Seguici sui Social

Calcio

JUVE STABIA DA SBALLO: LA CAPOLISTA SE NE VA…

Pubblicato

il

Juve Stabia

È una Juve Stabia da manuale. A Picerno, in casa della seconda in classifica, la squadra di Pagliuca regala un Natale con i fiocchi ai tifosi stabiesi. E ora il più classico dei tormentoni è “la Capolista se ne va…”.

Una partita perfetta e con pochissime sbavature in terra lucana, finisce 2-0 per le Vespe che allungano ancora in classifica a più 8 punti, in attesa del derby tra Sorrento e Casertana.

Dicevano una gara da manuale, sbloccata grazie a una sforbiciata di Piscopo a inizio secondo tempo e sigillata da Meli in pieno recupero.

A Picerno la Juve Stabia non rischia quasi mai. Una sola occasione dei lucani impensierisce e nemmeno più di tanto la saracinesca Thiam.

E ora davvero la capolista rischia di andarsene, una volta raggiunta la matematica salvezza, il primo obiettivo un tantino scaramantico del presidente Langella. Ora la Juve Stabia non può più nascondersi.

dadimar

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.