Seguici sui Social

Politica

Castellammare, la nuova segretaria generale arriva sempre da Avellino. E va via un dirigente

Pubblicato

il

Castellammare

Arriva un nuovo segretario generale e lascia un altro dirigente. Arriva dalla provincia di Avellino la super funzionaria scelta dal commissario Cannizzaro per guidare i settori di Palazzo Farnese. Si tratta di Concettina Romano, in servizio presso il Comune di Lioni e originaria di Grottaminarda. Sostituisce così Loredana Lattene, che si è accasata invece a Piano di Sorrento, dopo essere sopravvissuta allo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche, guadagnando la riconferma anche dalla triade commissariale chiama a governare Castellammare dopo il provvedimento del Viminale.

Ma ci sono anche altri addii. Il Comune di Castellammare di Stabia affronta la fine del 2023 molto rimaneggiato. Dopo l’addio forzato dell’ingegner Oscurato, che ha guadagnato la meritata pensione, anche il dirigente amministrativo Enzo Pizzi rassegna le dimissioni. Il funzionario arrivato solo pochi mesi fa a Palazzo Farnese sarà assunto dall’Asl Napoli 3 Sud, in seguito allo scorrimento di graduatoria. Pizzi ha così optato per l’azienda sanitaria e dal 15 dicembre non sarà più dipendente dell’Ente di Castellammare.

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.