a Castellammare. I giovani hanno chiesto “più spazi per diverse. attività”, “la riqualifica dell’arenile”, l’introduzione di “tavoli per consumare cibo”, di “qual- che attrezzo ginnico e chiosco beverage e food”. Altri invece immaginano il lungomare “impeccabile nella manutenzione del verde, dell’illuminazione con eventi che possano attrarre bam- bini e adulti e con una spiaggia completamente balneabile per accoglie- re i residenti e i turisti”. Alla fine dell’incontro è stata lanciata la proposta di stipulare il “Patto per i Giovani” tra scuole, enti del territorio, comune, Città Metropolitana e Regione affinchè vengano prese in considerazione le problematiche sollevate dagli esiti del questionario.

Continua a leggere

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.