Seguici sui Social

Politica

Castellammare al voto, pazza idea del centrodestra: Catello Maresca

Pubblicato

il

Castellammare

Per ora è una suggestione, ma qualcuno nel centrodestra di Castellammare di Stabia ha accarezzato la pazza idea di candidare Catello Maresca. La notizia rimbalza proprio nel giorno in cui si festeggia il Santo Patrono stabiese. Ma è ancora tutta da verificare l’eventuale disponibilità dell’ex magistrato antimafia, conosciuto in tutta Italia per aver arrestato il boss dei casalesi Michele Zagaria. E potrebbe essere una risposta del centrodestra allo scioglimento per infiltrazioni camorristiche subito, per cui sono tutt’ora in corso ricorsi e controricorsi.

Allo stato attuale, anche se tecnicamente potrebbe farlo, l’ex sindaco Gaetano Cimmino non sarebbe disposto a scendere in campo. E allora è avanzata l’ipotesi, tutta da verificare, di coinvolgere Catello Maresca, che al dispetto del nome prettamente locale ha solo origini stabiesi. In pratica il nonno era di Castellammare, ma lui ha sempre vissuto tra Napoli e San Giorgio a Cremano.

Al momento resta una suggestione, su cui magari lavorarci. Anche perché per il centrodestra non ci sono molte soluzioni a meno di cinque mesi dal voto del 9 giugno.

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.