Seguici sui Social

Attualità

La socializzazione ai tempi dei social è fidelizzazione: l’esempio del gaming

Pubblicato

il

La socializzazione è uno degli elementi fondamentali del mondo contemporaneo. Merito anche dei social, che hanno reso l’aspetto di socializzazione particolarmente importante in una realtà, quella virtuale, che oggi raccoglie sempre più persone. Anzi, si può dire senza alcun tipo di problema, che oggi la vita sia sempre più digitale e meno fisica. Circa il 64% degli abitanti del pianeta, secondo quanto riporta InsideMarketing, ha accesso al web. In Italia più di cinquanta milioni, che utilizzano a loro volta cinquanta milioni circa di dispositivi. Va da sé che la socializzazione, attività propria dell’essere umano, sia molto cambiata nell’ultimo ventennio. Passando, senza colpo ferire, dagli incontri al bar a quelli per interposto schermo di PC, console, cellulari.

In un processo lungo e complesso, la socializzazione è diventata perno fondamentale attorno a cui impostare programmi, costruire strategie, perseguire strade. La socializzazione è diventata importante per il mondo del marketing, per fare un esempio, diametralmente opposto a come era dieci anni fa ed ulteriormente modificato dalle logiche di una pandemia, quella del Covid, che ha portato giocoforza una serie di novità. Non tutte, è chiaro, di carattere negativo.
La socializzazione c’entra in questo caso, in ottica di fidelizzazione. Fare socialità online, oggi, significa soprattutto fare fidelizzazione, personalizzare offerte, legare a sé utenti di tutti i tipi e far sì che questi non vadano più via.

Il marketing si è dovuto adeguare a nuove logiche e dinamiche di una realtà che oggi cambia molto più velocemente di quanto non avvenisse in passato. L’esempio ideale di questo cambiamento è dato dal settore del gaming, che in termini di socializzazione-fidelizzazione ha aperto una nuova strada da seguire. Certo, il contributo della gamification è stato centrale: oggi programmi fedeltà e operazioni simili rappresentano un incentivo per gli utenti e le loro passioni. Obiettivi da raggiungere sempre nuovi e diversi sono stimoli che permettono all’utente non solo di misurarsi con gli altri ma anche e soprattutto con se stesso. È un dato di fatto. Ma la socializzazione-fidelizzazione è anche altro e si è occupata, nel settore, di creare programmi personalizzati ed individualizzati per gli appassionati e per quanti si sono avvicinati di traverso, senza entrare dalla porta principale. L’aspetto socializzante sta nel fatto che è necessario, prima di tutto, creare un senso di comunità al cui interno possano riconoscersi tutti senza distinzioni. Solo dopo subentra la fidelizzazione, che è strettamente collegata. E cioè con prodotti sempre nuovi ed aggiornati, servizi clienti e FAQ adeguatamente pensate per rispondere ad ogni tipo di dubbio o risolvere qualsivoglia tipo di problema. Costruire fedeltà significa costruire un rapporto che si traduce, poi, in un rapporto sociale. Il punto di svolta, oggi, è tutto qui.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.