Seguici sui Social

Politica

Castellammare al voto il 9 giugno. Il centrosinistra lancia la coalizione ma senza i 5 Stelle

Pubblicato

il

voto

Si entra ormai nel vivo delle elezioni che porteranno Castellammare di Stabia al voto il prossimo 9 giugno, data scelta per l’election day amministrative-europee. E oggi nove simboli del centrosinistra firmano un documento, o meglio un manifesto politico, che tiene insieme tutti i partiti e liste civiche di ispirazione progressista, riformista e democratica.

C’è quindi la seconda coalizione ufficiale, dopo quella civica di centro, a scendere ufficialmente in campo. Anche se il centrosinistra, che punta ancora al campo largo con i Cinque Stelle, al momento non può contare su tutti i partiti. Infatti il documento non è firmato dai grillini e nemmeno da Italia Viva, che ha però motivato la mancata firma con l’incontro previsto oggi proprio tra le segreterie provinciali dei partiti a Napoli.

Questo il documento:

La prossima primavera la nostra città tornerà al voto dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche, a sei anni di distanza dall’ultima tornata elettorale per le amministrative.
Quella che ci apprestiamo ad affrontare sarà una campagna elettorale difficile e complicata: la straordinarietà degli eventi che hanno colpito Castellammare ha determinato in città un diffuso sentimento di delusione ed amarezza.
In questo scenario, la sfida del governo diventa un obiettivo perseguibile solo se affrontato con responsabilità, coraggio ed umiltà.
Partendo da questa traccia le forze progressiste, democratiche e riformiste sono impegnate nella costruzione di una coalizione che sia in grado di affrontare le innumerevoli complessità che vive la nostra città e rilanciare le molteplici risorse che caratterizzano il nostro territorio.
Il tema del contrasto alla camorra e della cultura della legalità sono per noi valori prioritari dai quali partire e sui quali fondare qualsiasi azione politica. La capacità di tenere unite le forze politiche che si ritrovano in un determinato campo valoriale e con un programma chiaro e condiviso, diventa fondamentale per dare alla futura coalizione che si candiderà alla guida di Castellammare di Stabia la credibilità e la solidità che è mancata nelle precedenti composizioni di governo.
Partire da uno schema di valori comuni è per noi elemento essenziale dal quale non si può prescindere, ed attraverso il quale viene stabilito anche il criterio delle scelte che devono essere discusse, condivise e decise in maniera collegiale.
Siamo impegnati nella definizione di un programma che parli alla città, ai suoi bisogni, al suo sentire, coinvolgendo tutte le parti sociali, sindacali, imprenditoriali ed associative.
Siamo aperti alla partecipazione di quelle forze politiche e civiche che, ritrovandosi nel nostro stesso campo valoriale, intendano condividere il percorso e lo spirito, nel segno dell’innovazione e del rinnovamento, che unisce la coalizione. Insieme individueremo una leadership autorevole che rappresenti la coalizione nella sua interezza per tracciare nuove prospettive di futuro per la città.
Castellammare non può più attendere.

PARTITO DEMOCRATICO
AZIONE
SINISTRA ITALIANA
EUROPA VERDE
PARTITO SOCIALISTA ITALIANO
ESSERE STABIA
ENERGIA PULITA
STABIA RIALZATI
STABIA IN PROGRESS

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.